Wolff chiama la Porsche in F1, ma l'ingresso ora non è così scontato. La situazione
Tempo di lettura: 3 minuti

L’annuncio dei regolamenti 2026 riguardo alla nuova era di power unit (leggi qui) sembrava portare con sé la conseguente notizia dell’arrivo di entrambi i marchi appartenenti al Gruppo Volkswagen. Se però l’Audi non ha avuto problemi a rendere noto il suo ingresso in F1 in qualità di fornitore di motori, discorso totalmente diverso è quello relativo alla Porsche.

I vertici del marchio teutonico era dallo scorso anno che intrattenevano rapporti con la Red Bull, l’accordo era dato per certo, ma quando il costruttore di motori ha palesato l’interesse di voler acquisire la squadra austriaca, il team di Formula1 si è tirato repentinamente indietro, interrompendo tutti i contatti.


Anche se i più potrebbero ritenere il 2026 una data ancora distante, occorrono 3 interi anni per poter progettare una power unit partendo da zero, quindi se il costruttore vorrà ancora entrare in F1 entro tale data, dovrà confermare la propria intenzione entro la fine di questa stagione.

Wolff chiama la Porsche, ma...

"L’arrivo della Porsche sarebbe molto importante per la Formula1. Un marchio del suo calibro, riconosciuto in tutto il mondo, genererebbe un grande ritorno economico dalle attività di marketing e pubblicità. Andrebbe a vantaggio di tutti", ha affermato Toto Wolff invitando il costruttore a non rinunciare all’idea. Ovviamente il team principal della Mercedes ha compreso quelle che sono le reali intenzioni del marchio. La Porsche non si accontenterà, a differenza dell’Audi di subentrare soltanto come motorista, perciò Dovranno capire se possono mettere in piedi un progetto interessante per entrare in F1 con un proprio team o acquistarne uno qualora ce ne sia l’opportunità”.

Mercedes, Toto Wolff

Ovviamente, per la Porsche sarebbe stato un bel colpo partire da un’infrastruttura come quella Red Bull, ma probabilmente, se svorrà davvero entrare in F1 dovrà puntare più a team come la Sauber (Alfa Romeo) per farlo, l'ipotesi più accreditata al momento. Non è però escluso, come affermato da Wolff, che non decida di mettersi completamente in proprio e partire da zero, ma in quel caso ovviamente i costi sarebbero davvero molto elevati. Per contro, le probabilità che quest’ultima eventualità si verifichi sono veramente molto basse.


 

Leggi anche: UFFICIALE - Audi in Formula1 dal 2026: l'annuncio del nuovo fornitore di motori

Leggi anche: Clamoroso: Porsche interrompe le trattative con la Red Bull. Il motivo

Foto: Mercedes


Tag
porsche | wolff | red bull | mercedes | power unit | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

L’annuncio dei regolamenti 2026 riguardo alla nuova era di power unit sembrava portare con sé la ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it