Vettel, giro quasi perfetto, un onore riportare la Ferrari in pole

Vettel, giro perfetto, bello riportare la Ferrari in pole in Canada

By:
924

1'10''764, è questo il tempo della pole position di Sebastian Vettel, che nel Gran Premio del Canada centra la 4° pole stagionale, e riporta la Rossa in pole sul circuito dedicatoba Gilles Villeneuve dopo 17 anni.

Una qualifica tiratissima, dall'esito incerto fino al Q3, dove Seb Vettel ha messo tutti alle sue spalle con due giri spettacolari, ridimensionando sia la Red Bull di Max Verstappen, che le due Mercedes, in particolar modo Lewis Hamilton.

Alla fine della Q3, il pilota del team di Maranello si è presentato al ring delle interviste e ha esordito:

"Sono molto contento delle mie qualifiche ed in particolare del primo tentativo, però pensavo di poter fare qualcosa di più nella prima metà del circuito. Nel secondo tentativo ho trovato questo qualcosina in più, ma non sono riuscito a ripetermi nell'ultimo settore ed ho perso un pochino di tempo"

Giri super, dall'esterno, non proprio dal punto di vista di Seb, che dopo un primo tentativo, ha studiato a fondo la telemetria per limare ancora del tempo, ed è proprio ciò che ha fatto nel secondo tentativo, dove si è migliorato ancora di 12 millesimi, mantenendo la pole già nelle sue mani dopo il primo tentativo.

Il quattro volte Campione del Mondo ha proseguito, parlando dei momenti subito dopo aver passato la linea del traguardo con il crono più basso degli avversari:

"Non ero sicuro se sarebbe stato sufficiente, perché non sapevo come stessero andando gli altri dietro di me, quindi ho tirato un grande sospiro di sollievo quando mi hanno detto che il mio giro era sufficiente per la pole. Forse nelle ultime gare siamo stati un pochino meno forti, ma le prestazioni c'erano sempre, quindi è bello quando riesci ad esprimerle come oggi".

Pole sufficiente, ma di poco, poiché Valtteri Bottas, secondo, è a meno di un decimo dal poleman Vettel, e di fatto bastava un nulla, sia da parte del Ferrarista per perdere la partenza al palo, come bastava un nulla da parte di Bottas per conquistarla.

Una pole che, da un'enorme boccata d'ossigeno al team Ferrari, dopo due gare non esaltanti, come quella di Barcellona, dove la Mercedes aveva annichilito tutti, e Monaco dove la Rossa era tornata davati alle frecce d'argento, ma aveva dovuto soccombere alla superiorità della Red Bull.

Per finire, Sebastian ha mostrato tutta la sua gioia per aver riportato la Ferrari in pole position in Canada dopo 17 anni (ultima volta con Michael Schumacher nel 2001), sperando di poterla riportare alla vittoria, che a Montreal manca dal 2004:

"Ce l'abbiamo fatta. A me questa pista piace, ma essere in pole qui con la Ferrari ha un significato speciale. Il circuito è intitolato a Gilles Villeneuve, che è un pilota che ha un significato enorme per la Ferrari. Il motorsport in Canada poi è tutto legato a quest'uomo, quindi è davvero bellissimo per tutti i tifosi del Cavallino. Probabilmente in tanti lo erano fin dai tempi di Villeneuve e sono venuti qui oggi con i loro bambini, quindi è un momento magico"



Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene |


Commenti
- Formula1.it
Un super Sebastian Vettel risporta la Ferrari in pole a Montreal dopo 17 anni, grazie ad una strepitosa ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it