Ferrari, così non va, questo non è #essereFerrari

Ferrari: così non va, questo non è #essereFerrari

By:
3717

#essereFerrari è l'hastag di riferimento della scuderia Ferrari, lanciato lo scorso anno in concomitanza della presentazione della SF90.
Un hastag bello, bellssimo, fortemente voluto dal team principal Mattia Binotto in sostituzione del più freddo e distaccato #redseason delle stagioni precedenti.

Un hastag che non solo, come detto, è molto bello ma rappresenta molto più di un semplice "cancelletto" per i social del team ma rappresenta uno state of mind, un credo, un motto nel quale tutti, team, piloti e tifosi possono, ma soprattutto devono, riconoscerci poiché accomunati dalla passione, fede, per la Rossa di Maranello.

#essereFerrari è uno state of mind appunto, che accomuna un gran numero di persone; un privilegio, potremmo dire, nel quale riconoscersi per fare in modo, ognuno secondo le sue possibilità, che il presente e il futuro della Ferrari siano sempre più prestigiosi e ricchi di successi e, soprattutto, per far sì che #essereFerrari, sia tra qualche anno, ancor più di oggi, un motivo di orgoglio, un qualcosa di cui andare fieri.

Ma #essereFerrari significa, per chi lavora a Maranello, dare non il 100%, bensì il 200% ogniqualvolta si varca la soglia della gestione sportiva per portare a termine il proprio turno di lavoro, la propria missione, dal momento che #essereFerrari, per chi è parte del team, significa anche portare sulle spalle un grande peso, prestigioso beninteso, che è quello della lunga storia del Cavallino.

Una storia che non va semplicemente ammirata e conosciuta no, no, va onorata e per farlo, come detto, è necessario dare il 200% sempre e comunque per poter mettere nelle condizioni adatte, la Rossa, di poter onorare e accrescere la sua prestigiosa storia di oltre 90 anni, sportivamente parlando, ogni volta che va in pista.

Ebbene questo, in questo 2020 in primis, ma altre volte nel recente passato, non si sta verificando.
Di fatto la SF1000 uscita dalle teste pensanti della GeS e che non ha certo ben figurato (salvo il fortunato quanto immeritato risultato podio finale) in Austria è quanto mai lontana dall'#essereFerrari.
Non nascondiamoci: la SF1000 è apparsa carente in tutte le aree: la power unit manca chiaramente di potenza, soprattutto in alto, il carico aerodinamico è ancora carente (seppur meno rispetto al 2019), il bilancio è lungi dall'ottimale, poiché continua a manifestarsi il cronico sottosterzo.
A dire il vero, in realtà, non solo la SF1000, ma tutto il 2020 della Scuderia, fino ad ora è lontanissimo dall'#essereFerrari (incluso anche il trattamento ad uno dei due piloti).

Si, perché diciamolo chiaramente, spendere più di 500 milioni di euro a stagione, avere sponsor faraonici, organigramma (almeno nei numeri) da far invidia all'80% dei team di F1, avere due tra i piloti più forti del Circus, una tradizione motoristica ineguagliabile, tecnologie e infrastrutture da capogiro e sfornare una vettura che incassa 1 secondo al giro da Mercedes (su pista da 64 secondi, ndr) e se la gioca con team che come si suol dire "spaccano il centesimo" dal punto di vista economico e che darebbero tutto pur di avere quanto Ferrari ha, è lontanissimo dall'#essereFerrari.

Appare chiaro, da questa analisi, senza incolpare nessuno, che a Maranello non si è lavorato bene. Ma non si è lavorato bene non oggi, ma da anni (salvo 2 o 3 occasioni) e per questo non è casuale che da 13 anni, in Italia, non si tocchi palla e per un motivo e per un altro. Questo, dunque, come dicevo, non è #essereFerrari.
Soluzioni, dall'esterno, è difficile, anzi impossibile trovarne, ma anche suggerirne, ma credo di poterne fornirne una con certezza, peraltro di facilissima realizzazione.

Sarebbe, di fatto, auspicabile che in Ferrari non si limitino solo a proporre degli hastag o degli slogan. No, sarebbe auspicabile che si fermino un secondo (non oltre perché la F1 va di fretta e non si ha tempo da perdere per chiudere il gap dai rivali) a riflettere su quanto la Rossa rappresenta, nella F1 e nel mondo, e sulla storia che deve onorare e, se possibile migliorare ogni volta che mette le ruote su asfalto.


Probabilmente, compiuta la riflessione, e compreso che #essereFerrari, lavorare in Ferrari rappresenta un onore ed un privilegio unico al mondo, gli uomini di Mattia Binotto dovrebbero iniziare a lavorare meglio di quanto hanno fatto nel recente passato o stanno facendo in questo 2020, consapevoli che #essereFerrari impone di mettere le macchine in pista sempre con l'obiettivo di vincere, o almeno di giocarsela.

Si, perché alla Rossa, più che di vincere si chiede di giocarsela con costanza, anno dopo anno, poiché tutti sanno che nello sport si può vincere e perdere, a patto però di giocarsela e bene. Si chiede, sostanzialmente, di fare quello che nel recente passato poche volte è accaduto: giocarsela fino in fondo e non certo iniziare un mondiale già con la consapevolezza di non avere il potenziale per competere con i migliori.

Questo 2020, come appare ormai chiaro, non sembra nato nel migliore dei modi per Ferrari, anche se il team sta invocando, ma anche sbandierando ai 4 venti, l'arrivo di upgrade che dovrebbero riportare la SF1000 a livelli dignitosi di competitività (sicuramente migliori di quelli dello Spielberg).

Ebbene questa, in chiusura, rappresenta una grande chance per tutto il team, dal presidente all'ultimo dei meccanici, passando per CEO e team principal, non solo per dare un senso a questo sciagurato 2020, ma soprattutto per dimostrare davvero di #essereFerrari.
Non basta, infatti, solamente dire di esserlo, ma bisogna dimostrare e meritare con i fatti di #essereFerrari.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Austria 2020


Tag
f1 | ferrari | mattia binotto | sebastian vettel | charles leclerc | 2020 | maranello | essere ferrari |


Commenti
- Formula1.it
#essereFerrari: l'hastag lanciato da Ferrari, su cui si dovrebbe riflettere per capire cosa rappresenta ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it