Gp Russia - Hamilton si prende la vittoria n.100
By:
1954

Una gara pazzesca, dalla griglia di partenza alla bandiera a scacchi. Emozioni in tutti i giri, ma soprattutto nel finale quando la pioggia ha reso caotici gli ultimi 5 giri, con Norris e Leclerc che sbagliano strategia e buttano alle ortiche una gara fino a quel momento perfetta.

Si fa fatica anche a stabilire da dove iniziare a commentare o raccontare questa incredibile gara. Dalla vittoria n.100 di Hamilton? Dal recupero di Verstappen dal fondo alla P2? Dal podio di Sainz? Dall' harakiri di Norris e Leclerc? Tutti punti che meritano da soli un ricco approfondimento.

Ma raccontiamo prima la gara ricostruendo per quanto possibile anche i momenti più frenetici.

La gara non è ancora iniziata quando arriva la conferma che Bottas partirà dalla P16 per aver subito una penalità in seguito alla sostituzione di alcune componenti della sua PU. Per alcuni una mossa strategica per marcare più da vicino Verstappen, per altri, Wolff compreso, una esigenza tecnica per alcuni valori che impensierivano in merito all'affidabilità di una power unit cambiata interamente solo un gara prima in Italia.


Ed arriva anche l'importante segnalazione che alle 15.30 il rischio piggia è piuttosto alto, come se una griglia di partenza totalmente inaspettata non bastasse a far battere a ritmi improponibili. Verstappen e Leclerc partono in ultima fila, mentre Norris e Sainz sono in prima fila, con alle loro spalle Russell ed Hamilton.

Sul circuito di Sochi la partenza è decisamente particolare, negli ultimi anni chi partiva in seconda fila, ed in particolare dalla P3, ha sempre sfruttato il vantaggio della scia sul lunghissimo rettilineo. Questa volta però è Sainz a sfruttare benissimo la scia di Norris passandolo in fondo al rettilineo. Partenza straordinaria di Charles Leclerc che guadagna ben 7 posizioni dopo la prima curva.

Hamilton non parte benissimo e si ritrova alle spalle di Ricciardo che lo bloccherà a lungo. Verstappen nel frattempo effettua soprassi su sorpassi (tra cui Bottas, per la gioia di Wolff) e si avvicina al gruppo di testa. 

Sainz che in una prima fase sembrava poter tenere dietro Norris, al giro 13 deve cedere la posizione con la sua Ferrari già in crisi con le gomme medie.

Il turno di soste è aperto da Stroll, lo seguiranno subito dopo anche Stroll e Sainz. Il pitstop del pilota Ferrari è piuttosto lento ma riesce comunque a rientrare in pista davanti al pilota Williams e Aston Martin.

Un primo momento importante è la sosta di Ricciardo (lentissima) che entra ai box al giro 23 lasciando pista libera ad Hamilton che inizia una delle sue storiche gare/rimonta. Anche Verstappen però gira benissimo in questo momento ed il divario tra i due è in questo momento sui 6 secondi.

Intorno al giro 30 cominciano ad arrivare informazioni su qualche goccia di pioggia sulla pitlane, e quindi per qualche giro tutti i piloti entrano in modalità di gestione delle gomme. Chi non le ha ancora cambiate per farle durare il più possibile (Norris) chi le ha cambiate per farle durare il più possibile (Sainz).

Hamilton rompe gli undigi e per montare le gomme dure tanto amate dalla Mercedes rientra ai box anticipando Norris, che è tra gli ultimi ad effettuare la prima sosta e rientra in pista in prima posizione ma con un vantaggio da Hamilton che si è assottigliato a circa 5 secondi. 

Intanto prosegue la rimonta di Leclerc che nel frattempo è arrivato in P8 e dopo il cambio gomme (lento anche il suo) è tra i piloti più veloci in pista.

Mancano circa 10 giri quando si aprono i primi ombrelli sugli spalti. Una leggere pioggia inizialmente con però l'asfalto che diventa improvvisamente molto scivoloso. In queste condizioni Verstappen, Leclerc e Perez con gomme medie nuove hanno un ritmo pazzesco e iniziano a superare praticamente tutti quelli che hanno davanti, ma a tre giri dalla fine arriva la pioggia intensa. Alcuni hanno già effettuato la sosta per montare gomme intermedie (Verstappen, Bottas e qualche altro), mentre sia Hamitlon che Norris, richiamati dal muretto a rientrare, replicano un secco "no". Ma è nel giro 51 di 53 che cambia tutto, con gomme da asciutto non si sta più in pista, Hamilton decide di rientrare ai box per cambiare gomme anche perchè è in P2 ed ha margine abbondante per reintrare in pista nella stessa posizione davanti a Perez (P3). Norris in testa non ha il coraggio di farlo e neanche Leclerc che nel frattempo ha recuperato fino alla terza posizione, ma non è la scelta giusta entrambi vanno lunghi e vengono superati da tantissime macchine. Hamilton ringrazia, passa in testa, e va a prendersi la vittoria n.100.

Alle sue spalle Verstappen, che ha recuperato dall'ultima fila alla P2. Terzo Sainz che sceglie bene il momento per passare alle intermedie e torna sul podio dopo qualche giro in cui era sceso in P6.

Norris, dopo l'errore, finirà solo settimo dopo aver guidato la gara per 52 giri. Leclerc, dopo l'errore, finirà addirittura in P15. Per entrambi le interviste post gara fanno emergere tantissima delusione.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Russia 2021


Tag
sochi 2021 | gara gp russia |


Commenti
- Formula1.it
Una gara pazzesca, dalla griglia di partenza alla bandiera a scacchi. Emozioni in tutti i giri ma soprattutto ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it