Hamilton, Ferrari sorprendentemente vicina, ottimista per la gara

Hamilton, Ferrari così vicina mi sorprende, ottimista per la gara

By:
714

Ferrari competitiva a Monza?
Si, Lewis Hamilton permettendo.

Questo è quello che più o meno si evince dal verdetto delle FP2 del Gran Premio d'Italia, dove la Ferrari di Charles Leclerc ha chiuso la giornata da leader, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton, e alla Ferrari gemella di Sebastian Vettel.

Vista così, si potrebbe pensare che le previsioni sono state confermate, ovvero che la Rossa è agevolmente davanti, e che Vettel arranca a causa di un piccolo errore alla Roggia nel suo push.

E invece no, non è così, se si gaurda ai distacchi si trova una Mercedes (quella numero 44 soprattutto) in grandissima forma, che accusa un misero gap di 68 millesimi dal battistrada Leclerc.

Ma la forma del team di Toto Wolff si ingrandisce in modo tale da far paura se si considerano le condizioni con cui è venuto questo tempo, ovvero a mezz'ora dalla fine delle FP2, quando la pista era si migliore di quella trovata dai Ferrari, ma con della leggera pioggia che stava cadendo.

Di fatto dunque, il tempo di Lewis può essere di certo, in proiezione migliore (o alla peggio uguale) a quello delle due SF90.
Il tutto, senza dubbio dunque, certifica un buono step in avanti del team della stella rispetto al Belgio, e senz'altro un miglior lavoro sul set-up svolto in terra Brianzola.

Un gap duqnue, date le premesse, che è risultato più che sorprendente per tutti gli addetti ai lavori, team e piloti.
Lo è stato anche per il campione del Mondo in carica che, una volta sceso dalla sua W10 ha esternato tutta la sua meraviglia per il verdetto della pista:

Il piccolo distacco dalla Ferrari è sorprendente e sinceramente non sapevo cosa aspettarmi da questo weekend. Non c’è una grande differenza dagli ultimi fine settimana, ci aspettavamo fossero veloci sul rettilineo, e lo sono, ma ci sono abbastanza curve dove possiamo recuperare“.

Poche curve, quelle dell'impianto Italiano, nelle quali però le due frecce d'argento sembrano fare una differenza impressionante rispetto alle Ferrari, che guadagnano moltissimi sui rettifili, ma perdono nelle varianti.

Proprio a sottolineare quanto appresa esoposto, Lewis ha ripreso questo concetto, e rivolto lo sguardo verso la gara:

Loro non sono così veloci nelle curve e questo bilancia un po’ le cose. In più andiamo meglio sul passo gara. Penso ancora che sarà una gara piuttosto difficile, ma siamo su un livello simile e questo è positivo”.

Gara, anzi simulazione di gara, dove Vettel e Leclerc sono apparsi veloci e costanti, non evidenziando come in Belgio un grosso crollo dei tempi con il degrado gomma, anche se nel complesso hanno dato l'impressione di essere lievemente inferiori alle W10, le quali sembrano mediamente più performanti, proprio come a Spa-Francorshamps.

Infine, non poteva mancare una domanada relativa al meteo in ottica gara, e cosa ciò potebbe comportare sul set-up della monoposto:

Non prepareremo un set-up specifico per la pioggia, ma cercheremo di preparare la macchina ad essere il più veloce possibile sul giro singolo e vedremo cosa accadrà in caso di pioggia. Ora dobbiamo solamente analizzare i dati per trovare la migliore combinazione, provare e vedere dove si può migliorare e dove posso migliorare come pilota“.



Tag
F1 | mercedes | 2019 | hamilton | bottas | pu | wolff | w10 | brackley |


Commenti
- Formula1.it
Lewis Hamilton si dice sorpreso dalla vicinanza della sua Mercedes alle Ferrari, e forte di tutto ciò ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it