Montréal non spaventa Tsunoda: «Ci correvo spesso ai videogames»
Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo un avvio di stagione non proprio ottimale l’AlphaTauri e Pierre Gasly sono tornati a segnare punti importanti in Azerbaijan. Chiudere in quinta posizione, oltre ad esser di per sé un gran bel risultato, ha permesso al francese di guadagnare 10 punti e di scavalcare il compagno Yuki Tsunoda (fuori dalla top-10 a Baku, condizionato dalla rottura dell’ala mobile) in classifica generale. Pierre ora si trova in P10 con un totale di 16 punti conquistati, mentre il nipponico è fermo a 11 in 15°.

Pierre Gasly

“Ho volato assieme a Max (Verstappen, ndr) nel viaggio di ritorno da Baku. Dal momento che aveva vinto la gara, è stato un volo abbastanza divertente. Sono rimasto soddisfatto del nostro weekend a Baku: sono arrivato 5° partendo dalla 6° posizione. Un weekend perfetto, ha chiosato il francese alle colonne del proprio team. “Abbiamo compiuto una grande strategia e dei bei pit stop. Un’ottima partenza e un buon ritmo. Sono contento per la squadra. Non avevamo avuto molta fortuna finora. È stata dura, ma siamo rimasti uniti. Continuare a lavorare sodo ha dato i suoi frutti. Ora siamo in forma per proseguire questa stagione”.


“Penso che quest'anno il circuito cittadino di Montréal sarà davvero impegnativo, soprattutto con queste nuove vetture che sono molto rigide, molto più di quelle utilizzate fino allo scorso anno. I grandi cordoli e le alte velocità saranno un vero banco di prova, così come l'ultima curva e il famoso ‘muro dei campioni’! Contrariamente a quanto fatto in passato, dovremo cercare di evitare i cordoli. Anche se si tratta di un tracciato cittadino è comunque molto veloce. La nostra auto potrebbe non trovarsi del tutto a suo agio, almeno sulla carta. Dovremo farci trovare pronti ad affrontare le sfide che incontreremo lungo il percorso. Operativamente, la squadra deve essere al top se vogliamo ottenere i risultati a cui possiamo ambire con questa monoposto”.

Gasly, AlphaTauri, GP Canada 2022

Yuki Tsunoda

“Il risultato ottenuto a Baku è stato molto deludente”, ha esordito il nipponico. “Tuttavia, penso che possiamo affrontare il weekend canadese con ottimismo. In Azerbaijan abbiamo comunque avuto un buon ritmo. Abbiamo avuto le nostre migliori qualifiche e Pierre ha segnato buoni punti con il quinto posto, ma è stato molto frustrante perdere quello che sembrava essere una P6 a causa del problema avuto con l'ala posteriore. Quindi, mi sento comunque molto motivato”.


“Dopo Monaco e Baku, Montréal sarà un altro circuito piuttosto insolito. L’aderenza è generalmente bassa nelle curve ad alta velocità, quindi, come a Baku, utilizzeremo una configurazione da medio-basso carico aerodinamico per ottenere una buona velocità in rettilineo. Ho effettuato qualche prova al simulatore e sembra interessante. In realtà, è un circuito sul quale correvo molto quando giocavo ai videogames di Formula 1, quindi avevo già una buona idea di base riguardo cosa aspettarmi prima di mettermi al simulatore. Vedremo dove saremo dopo le FP1. Presenta un mix di curve a media e bassa velocità, oltre a chicane veloci. Non vedo l’ora di correrci realmente”, ha concluso.

GP Canada - Si va verso una qualifica bagnata: le ultime sul meteo

Foto: AlphaTauri

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Canada 2022


Tag
canadiangp | alphatauri | f1 | formula1 | stagione2022 | gasly | tsunoda |


Commenti
-
Formula1.it

Dopo un avvio di stagione non proprio ottimale l’AlphaTauri e Pierre Gasly sono tornati a segnare ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it