Gp Belgio - Gara
By:
658

Il Gran Premio del Belgio non è mai banale. 

Il primo colpo di scena arriva nel giro di formazione, con Perez che manda a muro la sua Red Bull perdendo aderenza prima ancora di schierarsi in griglia. Rottura della sospensione destra e dell'ala anteriore.

La gara viene inizialmente posticipata di 15 minuti, poi si parte dietro la Safety Car per il giro di formazione, giri che diventano 5 per le condizioni impraticabili della pista tra visibilità azzerata e aquaplaning, condizioni confermate dalla richiesta via radio di tutti i piloti di non dare il via alla gara. Tutti tranne Max Verstappen a dire il vero, che probabilmente essendo in testa aveva una migliore visibilità o semplicemente non voleva perdere l'occasione di prendere punti in questo Gp. 


La procedura di start viene quindi annullata e tutti i piloti rientrano in pitlane in attesa di un miglioramento delle condizioni. Passano oltre due ore, sono le 17.00 quando la direzione di gara avvisa ufficialmente che, per le condizioni meteo eccezionali, è stato stoppato il countdown della fine dell'evento previsto per le 18.00. Il tentativo è di dare 60 minuti ai piloti per compiere più giri possibili da quando si darà il via al Gran Premio.

Ricordiamo che da regolamento per l'assegnazione completa dei punti bisogna correre il 75% dei giri previsti, ovvero 33 giri qui a Spa. Per assegnare la metà dei punti sono invece necessari solo 2 giri, anche fossero dietro la Safety Car.

Nel frattempo, dopo il nullaosta della direzione di gara, i meccanici hanno lavorato sulla Red Bull di Perez, cambiando la sospensione destra e tutto il muso per dare una possibilità al pilota messicano che potrebbe a questo punto partire dalla pit-lane.

Passa ancora tantissimo tempo, con i piloti che mangiano, riposano o giocano a calcio, fino a quando arriva la comunicazione ufficiale che la garà avrà inizio alle 18:17 in regime di Safety Car, con 60 minuti a disposizione e solo metà dei punti che verranno assegnati.

Ma si comprende subito che le condizioni sono ancora decisamente critiche. I piloti (Hamilton in particolare) si lamentano di zero visibilità e fiumi di acqua in pista. Si percorrono lentamente 2 giri dietro la Safety Car e viene esposta la bandiera rossa. Gara nuovamente sospesa con tutti i piloti che rientrano nuovamente nella pit-lane.

Passano 20 minuti ed arriva la comunicazione ufficiale che la gara non riprenderà. Vince Verstappen il Gp più breve della storia.

Tutte le considerazioni tecniche sono quindi nulle, non sapremo mai se le configurazioni di setup scelte ieri e che avrebbero potuto dare un vantaggio o uno svantaggio ai vari piloti (si ipotizzava una Ferrari con altissimo carico aerodinamico preparata ad una gara in condizioni da bagnato) avrebbero cambiato l'ordine emerso dopo le qualifiche.

La Formula 1 riparte tra soli 7 giorni con il Gp di Olanda, dove troveremo decine di migliaia di orange tifosi di Verstappen.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Belgio 2021


Tag
gp belgio | spa 2021 |


Commenti
- Formula1.it
Il Gran Premio del Belgio non è mai banale. Le condizioni meteo sono critiche, si posticipa la partenza ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it