Domenicali: Zhou all'Alfa notizia fantastica - Ci spiace Antonio, maledetto denaro
Da oggi è ufficiale: Guanyu Zhou prenderà il posto di Giovinazzi all'Alfa Romeo nel 2022. L'Italia 'piange', il Circus invece 'ride'. La Formula 1, però, potrebbe prestissimo fare i conti con un grande problema

Era nell'aria da diverso tempo, ma da stamattina è anche ufficiale: Guanyu Zhou sostituirà Antonio Giovinazzi all'Alfa Romeo Racing, andando ad affiancare Valtteri Bottas nella stagione 2022. Una notizia accolta con grande dispiacere dagli appassionati italiani, e al contempo con estremo entusiamo da chi ha in mano le redini della Formula 1. Stiamo parlando, nello specifico, di Stefano Domenicali, amministratore delegato del circus, che tramite l'account Twitter di F1 Media ha così commentato la scelta del team di Hinwil:


"La notizia che Guanyu Zhou sarà in Formula 1 nella prossima stagione è fantastica per lo sport e per i milioni di appassionati fan cinesi che ora avranno un eroe locale per cui tifare tutto l’anno. La Formula 2 sta funzionando e promuovendo talento nella categoria top del Motorsport. Zhou è un incredibile talento e sarà una fantastica aggiunta all’incredibile griglia che abbiamo. Farà divertire e intratterrà i fan cinesi nel 2022".

Matteo Binotto, team principal della Ferrari, recentemente si era espresso in favore di Giovinazzi, sottlineando tuttavia che di fronte a certi meccanismi ci sarebbe stato poco da fare: "Antonio merita di restare in F1 ma non dipende da noi...".

Stamattina, abbiamo già espresso qualche nostra considerazione in merito alla vicenda. Ma, adesso, dopo le parole di Domenicali, si solleva un altro discorso: quello del rispetto per chi la Formula 1 l'ama e l'ha amata nelle sue forme più diverse, a prescindere dal risultato: il pubblico italiano (e non). Purtroppo il rischio è che, se si dovesse continuare con un certo tipo di gestione, tale amore potrebbe perdersi.

Cosa fa dire il denaro...

Non siamo nati ieri e neppure l'altro ieri. Che il pilota cinese sia stato ingaggiato dall'Alfa-Sauber solo per una questione commerciale, per mero business, già lo sapevamo. Ma come può, un italiano, che è stato simbolo di una Formula 1 d'altri tempi, oggi capo del movimento, fare certe affermazioni di fronte all'esclusione dell'unico pilota azzurro presente in Formula 1!? Ben vengano i mercati internazionali e la sponsorizzazione della Formula 2 come fucina di talenti. E ben vengano anche i milioni di appassionati cinesi. Ma le cose andrebbero programmate con stile, equilibrio e lungimiranza.


Si può esultare al cospetto di una scelta che di sportivo e meritocratico non ha nulla (o quasi) e che puzza di soldi a chilometri di distanza? A quanto pare sì.

L'impressione è che sia venuto a mancare il rispetto. E potrebbe capitare a tutti

A questo punto, però, la FIA, oltre a preoccuparsi di entrare in mercati stranieri e trovare altre fonti di guadagno, dovrà fare i conti anche con un pubblico stanco, veramente troppo, della direzione attuale di questo sport. La Formula 1 corre sì, ma verso un futuro sempre più distante dalla passione e i valori che l'hanno fatta diventare grande.

Ci spiace Antonio, maledetto denaro!


Tag
domenicali | formula 1 | zhou | alfa | sauber | giovinazzi |


Commenti
-
Formula1.it

Da oggi è ufficiale: Guanyu Zhou prenderà il posto di Giovinazzi all'Alfa Romeo nel 2022. L'Italia ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it