Trulli: «

Bicchiere mezzo o vuoto o mezzo pieno? È questo l'interrogativo dei tifosi Ferrari dopo l'ultimo GP in Gran Bretagna. Come sappiamo, Carlos Sainz ha vinto la gara, mentre Charles Leclerc ha racimolato un deludente quarto posto. Sotto la lente di ingradimento di esperti (e non) è finita la scelta del team di non far rientrare il monegasco per montare gomma soft nuova durante il regime di Safety Car. Da un lato c'è chi è convinto che la Scuderia di Maranello abbia commesso un errore madornale. Dall'altro c'è chi è convinto che la squadra italiana abbia soltanto fatto quanto necessario per ottenere il successo. Tra questi ultimi c'è Jarno Trulli.

L'ex pilota, intervenuto ai microfoni de La Repubblica, ha evidenziato diversi motivi per cui Binotto&Co. avrebbe fatto le scelte giuste. Di seguito le sue considerazioni.


Trulli: "Capisco Leclerc, ma può rimontare"

sainz leclerc ferrari

Analizzando le vicende del GP di Silverstone, l'ex Renault e Toyota innanzitutto ha detto: "Perché avrebbero dovuto rovinare la gara di Sainz? Negargli la prima vittoria in carriera? Se non c’era lo spazio per due pit stop, la Ferrari ha fatto la scelta giusta. Alla stessa domanda, dopo la terza gara, quando Leclerc stava dominando, avrei risposto in maniera diversa. Ma ora hanno quasi gli stessi punti, Sainz è in crescita, aveva centrato la pole, la gara doveva essere libera, senza gerarchie". 

Successivamente, però, Trulli ha sottolineato che la Ferrari prima o poi dovrà decidere su quale dei due piloti puntare le proprie fishes: "Lo dice la storia, a meno che tu non sia la Mercedes di Hamilton e Rosberg, senza rivali. Corsa libera, tanto o vince uno o vince l’altro. Appena si alza il livello dello scontro, scegli. Così Bottas diventa lo scudiero, come in Ferrari lo erano Irvine o Barrichello di Schumacher. Anche Maranello dovrà inchinarsi alla regola, ma potrà farlo più avanti, privilegiando il pilota messo meglio. Il trucco è comportarsi come i rivali: la Red Bull punta tutto su Vertsappen, a Barcellona lo ha dimostrato, come l’anno scorso. Poi però con Perez hanno discusso e la settimana dopo ha vinto a Montecarlo. Questione delicata: tu non devi demotivare. E bisogna evitare dissapori in squadra. Un conto sono i tifosi, loro amano Leclerc, un altro è un team, che all’interno deve mantenere un certo equilibrio".

In seguito si è soffermato ancora sulla gara in Gran Bretagna e sulle speranze iridate della Rossa: "Sarebbe stato preferibile riportare entrambi ai box, ma se la Ferrari dice che non c’era il tempo, avrà fatto i suoi calcoli. Allora va considerato il momento: a metà stagione il successo in un gp è sacro, tra l’altro ti fa interrompere il digiuno, fra un paio di mesi conterà solo il Mondiale. La Ferrari può crederci? Assolutamente. Ha costruito una macchina grandiosa. Non deve mollare, sino alla fine. A Silverstone Sainz ha sfruttato alla grande l’occasione. E sminuire il suo successo non è giusto. Come non ha senso parlare per la Ferrari di gioia a metà. È gioia e basta".


Infine, sulla delusione di Leclerc, ha chiosato:

"Da pilota lo capisco. Gli sta succedendo di tutto. Potrebbe essere a fianco di Verstappen e invece è a meno 43. Ma è forte e può rimontare. La chiave è semplice: sul filo del rasoio, vince chi sbaglia meno. Nell’equilibrio errori e sfortuna pesano tantissimo. La Ferrari c’è già cascata. E non può più permetterselo".

LA PETIZIONE SUL WEB: «RIMUOVERE BINOTTO DAL RUOLO DI TEAM PRINCIPAL FERRARI»

Foto copertina Instagram Jarno TrulliFoto interna Twitter Ferrari

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2022


Tag
alesi | ferrari | sainz | leclerc | formula 1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Bicchiere mezzo o vuoto o mezzo pieno? È questo l'interrogativo dei tifosi Ferrari dopo l'ultimo GP ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it