Stupore in McLaren: «Le maglie si stanno allungando, Ferrari e Red Bull già ai livelli del 2021»
Tempo di lettura: 2 minuti

Lo scorso anno molti team e addetti ai lavori credevano che le vetture di nuova generazione si sarebbero rivelate piuttosto lente rispetto a quelle del 2021. Alcuni stimavano che la perdita del tempo sul giro si sarebbe addirittura potuta attestare attorno ai 3’’. Questo perché se da un lato l’effetto suolo avrebbe generato delle prestazioni maggiori nelle curve veloci, l’elevata perdita di carico nelle curve lente avrebbe poi portato ad un inevitabile innalzamento dei tempi.

Arrivati in Bahrain però, Ferrari e Red Bull si sono rivelate solamente circa 1,5’’ più lente dell’anno precedente, in Arabia Saudita la differenza in qualifica si è attestata addirittura sotto al secondo e lo stesso è valso anche a Monza.


Ferrari e Red Bull hanno già raggiunto le prestazioni del 2021

Un gap molto ristretto di cui il direttore tecnico della McLaren si è detto: “Molto sorpreso. A livello teorico, a parità di prestazioni del telaio, le vetture 2022 dovrebbero essere 2 secondi più lente rispetto a quelle del 2021. La verità però è che le auto si stanno avvicinando molto alle prestazioni del 2021, e alcuni team lo hanno già raggiunto. Questo riflette la qualità dei team di cui gode il nostro sport”, riporta ‘RaceFans.net’.

GP Belgio 2022, Verstappen, Leclerc

Sono sorpreso soprattutto da due squadre, ha proseguito James Key. Sono state le uniche a trovare quella prestazione in più rispetto a tutte le altre. Ad inizio anno le maglie erano più strette, adesso invece hanno iniziato ad allungarsi. Ferrari e Red Bull hanno fatto davvero un ottimo lavoro di sviluppo. Ciò dimostra che nonostante il budget cap, se sei un top team con una vasta infrastruttura, conoscenza ed esperienza alle spalle puoi ancora riuscire a fare la differenza. Sono certamente un ottimo punto di riferimento per noi”.

McLaren sulle orme dei due top team

Ovviamente non si tratta di magia. Red Bull e Ferrari sono arrivati ai test in Bahrain con una vettura già molto performante, cosa che le ha permesso, come ha confermato anche l’ingegnere di Woking, di sviluppare l’auto nel modo più opportuno con uno sforzo minore rispetto agli altri competitor: “Quando inizi la stagione con un’auto competitiva puoi concentrare i tuoi sforzi sulle aeree da cui ti attendi uno step maggiore ed è questo il nostro obiettivo per la prossima stagione. Anche perché non riusciremo a mantenere un tasso così elevato di sviluppo nel corso dell’anno, ha concluso.


 

Leggi anche: UFFICIALE - Formula 1, il calendario completo della stagione 2023

Leggi anche: Penalità power unit, Binotto attacca il regolamento: «Varia tutto in base all'interpretazione»

Foto: Red Bull Racing


Tag
red bull | ferrari | key | mclaren | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Lo scorso anno molti team e addetti ai lavori credevano che le vetture di nuova generazione si sarebbero ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it