Hamilton: l'avevo detto che non ci avrebbero rallentati

Hamilton: l'avevo detto che non ci avrebbero rallentati

By:
3862

Hamilton ha chiuso con 0,808 secondi di vantaggio su Carlos Sainz, che si è qualificato terzo per la McLaren, nel primo weekend dell'entrata in vigore della nuova direttiva tecnica che prevede che le squadre debbano far girare le loro vetture con la stessa mappatura del motore per le qualifiche e la gara, facendo registrare tra le altre cose sia il record assoluto della pista 1:18.887 sia il record del giro con velocità media più elevata mai registrata in un Gp di Formula 1. Hamilton "non si aspettava" questo distacco da Sainz, ma ha anche aggiunto che sapeva che la nuova regola non li avrebbe rallentati.

"Non iniziamo il fine settimana con l'aspettativa di quanto distacco avremo. Non so perchè tutto questo distacco da Sainz. Ma avevamo detto la settimana scorsa, quando hanno portato questa regola per rallentarci, che non avrebbe fatto la differenza, perché abbiamo una grande, grande macchina, e saremmo stati migliori in altri settori. Solo un'incredibile performance questo fine settimana. Penso che questa sia sicuramente la migliore che abbiamo mai avuto. Ho messo l'auto in una posizione ideale per questo fine settimana. Solo un grande ringraziamento a tutti i ragazzi tornati in fabbrica per le simulazioni, per aver lavorato per ottenere i pezzi di ricambio per queste gare, e per aver fatto continui passi avanti. E' una cosa così difficile da fare, e penso che la gente dia per scontato perché lo facciamo nel fine settimana dentro e fuori. Ma io certamente non lo faccio. Ci siamo andati molto, molto vicini. Valtteri è stato molto, molto veloce finora questo fine settimana. Sono molto contento dei giri."


La parte finale del Q3 del Gp d'Italia del 2019 era stata rovinata da scene farsesche in cui i primi 10 classificati si sono contesi la posizione per evitare di correre senza una scia trainante - un problema che si è verificato anche nel Q3 e nel Q1 di quest'anno.

Ma la Mercedes ha mandato fuori Hamilton e il suo compagno di squadra Valtteri Bottas con grande anticipo rispetto al gurppo, a quasi 5 minuti dalla fine del Q3, il che significa che hanno corso in testa allo schieramento mentre il gruppo usciva dai box alle loro spalle.

Di solito le squadre preferiscono far scendere in pista le vetture il più tardi possibile nelle qualifiche per ottenere il meglio dalle condizioni della pista e nel caso di circuiti così veloci anche per sfruttare la scia di chi corre davanti. Alla domanda se la Mercedes abbia cambiato strategia dopo quanto avvenuto nel 2019, Hamilton ha risposto: "Non proprio. Penso che abbiamo imparato dall'anno scorso che uscire alla fine non è stato il massimo per noi. Il team strategicamente ha fatto davvero un ottimo lavoro in termini di tempistica. E' una cosa di cui abbiamo discusso ieri e di cui abbiamo parlato anche oggi. Alla fine credo che sia stato un successo".

Secondo Hamiltonm anche l'impatto sulle prestazioni sarebbe stato minimo avendo o non avendo una scia trainante:

"C'è un margine di guadagno molto stretto tra l'avere aria pulita e l'essere dietro a una scia. Non si può dire quale sia la strategia migliore. Penso che alcuni direbbero che è meglio stare dietro una scia, ma si perde nel mezzo e nell'ultimo settore. Alla fine sono davvero, davvero grato e contento di oggi".

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio d'Italia 2020


Tag
gp italia | gp italia qualifiche | monza qualifiche | dichiarazioni hamilton |


Commenti
- Formula1.it
Hamilton ha chiuso con 0,808 secondi di vantaggio su Carlos Sainz, che si è qualificato terzo per la ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it