Gp Portogallo - Le pagelle
By:
2913

Anno nuovo, vecchio vincitore..
Questa potrebbe essere una frase emblematica per parlare del gran premio del Portogallo che, dopo pochi mesi dall'edizione 2020 ha visto, ancora una volta, Lewis Hamilton come vincitore.

Sulla pista di Portimao, subentrata in calendario nel 2020 a causa dell'emergenza Covid-19, e confermata anche in questa stagione, a trionfare è stato, ancora una volta, il pilota Inglese.

Lewis Hamilton, sin dai primi giri ha mostrato la sua chiara volontà di centrare la 97esima vittoria della carriera, andando a compiere sorpassi decisi e duri ai danni di Max Verstappen e Valtteri Bottas, regalando così gli unici lampi di una gara che è stata giocata sul ritmo e sui distacchi ma che, nella realtà dei fatti, non ha regalato moltissima azione.

Una gara, quella andata in scena in Algarve, povera di azione e di episodi inattesi, talvolta soporifera, che però è stata importante per tracciare un quadro dei valori in campo.
Di fatto, il terzo round stagionale ha marcato ancora una volta quelli che sono i valori in campo tra i team, così come le differenze tra piloti all'interno di uno stesso team.
Di fatto, lo stato dell'arte della stagione 2021 è quello di un campionato estremamente combattuto, sia nella zona di vertice ma soprattutto nella zona di media-alta classifica, dove i team sono divisi da gap estremamente contenuti.

Svolta questa introduzione, andiamo ad analizzare il rendimento in questo terzo round stagionale nel Gran Premio del Portogallo, di team e piloti, con le nostre pagelle.

Mercedes: 8.5
Dopo un inizio di stagione lievemente più complicato del previsto, tornano al top conquistando tutta la prima fila e mettendo due macchine a podio. Gran bella prestazione per il team Inglese che dovrà sfruttare il momento positivo.

Hamilton: 9.5
Quasi perfetto, ma non perfetto poiché perde la pole per soli 7 millesimi. In gara mette in mostra una fame propria di un pilota ai primi anni di F1, regolando Bottas e Verstappen, dimostrando che per detronizzarlo la strada è ancora lunga.

Bottas: 6.5
Illude di poter fare bene poiché centra la pole al Sabato e comanda la gara nei primi giri. Dopo il duro sorpasso subito da Hamilton crolla psicologicamente e viene sopravanzato anche da Verstappen, chiudendo terzo e distaccato. Ogni gara il rinnovo è sempre più lontano.

Red Bull: 8
Si confermano al top in termini di prestazione, ma non in modo tale da vincere la gara. Tornano in lieve difficoltà dopo un avvio di stagione scoppiettante. Devono lavorare per non perdere il treno che potrebbe portarli a lottare per il titolo fino ad Abu Dhabi.

Verstappen: 9
Fa il suo, con una Red Bull meno in forma rispetto a Imola e Bahrain, ma conquista una posizione rispetto a come partiva, chiudendo secondo e mantenendo aperta la partita mondiale. La certezza? Fa sempre il massimo che può.

Perez: 7.5
Buon fine settimana per Checo, che continua il suo periodo di adattamento in Red Bull, non sfigurando affatto nei confronti di Verstappen né in qualifica né in gara, accusando distacchi ridotti dal team mate. Insomma, svolge alla perfezione il suo compito, seppur viene penalizzato (in termini di distacco finale), da una strategia non certo azzeccata.

Ferrari: 5.5
Non corriamo troppo, ma certamente la Ferrari lascia Portimao con più dubbi che certezze che, ovviamente, lasciano l'amaro in bocca dopo il positivo avvio di stagione. I rivali sono molto vicini e, se non arriveranno upgrade, i passi in avanti potrebbero essere vanificati dal ritorno dei competitors. Serve lavorare.

Leclerc: 6.5
Inconsistente, per sua stessa ammissione, in qualifica dove è ottavo. Meglio in gara dove, grazie alla strategia, recupera e chiude sesto senza però mostrare i suoi soliti guizzi. Una battuta di arresto ci può assolutamente stare, ma dovrà resettarsi sin da Barcellona.

Sainz: 6
Bene in qualifica, dove batte Leclerc ed è quinto. In gara subisce una strategia non certo azzeccata, ma nel finale sprofonda fino ad uscire dalla zona punti. Fine settimana non completamente da buttare.ma su cui lavorare per non rivedere già da Barcellona il crollo di prestazione che ha avuto nel secondo stint.

McLaren: 8.5
Confermano la crescita iniziata nel 2020, sublimata dalla power unit Mercedes. Centrano il Q3, mettono le due macchine a punti e iniziano a mettere paura a Ferrari per la lotta come terza forza del mondiale, poiché ad oggi la terza potenza tra i costruttori sono loro, chiaramente.

Norris: 9
Benissimo ma non super in qualifica dove è battuto dalla Ferrari di Sainz. In gara, come sempre, fa la differenza regolando le Ferrari e gestendo alla grande una strategia azzardata (e per molti suicida), chiudendo gran quinto.

Ricciardo: 6.5
Continua il suo adattamento in Mclaren ma ancora una volta è battuto in qualifica, malamente, in qualifica da Norris. La musica non cambia in gara, ma almeno lotta rimonta e centra la top10, mostrando segnali di vita, discretamente incoraggianti per il suo avvenire a Woking.

Aston Martin: 5
Anche in Portogallo si confermano come una delle maggiori delusioni del 2021, considerati i presupposti e la stagione passata. In qualifica Vettel salva la situazione centrando la Q3. In gara invece naufragano fuori dai punti. Davvero male.

Vettel: 6.5
Molto bene in qualifica, dove fa vedere di cosa è capace mettendo la macchina in Q3 e battendo Stroll. In gara poco può con la sua AMR-21 che fa il gambero e viene risucchiata dal gruppo fino ad essere fuori dalla zona punti.

Stroll: 5
Dopo le belle prove di carattere e di forza delle prime due gare, in Algarve viene battuto da Vettel sia in qualifica che in gara. Un passo falso o l'inizio di quello che, teoricamente, dovrebbe essere il trend abituale?

Alpine: 6.5
Segnali di ripresa per il team Francese che, dopo un brutto avvio di stagione mostra buone cose, entrando in Q3 con una macchina ed in zona punti con entrambe alla Domenica. Certo, tutto ciò non deve essere un episodio bensì un'abitudine.

Alonso: 6
Male in qualifica, dove è brutalmente battuto da Esteban Ocon, in gara invece recupera alla grande rimontando sino alla top10, dimostrando che, dopo un passo falso, sa sempre tornare sui suoi standard.

Ocon: 7
Davvero un bel weekend per il Francese che, come ad Imola, batte Alonso sia in qualifica che in gara. Era chiamato ad una prova di carattere davanti all'arrivo del campionissimo Spagnolo e, ad oggi, sta rispondendo presente.

Alpha Tauri: 5.5
Ancora una volta, come in Bahrain e a Imola, non concretizzano il buon potenziale che sembrano avere al Venerdì. Alla lunga però, tutto ciò non farà bene al team e alla classifica costruttori.
Devono assolutamente iniziare a concretizzare sin dal prossimo GP, altrimenti gli avversari prenderanno il largo in classifica.


Gasly: 6.5

Non perde mai occasione di dimostrare quanto veloce sia, soprattutto in qualifica, battendo ancora una volta il compagno di squadra. In gara non è stratosferico, ma fa il suo nel migliore dei modi, non compiendo errori e mettendo la macchina a punti.

Tsunoda: 5
Ha molta grinta, molta aggressività, forse troppa, che lo porta a non concretizzare il potenziale che ha, visto che è puntualmente battuto da Gasly. Deve calmarsi e, probabilmente, i risultati inizieranno ad arrivare.

Alfa Romeo Racing: 5.5
Mostrano un buon potenziale durante il fine settimana, che però non viene concretizzato in gara dove, ancora una volta, i punti non arrivano.
Rispetto al 2020 i passi in avanti ci sono stati, ma bisogna iniziare a concretizzare e portare a casa punti per smuovere la classifica.

Raikkonen: 4.5
Dopo la bella gara di Imola, in Portogallo è autore di un gravissimo errore (che ti aspetti da un rookie e non da un pilota che è in F1 da 20 anni) che lo porta a tamponare Giovinazzi e ad essere l'unico ritirato di giornata.

Giovinazzi: 6
Bene in qualifica, dove batte Raikkonen, che poi lo tampona in gara. Fa il suo, arriva al traguardo ma non può fare molto a causa di una Alfa non molto performante.

Haas: 6
Cosa possono fare con la stessa vettura della passata stagione se non navigare nelle retrovie?
Poco valutabile un team che punta a sopravvivere, con la speranza di voltare pagina nel 2022, seppur nella gara Portoghese battono una delle due Williams che, per loro, vale più di una vittoria.

Schumacher: 7.5
Date le premesse del team con cui gareggia poco può fare se non battere il compagno di squadra. Lo fa e molto bene, sia in qualifica che in gara dove gli rifila oltre un minuto di distacco. Non solo, ma si mette alle spalle anche la Williams di Latifi che, per lui e la sua Haas, è una prestazione grandiosa.

Mazepin: 4
A differenza delle prime gare, non commette errori, ma arriva sotto la bandiera a scacchi davvero molto staccato dal compagno Schumacher. Vale la F1?

Williams: 5.5
La crescita rispetto al 2020 è visibile solamente in qualifica, dove sono davvero performanti. In gara sono davvero inconsistenti e fanno il gambero, venendo battuti anche dalla Haas di Mick Schumacher. Ancora, il lavoro da fare è molto.

Russell: 6
Non sorprende più, visto che ormai ci ha abituato a portare la Williams in Q2 e dare il suo meglio, sempre.
Fa quel che può, ma la Williams in gara è imbarazzante e chiude nelle retrovie, seppur battendo, ancora una volta, il team mate.

Latifi: 4
Male, davvero. Male non tanto per il risultato finale che, dato il mezzo che ha tra le mani, è a livello abituale, ma a causa del grosso gap che incassa da Russell e dal fatto che è battuto anche dalla Haas di Mick Schumacher.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Portogallo 2021


Tag
gp portogallo | gp portogallo pagelle | pagelle | portuguesegp |


Commenti
- Formula1.it
Archiviata la terza tappa della stagione 2021 in Portogallo, per la F1 è già tempo di voltare pagina. ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it