Leclerc, Troppi problemi, sono deluso.Pioggia? Speriamo nella neve

Leclerc, Peccato per i problemi, sono deluso.Pioggia? Speriamo nella neve

By:
1294

Stavolta la metafora del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, in casa Ferrari, non funziona.

No, perché date le aspettative, frutto delle prove libere, in Germania il bicchiere Ferrari è tutto vuoto, a causa del doppio problema di affidabilità che ha colpito le SF90, vanificando una potenziale doppia prima fila.

Si, perché in Q1, la Rossa numero 5 ha accusato un calo di potenza, dovuto ad un malfunzionamento del turbo, mentre una decina di minuti dopo, anche la Rossa numero 16 ha alzato bandiera bianca, a causa di un guasto alla pompa di benzina.

Nel male però, il pilota che né per meriti né per demeriti ha salvato in parta la giornata del team Italiano è Charles Leclerc che, ha avuto la fortuna di rompere con 10 minuti di ritardo rispetto a Vettel, essendo in grado di accedere almeno al Q3.

Un danno che, di fatto ha tolto a Charles la possibilità di centrare quantomeno la prima fila.
Dunque, era ben visibile, al ring delle interviste, la grande delusione sul volto del Monegasco:

Non so se è lo stesso problema di Sebastian. Ho appena saputo che sulla mia macchina era un problema con il sistema della benzina. È un peccato sicuramente, perdere una macchina è molto difficile per il team, due macchine è ancora più difficile. Oggi non è stata una giornata per noi ma domani farò di tutto per far sì che la giornata sia nostra e vedere tutta la gente del team che sorride“.

Problemi diversi dunque sulle due SF90, che come da ammissione di Mattia Binotto, non sono mai stati accusati neppure al banco di prova, e dunque per i tecnici in Rosso ci sarà da svolgere un corposo lavoro di analisi sulle componenti incriminate.

Fatto sta che, ancora una volta in questo 2019, il potenziale della vettura del Cavallino (che non sempre si manifesta) è stato gettato al vento non certo per colpa dei piloti.

Immancabile poi una domanda al pilota uscito dalla FDA sul suo stato d'animo al termine di una sessione del genere:

Cosa si prova? È difficile, però mi ricordo Baku, quando nei box erano tutti convinti che la pole fosse nelle nostre mani e ho buttato tutto nel muro, dunque sì i momenti così sono sempre difficili anche per la squadra. Stanno lavorando tantissimo, credo che negli ultimi weekend ci sono stati step positivi e dobbiamo continuare a lavorare così e rimanere forti in questi momenti“.

Non cerca scuse, Leclerc, che però in qualche maniera prova a trovare un'attenuante alla squadra, ovvero il grande lavoro per chiudere il gap dalla Mercedes, che forse sta portando il team a spingere troppo su alcune componenti meccaniche per trovare prestazione.

Una gara in salita per entrambe le Ferrari, che potrebbe essere resa imprevedibile dal meteo, visto che per domani è prevista gara bagnata.

Ogni incognita dunque potrebbe aiutare a rimescolare le carte e aiutare la forsennata rimonta dei due piloti del Cavallino.
E proprio su questo, Charles Leclerc ha concluso la sua intervista:

Gara bagnata? Vediamo se c’è un po’ di neve magari ci può aiutare…
No, sarà difficile. Certamente se c’è un po’ di pioggia ci può aiutare, ci sarà un po’ più di casino. Anche sull’asciutto comunque eravamo veloci
, vediamo“.



Tag
f1 | ferrari | 2019 | scuderia | vettel | leclerc | binotto | pu | maranello |


Commenti
- Formula1.it
Un deluso Charles Leclerc parla della sua qualifica, interrotta anzitempo a causa di un problema di ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it