McLaren, il DT Key: Porpoising? Potremmo avere un vantaggio iniziale sugli altri, inclusa la Ferrari

James Key, direttore tecnico della McLaren, ha spiegato la mancanza del fenomeno del porpoising sulle vetture di alcuni team nei test pre-stagionali e questo potrebbe, potenzialmente, essere un vantaggio iniziale. Il termine è diventato un argomento caldo durante i test a Barcellona e si riferisce all'effetto collaterale delle auto progettate secondo la filosofia dell'effetto suolo, in quanto ciò provoca una risonanza attraverso il telaio che fa sì che le auto sembrino rimbalzare lungo i rettilinei. Diversi piloti hanno espresso dubbi su come ciò potrebbe influire sull'affidabilità, mentre il team principal della Ferrari Mattia Binotto ammette che molti in F1 potrebbero aver sottovalutato il problema.


McLaren, Key spiega perché alcune squadre sono state più colpite di altre dal porpoising

Sebbene la McLaren abbia subito qualche 'porpoising', il DT Key afferma che finora non ha rappresentato una "grande preoccupazione o una grande distrazione" per i piloti Lando Norris e Daniel Ricciardo"Certamente, quello che abbiamo scoperto è che puoi avere una combinazione di cose che in qualche modo promuovono il porpoising. Quindi penso che ci sia qualcosa da imparare. Sono sicuro che sarà qualcosa che tutti affronteranno. Alla fine ci saranno soluzioni tra il set-up e lo sviluppo aerodinamico. Quindi penso che non sarà un grande argomento di discussione dopo le prime cinque o sei gare".

La McLaren potrebbe avere un vantaggio?

"Suppongo sia un aiuto non soffrirne in modo drammatico in quanto forse puoi avere un po' più di flessibilità", ha detto Key. "Ci sono stati alcuni video in giro di macchine che si spegnevano davvero. Penso che la Ferrari fosse una di quelle colpite il secondo giorno, ad esempio, mentre il primo giorno sembrava essere l'auto più stabile. Che sia un vantaggio o meno, immagino che dipenderà da quanto lontano puoi spingere il tuo set-up o il tuo sviluppo aerodinamico. Perché la McLaren non ne soffre così tanto? Non penso che sia del tutto fortuna. Penso che la stabilità dell'auto svolga un po' il suo ruolo in questo, ma mentirei se dicessi che è stato tutto progettato. Penso che sia un fenomeno a cui tutti dobbiamo abituarci in pista, è la realtà di queste auto. Speriamo che si risolva col passare del tempo, impareremo come risolvere questo problema".


Il prossimo test pre-stagionale si svolgerà in Bahrain dal 10 al 12 marzo.


Tag
porpoising | f1 2022 | formula 1 | ferrari | mclaren |


Commenti
-
Formula1.it

Il direttore tecnico della McLaren spiega i motivi della mancanza di porpoising sulle vetture di Ricciardo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it