Perchè Antonio Giovinazzi lascerà l'Alfa Romeo Racing ORLEN alla fine del 2021

Un verdetto scritto da diverse settimane, ma che diventa ufficiale soltanto oggi. La posizione di Antonio a dire il vero si era complicata subito dopo la morte di Marchionne che si era impegnato moltissimo nel rilanciare il reparto FDA ed il giovane italiano in particolare.

Antonio in questi anni ha dimostrato di meritare un posto nella massima categoria, ma in questa F1 non basta il talento a darti sicurezze e stabilità. E se Giovinazzi oggi, dopo tre anni di Alfa-Sauber, non può dimostrarlo con i punti raccolti, la maggior parte delle responsabilità vanno alla squadra, agli errori nei pit-stop ed a strategie come minimo molto discutibili.

Non sappiamo se a pesare sulla scelta siano state esigenze economiche, le strategie per rilanciare il marchio Alfa Romeo in Cina, o antipatie personali. Una cosa è certa, Vasseur non ha mai visto di buon occhio il pilota italiano, peccato che dopo Marchionne non ci sia stato nessuno ad esporsi per lui.


Sappiamo che Antonio oltre che in pista è stato grande anche come uomo squadra, sempre sorridente e moderato anche nei momenti più bui (tranne forse nel penultimo appuntamento, ma come dargli torto).

Arriva in Alfa-Sauber un pilota "con la valiga", il cinese Zhou, con cui anche lo sponsor italiano Alfa-Romeo ha trovato evidentemente un buon modo per promuovere il suo marchio in Cina. Ma i 30 denari saranno sufficienti a giustificare il tradimento?

Questo il comunicato stampa della scuderia:

Il pilota dell'Alfa Romeo Racing ORLEN, Antonio Giovinazzi, lascerà il team al termine del campionato di Formula Uno 2021, dopo tre stagioni con la squadra di Hinwil.

Il pilota nato a Martina Franca, il primo italiano a competere in una stagione completa di F1 dal 2011 quando si è schierato per la squadra sulla griglia di Melbourne nel 2019, ha preso parte a 59 gare con la squadra svizzera finora - tra cui due per la Sauber nel 2017, quando ha fatto il suo debutto al posto di un infortunato Pascal Wehrlein.

Un pilota popolare con il personale del team e i fan, Antonio è stato un incredibile professionista durante tutta la sua esperienza con la squadra, contribuendo alla sua crescita e dando il 100% sia in pista che fuori. Ha ottenuto il miglior risultato di quinto nel Gran Premio del Brasile 2019 e ha creato alcuni momenti speciali, come condurre la gara sotto le luci di Singapore nella sua stagione di debutto e trainare la macchina in Q3 diverse volte in questa stagione.

Alfa Romeo Racing ORLEN augura ad Antonio, un grande compagno di squadra e una persona fantastica, il meglio per i suoi sforzi futuri mentre intraprende un nuovo capitolo della sua carriera.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN: "Dire addio a un pilota non è mai facile, soprattutto nel caso di Antonio, che ha fatto parte della squadra per così tanto tempo. Mentre ci separiamo, conserveremo i ricordi dei momenti belli e impareremo lezioni da quelli brutti, sapendo che questi momenti ci hanno fatto crescere insieme come squadra. Auguriamo ad Antonio il meglio per il suo futuro dopo la stagione 2021: prima di allora, abbiamo ancora tre gare per ottenere alcuni buoni risultati insieme e finire l'anno con forza".


Tag
antonio giovinazzi | alfa romeo | vasseur |


Commenti
-
Formula1.it

Un verdetto scritto da diverse settimane, ma che diventa ufficiale soltanto oggi. La posizione di Antonio ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it