Turrini: «Vasseur faccia, decida, poi lo giudicheremo. Ecco la mia idea sui weekend di GP»
Tempo di lettura: 5 minuti

Tramite le colonne del quotidiano.net, Leo Turrini ha analizzato le principali vicende di Formula 1 soffermandosi soprattutto sulla situazione in casa Ferrari e sulle tanto discusse dichiarazioni di Stefano Domenicali riguardanti le Prove Libere. Nel corso del pezzo, inoltre, il noto giornalista ha parlato dell'incidente causato da Marc Marquez nella gara di MotoGP andata in scena domenica. E l'ha fatto scomodando nomi importanti... Vi proponiamo di seguito un estratto delle sue considerazioni.

L'analisi di Leo Turrini

Turrini: «Vasseur faccia, decida, poi lo giudicheremo. Ecco la mia idea sui weekend di GP»


"Ferrari. Qui non è questione di Key o di Chiavetta USB. È invece logico che Fred Vasseur modelli la squadra secondo le sue intenzioni", ha esordito Turrini. Poi ha aggiunto: "Già è stato folle mandarlo in trincea alla testa di un esercito che non si è scelto. Ora sarebbe assurdo non dargli il tempo di intervenire sulla struttura del reparto corse. Faccia, decida. Avremo modo di giudicarlo".

Come vi abbiamo anticipato, il giornalista ha commentato anche le dichiarazioni di Domenicali riguardanti Prove Libere e Sprint Race ("Sono un sostenitore delle gare sprint. Vorrei togliere le prove libere, perchè servono solo agli ingegneri e non piacciono al pubblico"). Questo il suo punto di vista:

"Chi mi segue sa che non debbo difendere nessuno. Sono amico di Stefano da trent’anni, non dimentico che da tp ha perso 3 mondiali piloti per sette o otto punti complessivi e cito la storia perché il mondo è pieno di troppa gente per la quale contano solo i risultati, eh. Allora, a mio parere non è sbagliato immaginare di modificare il format dei fine settimana da Gp. Già ho espresso il mio cauto apprezzamento per la Sprint Race. Andavo ancora a tutte le corse e già il venerdì gli autodromi erano deserti, o quasi. Colpa dei biglietti troppo cari, diceva qualcuno. Avevo e ho qualche dubbio. Si fa presto a parlare male della ricerca dello spettacolo. Ma la via maestra, ingenuamente!, è conciliare tradizione e show".

L'idea di Turrini:


Faccio un esempio. Un’ora di libere al venerdì mattina. Pomeriggio qualifiche che valgono per la griglia della domenica. Sabato qualifiche (sì, ancora), per la Sprint da disputare nel pomeriggio. La Sprint come evento a se’. Domenica, l’apoteosi con la gara. Farebbe così schifo? Sarebbe troppo pericoloso? Non ci divertiremmo di più? E magari le ore di libere cancellate potrebbero essere “sommate” in giorni di test aggiuntivi (così la finiremmo con l’atroce rimpianto di noi ferraristi, fermo restando che è passata una generazione ed è una scusa che non basta più)".

Poi Turrini è passato alla MotoGP, concentrandosi su quanto accaduto domenica in Portogallo, dove Marquez si è reso protagonista di un grave errore in staccata andando a centrare l'idolo di casa Miguel Oliveira. Una manovra che gli è costata una doppio long lap penalty e dure critiche da fan e addetti ai lavori. 

"Io non ho la competenza per dire se non sia più in grado di gareggiare al massimo livello. Di sicuro il suo presente non cancella i numeri straordinari di una carriera da fuoriclasse. Così come lo sgradevole dualismo con Valentino nel 2015 può essere giudicato come meglio si crede, ma un campione rimane un campione, persino a prescindere dal bullismo eventualmente esercitato in pista. E questo valeva per Rossi, per Schumi, per Hamilton, per Verstappen…", ha chiosato il giornalista tirando in ballo figure autorevoli della Formula 1.

Leggi anche: R.Schumacher: «Ferrari paga ancora quell'annuncio di Marchionne. Binotto non assertivo»

Leggi anche: Sprint Race, Andrea Ferrari sostiene Domenicali: «Ai piloti non piacciono le prove libere»

Foto copertina www.facebook.com; Foto interna www.twitter.com


Tag
turrini | domenicali | ferrari | vasseur | formula 1 | gp australia |


Commenti
-
Formula1.it

Tramite le colonne del quotidiano.net, Leo Turrini ha analizzato le principali vicende di Formula ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it