Gp di Gran Bretagna: Vettel rovina la sua gara e quella di Max, Leclerc terzo

Gp di Gran Bretagna: Vettel rovina la sua gara e quella di Max, Leclerc terzo

By:
848

La Ferrari raccoglie un podio grazie alla brillante prestazione di Leclerc. Oggi Charles ha lottato veramente come un leone, perdendo il confronto con Verstappen solo a causa della Safety Car. Il giovane talento della Rossa non si è fatto intimorire dalla foga di Max ed ha sempre risposto in modo duro ma corretto. I due sono arrivati anche al contatto in un'occasione che comunque non ha causato conseguenze a nessuno. La gara di Leclerc è talmente piaciuta al pubblico che è stato eletto 'Driver of The Day'. Il terzo posto di Leclerc nasce dall'incredibile sorpasso su Gasly all'esterno della Loop (che gli era valso la 5° piazza) e grazie sopratutto all'errore di Vettel che subito dopo essersi fatto superare da Verstappen lo è andato a tamponare alla staccata di curva 16 mentre erano in terza e quarta posizione. Max riuscirà a chiudere la gara al quinto posto, essendo uscito da quella situazione senza un graffio, mentre Sebastian dopo aver sostituito l'ala e scontato i 10 secondi di penalità si è dovuto accontentare della 16° posizione.


Charles Leclerc (3°):
"Probabilmente è stata la gara che mi sono goduto di più in tutta la mia carriera in F1. Grandioso concludere al terzo posto. Oggi è stata davvero molto difficile, i primi due stint non sono andati come volevamo. Con la gomma dura eravamo molto forti, ma purtroppo con la Safety Car abbiamo perso un po’ di posizioni e non è stato grandioso per noi. Ma sono molto contento di concludere al terzo posto e della battaglia che abbiamo fatto in pista. L’ultima gara mi ha aperto gli occhi per certi versi, perché mi ha mostrato quanta strada possiamo fare ed è bello per la F1 avere queste battaglie al limite e sono molto contento che questa gara sia andata così.
Soluzioni per migliorare lo spettacolo in futuro? Sicuramente i tracciati hanno molto impatto sulla spettacolarità di una gara o meno. Non ho mai gareggiato coi rifornimenti. Mi piacerebbe provare, ma quello che conta davvero sono macchine più leggere. La strategia? Il team lavora sempre per il bene della squadra. Ci sono situazioni diverse ad ogni gara che possono andare a favore mio o di Seb, ma la squadra prova sempre a fare il meglio."

Sebastian Vettel (16° dopo l'incidente con Verstappen per cui è stato anche penalizzato di 10 secondi):
"È stato un errore mio. Ovviamente pensavo che ci fosse uno spazio all’interno, però non si è aperto. Era troppo tardi a quel punto, ero troppo vicino e non ho potuto evitare l’incidente. Fino a quel punto la gara stava andando bene. Sarebbe stato difficile difenderci fino alla fine e tenerlo dietro, però lui aveva fatto un errore alla curva 15 quindi pensavo di poterci riprovare, non ho avuto tanto tempo per scegliere dove andare, ma evidentemente ho scelto la parte sbagliata. Oggi la macchina mi ha dato ottime sensazioni, ero molto contento del passo che avevamo in gara. In questo senso sono stato piuttosto contento. Red Bull sorprendente? No, già venerdì sembravano piuttosto forti in configurazione di gara, ci aspettavamo che fossero molto vicini a noi“.

Mattia Binotto (Team Principal e Direttore Tecnico):
"Charles ha fatto una gara fantastica, per il modo in cui combatte, si difende, attacca. Lo sappiamo, è un pilota in questo straordinario e ne ha dato dimostrazione. Il podio se lo è meritato, credo che se lo sia guadagnato tutto. Sebastian ha commesso un errore, ne è consapevole, dispiace per lui. Ne parleremo. Il suo ritmo in gara confrontato con quello di Charles non era male. Si porta a casa perlomeno questo stimolo positivo. Gara difficile per la prestazione. Sapevamo che Silverstone sarebbe stata dura. Siamo stati sorpresi in modo positivo dalle qualifiche di ieri, mentre oggi abbiamo ritrovato le nostre difficoltà, con l’usura delle gomme in modo particolare sulla vettura di Charles. Le analizziamo. Siamo convinti che stiamo sviluppando la macchina, stiamo progredendo, ma il gap con gli altri in certe piste è ancora elevato. Mercedes? Sono andati fortissimo, con una macchina bilanciata. Se uno riesce a fare un giro veloce così dopo 30 giri vuol dire che l’usura delle gomme è omogenea e non ha danneggiato in alcun modo le gomme, cosa che noi non abbiamo fatto. Ci si concentra su quello e si lavora ancora. Vettel? Sebastian è un professionista. È consapevole delle sue difficoltà, ma è altrettanto consapevole che per lui rappresentano uno stimolo. Lo dobbiamo aiutare in questo. Lo dobbiamo aiutare a trovare la vettura, l’assetto, il bilanciamento migliore per le sue esigenze. Lo stimolo per lui deve essere quello che aveva un buon passo in gara, specialmente con gomme usurate sulle Soft e ripartire da lì. Credo non ci sia da insegnargli nulla. Sa quanto è importante non commettere certi errori, sa quanto è importante per la squadra, per i punti. Sono sicuro che saprà reagire da solo“.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2019


Tag
Ferrari | Lelcerc | Vettel | Binotto |


Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it