Alonso: «Passaggio in Aston Martin logico, strane sensazioni in Alpine»
Tempo di lettura: 5 minuti

Meno di quattro giorni dopo l'annuncio del ritiro di Sebastian Vettel dalla F1 a fine stagione, la Aston Martin ha confermato di aver ingaggiato il due volte campione del mondo di F1 Alonso come suo sostituto con un contratto pluriennale a partire dal 2023.

La notizia è stata uno shock per Alpine, che si aspettava di trattenere Alonso per il prossimo anno, e ha spalancato il mercato dei piloti con ripercussioni su molte altre squadre. Alpine si trova ora in una disputa contrattuale con la McLaren per Oscar Piastri, che intende schierare il prossimo anno al fianco di Esteban Ocon.

Alonso ha parlato pubblicamente per la prima volta della sua decisione oggi a Spa, rivelando di essere stato contattato dall'Aston Martin poco dopo l'annuncio del ritiro di Vettel. Il contratto è stato firmato il lunedì successivo, con il team che ha "deciso di annunciarlo rapidamente prima di qualsiasi fuga di notizie".


Alonso ha ribadito che la sua intenzione era quella di rimanere alla Alpine prima dell'approccio della Aston Martin, ma che le trattative "non andavano avanti già da un paio di mesi".

"Per me è stata una mossa logica, perché Aston era molto disposta ad avermi e a fidarsi delle mie capacità in pista e fuori pista per sviluppare il progetto", ha detto Alonso.

"Anche nel mio caso, dopo tutte le trattative e i mesi trascorsi, mettere il sedile a disposizione di un pilota più giovane e di talento come Oscar è stata la cosa giusta da fare e una situazione vantaggiosa per tutti".

Uno dei problemi di Alpine nelle trattative con Alonso è stato quello di offrirgli un contratto a lungo termine, preferendo un accordo con opzioni annuali.

Alonso ha aggiunto che non è stata solo la durata del contratto a costituire un punto di stallo nelle trattative, ma anche "la fiducia che si prova, e il modo in cui ci si sente desiderati in un posto - se si tratta solo di una cosa temporanea, o se si tratta solo di fatti e di un tempo che a loro va bene".

"È sempre stata una sensazione strana", ha detto Alonso. "Ho sentito che era la decisione giusta quella di passare all'Aston, perché sembravano volermi davvero e hanno apprezzato le mie prestazioni negli ultimi due anni".

Un annuncio a sorpresa?

Dopo l'annuncio dell'uscita di scena di Alonso, il team principal dell'Alpine Otmar Szafnauer ha rivelato di aver scoperto che lo spagnolo se ne sarebbe andato solo dopo aver letto il comunicato stampa della Aston Martin.

Alonso ha ammesso che Szafnauer "probabilmente non sapeva nulla", ma ha detto di aver detto a tutti coloro che erano stati coinvolti nelle trattative che se ne sarebbe andato prima dell'annuncio.


"Ho informato [l'amministratore delegato di Alpine] Laurent Rossi, il presidente Luca de Meo, i miei meccanici e i miei ingegneri prima di qualsiasi annuncio", ha detto Alonso.

"Tutte le persone coinvolte nelle trattative erano state informate prima di qualsiasi annuncio della Aston Martin. Otmar non era coinvolto nelle trattative, e probabilmente Laurent o Luca non lo hanno chiamato prima dell'annuncio e lui ne è rimasto sorpreso. Ma sì, tutte le persone con cui ho negoziato erano state informate prima di qualsiasi annuncio del mio passaggio all'Aston, e anche i miei meccanici o i miei ingegneri, mi sono preso il tempo necessario per informarli prima di qualsiasi annuncio".

Leggi anche: ALONSO E ASTON MARTIN, LO SCAMBIO DI PROMESSE E QUELL’ISTINTO DA KILLER ALLA BASE DELL'ACCORDO

Leggi anche: ALPINE SORPRESA DA ALONSO: «ECCO COME ABBIAMO SCOPERTO DELL'ASTON MARTIN»

Articolo originale su autosport.com


Tag
alonso | aston martin | dichiarazioni alonso |


Commenti
-
Formula1.it

Il pilota spagnolo ha dichiarato che c'è sempre stata "una strana sensazione" nelle trattative per ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it