Per Alfa Romeo è stata una stagione dalle buone performance e dai pessimi risultati

Dopo un 2020 terribile che ha visto l'Alfa Romeo in seria difficoltà con la sua sottoperformante PU Ferrari, la squadra sembrava aver fatto un passo avanti verso le altre squadre di centro gruppo l'anno scorso, migliorando sotto molti punti di vista, compresi i punti registrati che sono passati da 8 a 13 con gli stessi piloti Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi.

Ma il team è sceso dall'ottavo al nono posto nel campionato costruttori F1 con la Williams che ha concluso la sua migliore stagione degli ultimi quattro anni, capitalizzando la maggior parte dei punti nelle gare roccambolesche in Ungheria e Belgio.

Riflettendo sulla stagione 2021 del team, il team principal dell'Alfa Romeo Vasseur ha ammesso di essere rimasto con una "sensazione molto strana", poiché il passo avanti nelle prestazioni non è stato premiato da risultati migliori.


"In termini di prestazioni pure, abbiamo fatto abbastanza bene. Abbiamo fatto un passo avanti enorme rispetto all'anno scorso, probabilmente il migliore in termini di prestazioni pure rispetto alla pole position. Ma d'altra parte, abbiamo perso le buone opportunità dell'anno. A Budapest, siamo stati coinvolti nell'incidente, e niente a Spa. Abbiamo avuto alcune occasioni mancate dalla nostra parte. In Bahrain penso, abbiamo avuto il problema durante il pit stop, o a Imola quando Kimi è andato in testacoda nel giro di formazione, che ci è costato un po', sono due punti lì, quattro punti lì. È una strana sensazione, perché alla fine, l'unico KPI [indice di performance ndr] che ha senso è quello dei punti. Non importa essere più veloce se non segni punti. Durante la stagione, è stato davvero su e giù. Abbiamo avuto probabilmente un buon inizio, fino a Monaco o qualcosa del genere. E poi abbiamo avuto un periodo difficile in estate, forse siamo rimasti in vacanza, non lo so! E poi siamo tornati nell'ultima parte dell'anno. Ancora una volta, è molto difficile da analizzare perché se si dà un'occhiata alla classifica, OK, è chiaro. Ma se si guarda alle prestazioni pure, a volte è una questione di un decimo che cambia completamente il quadro. In Arabia Saudita abbiamo raggiunto la Q3, ma ci mancava un decimo per andare in Q1. Quando si cerca di dare uno sguardo alla stagione, dobbiamo stare attenti a questo. Nel complesso, se devo valutare questa stagione, direi buona sulle prestazioni e cattiva sui risultati".

L'Alfa Romeo schiererà una formazione di piloti completamente nuova nel 2022, con l'arrivo di Valtteri Bottas dalla Mercedes e del rookie della F2 Guanyu Zhou, in sostituzione di Raikkonen e Giovinazzi.

Articolo originale su motorsport.com


Tag
alfa romeo | dichiarazioni vasseur |


Commenti
-
Formula1.it

Dopo un 2020 terribile che ha visto l'Alfa Romeo in seria difficoltà con la sua sottoperformante PU ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it