Vettel, bellissima gara...partendo davanti potevo vincere

Vettel, gara stupenda...partendo davanti potevo vincere

By:
951

Da un week-end che sembrava una disfatta, si è trasformato in un week-end straordinario per la Ferrari che esce dal Red Bull Ring completamente rigenerata, e con una grandissima boccata d'ossigeno.

Dopo le qualifiche, e dopo i primi giri di gara, la Rossa sembrava destinata a dover tentare di limitare i danni, provando a non perdete troppi punti dalla Mercedes, se sembrava essere tornata quella delle passate stagioni, in grado di vincere e convincere, mettendo paura alla concorrenza.

E invece la gara ha fornito un'esito ben diverso, con la Mercedes in netta crisi di affidabilità dopo il debutto della PowerUnit numero due, in crisi di gestione gomme e strategie di gara.

La Ferrari invece si è rivelata solida sia dal punto di vista dell'affidabilità, sia dal punto di vista delle prestazioni e ottima nel gestire le gomme.

Alla fine della gara, un felicissimo Sebastian Vettel si è presentato al ring delle interviste per commentare la sua ottima gara, e l'ottima gara della Ferrari, iniziando con l'analisi della partenza nella quale, è stato fuori dai guai salvando la macchina:

"In partenza sono scattato bene ma poi in Curva 1 ho dovuto alzare il piede per evitare contatti. Inoltre non c'era spazio. E' stato un casino. Ho perso qualche posizione e poi anche in Curva 3 ho avuto le stesse difficoltà".

Prime fasi di gara, che sono state affrontate da Seb pensando al crash al Paul Ricard, e di fatto, come poi è accaduto, il Ferrarista ha preferito perdere alcune posizioni al via, come quella su Grosjean e Sainz, ma riuscendo ad uscire indenne, senza prendere inutili rischi.

Non solo curca 1, nella quale Seb ha usato la testa e ha alzato il piede, ma anche in curva 3, alla Remus, il pilota di Heppenheim è stato molto conservativo, iniziando poi da quel momento la sua rimonta che lo ha portato in terza posizione sotto la bandiera a scacchi.

In seguito il quattro volte Campione del Mondo ha parato della rimonta di cui è stato protagonista a causa della sua partenza in sesta posizione dovuta alla penalità ricevuta per l'impedimento nel Q2 ai danni di Carlos Sainz:

"Nel primo stint ho spinto per cercare di tornare alle spalle dei leader della gara, però penso che il terzo posto sia oggi un buon risultato. Certo che senza la penalità sarebbe stata un'altra gara, ma è andata così".

Primo stint, nel quale la Rossa numero 5 ha provato a rientrare nei confronti del leader Hamilton, ma in quella fase, Sebastian si è trovato in pista con gomme Ultrasoft, che però non erano le più indicate a causa del degrado dovuto alle alte temperature della pista, e di fatto facevano faticare sia Raikkonen che Vettel nella loro rimonta nei confronti delle vetture davanti.

La svolta è arrivata invece con l'uscita del Virtual Safety Car, dovuta al ritiro di Valtteri Bottas, che ha permesso a Ferrari e Red Bull di "pittare" e montare gomme Soft, per andare fino in fondo, e anche di conquistare la posizone su Lewis Hamilton, che a causa di un errore del suo muretto box non è rientrato per cambiare le gomme, e ha di fatto perso la leadrship della gara.

Considerando la buona velocta messa in mostra da Vettel e dalla sua Loria, è normale che alla fine del Gran Premio ci sia rammarico per la partenza in P6, ma alla fine bisogna vedere solamente il buon risultato portato a casa, in quanto magari con una diversa partenza del Tedesco, avremmo avuto anche una gara diversa.

Per proseguire, Sebastian ha commentato la sua strategia di gara, permessa anche da un'ottima Ferrari, veloce e gentilissima con le gomme:


"Abbiamo mostrato di avere una grande macchina anche qui, avevamo un ottimo ritmo. Eravamo molto distanti dai primi dopo il primo giro ma sono riuscito a recuperare molto bene. Credo che sia stata eccellente anche la strategia. Ho dovuto spingere forte ma allo stesso tempo salvare le gomme, gestirle bene. Non si sa mai se lo si sta facendo bene, perché abbiamo fatto quasi 50 giri su gomme soft, ma alla fine siamo andati bene".

Strategia, quella del muretto box Ferrari, che è stata eccellente, ma è stata resa possibile dalla SF71-H, che insieme alla Red Bull di Max Verstappen è stata l'unica monoposto a non accusare problemi di blistering, che ha permesso a Seb e Kimi di terminare la gara con una sola sosta.

Strategia che mette in mostra la grandissima abilità ed esperienza dei due piloti Rossi, che sono stati abilissimi nel far durare le gomme, ma non si sono risparmiati dal punto di vista cronometrico, e di conseguenza hanno recuperato terreno prezioso sulle auto davanti, senza però ricorrere ad una seconda sosta.

Per finire, il biondino del team di Maranello ha commentato la situazione attuale del campionato piloti, e più in generale la gara eei suoi avversari:

"Verstappen ha meritato la vittoria, perché è stato veloce e ha gestito bene le gomme. E' stato molto bravo anche Kimi, che è riuscito a passare Ricciardo e ha spinto forte fino alla fine. Sono contento per i punti portati a casa, per il podio centrato. Non è comunque tutto stupendo perché, così come ho già detto, senza la penalità penso che avrei potuto vincere oggi".

Super gara di Verstappen, che dopo gli orrori di Montecarlo ha imparato dai suoi errori ed ha iniziato a concretizzare la sua velocità in risultati (2 podii e 1 vittoria nelle ultime tre gare), mentre anche Kimi Raikkonen sembra entrato in una fase positiva, poiché è reduce da due podii consecutivi e da un weekend nel quale è sempre stato molto veloce, e se si confermerà in questo stato di forma sarà molto difficile per Ferrari dirgli addio.


Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene |


Commenti
- Formula1.it
Un felicissimo Sebastian Vettel parla della sua gara, che dopo una prima difficile fase si è trasformata ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it