GP Singapore, Hamilton in passeggiata, alle sue spalle lotta Ferrari-Red Bull

GP Singapore, Hamilton in passeggiata, alle sue spalle lotta Ferrari-Red Bull

By:
528

Monza-Singapore, dal giorno alla notte.
Dal giorno alla notte non solo per ke condizioni di gara, giorno appunto a Monza, notte a Marina Bay.

Dal giorno alla notte anche per quanto riguarda la tipologia di pista, quella Italiana low downforce, dove conta la velocità sul dritto, mentre high downforce quella asiatica dove conta precisione in inserimento di curva e carico aereodinamico.

Dal giorno alla notte anche le prestazioni dei vari team.

Mercedes ad esempio, in difficoltà a Spa e Monza, è apparsa in passeggiata nella giornata odierna, specie con Lewis Hamilton.

L'inglese infatti, ha chiuso al comando la seconda sessione di prove libere, trovandosi subito a suo agio con la vettura, essendo subito in grado di generare lap-time.

Leadership conquistata, ma non con un grosso gap sulla Red Bull di Max Verstappen in seconda posizione.

Leadership che è stata ribadita invece con forza sulle simulazioni di passo gara, dove il pilota numero 44 ha inferto gap abissali ai rivali, senza neppure spingere al limite.

Meno bene, Valtteri Bottas, senza acuti nei long run, mentre è apparso in difficoltà sul giro secco, considerando il mezzo di cui dispone.

Come da previsione, molto forte la Red Bull, che su una pista da alto carico non si è fatta trovare impreparata, cogliendo la seconda e la quinta piazza, rispettivamente con Max Verstappen e Alexander Albon.

Prima fila, obiettivo dunque per Max, che in gara, almeno ad oggi non sembra poter disporre di grosse armi, in quanto la sua vettura non si è dimostrata performante quanto la W10 di Hamilton.

Anzi, la sua Red Bull è stata, almeno sul long run, molto simile alle SF90 di Vettel e Leclerc.

I Ferraristi sono apparsi in affanno sulla simulazione qualifica, anche se Vettel ha colto un terzo tempo, ma a 0.8 dal leader Hamilton.

Molto meglio invece, le Ferrari, sul passo gara, dove evidentemente hanno massimizzato il potenziale del nuovo pacchetto aereodinamico, mostrando una velocità paragonabile a quella delle vetture "bibitare".

Nella lotta per la vittoria, si prevede, ad oggi, una fuga del leader del Mondiale, Hamilton, mentre potremmo avere una bella lotta per il podio tra Ferrari e Red Bull.

Quarta forza ormai acclarata la McLaren che, anche oggi si è fissata sopra i team di centro classifica, ma alle spalle dei top3.

Bene la Toro Rosso che sta beneficiando del lavoro dell'ex Red Bull, Pierre Gasly, che con Kvyat stanno portando semrpe più avanti il team di Faenza.

In affanno Alfa Romeo Racing e Racing Point, che come da previsioni non stanno brillando su un tracciato dove conta il carico.

Ormai sempre nelle retrovie, e dunque molto male, Haas e Williams, che molto probabilmente stanno già pensando al 2020, non avendo più nulla da chiedere a questo 2019.

Attenzione però, come detto, alla lotta al top, che verrà decisa in gran parte nella Q3 di domani, poiché su una pista tortuosa, come quella di Marina Bay, dove sorpassare è impossibile, la posizone in pista è fondamentale.

Posizone fondamentale che aiuta, e non poco a gestire anche quelle che potranno essere le Safety Car e le Virtual Safety Car che, molto più che probabilmente, si presteranno in una gara che ha tutte le premesse per essere bella e combattuta.



Tag
f1 | ferrari | 2019 | scuderia | vettel | leclerc | binotto | pu | maranello |


Commenti
- Formula1.it
Lewis Hamilton chiude al comando la seconda sessione di libere a Singapore, dimostrandosi inavvicinabile ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it