GP Toscana, prove libere: Red Bull lancia la sfida alle velocissime Mercedes

GP Toscana, prove libere: Red Bull lancia la sfida alle velocissime Mercedes

By:
2563

Si alza il sipario su un weekend storico ed unico per la Formula 1. Lo spettacolare circuito toscano del Mugello fa il suo esordio assoluto nel mondiale automobilistico in occasione del millesimo gran premio della storia Ferrari. Grande novità del weekend anche il ritorno del pubblico, in numero limitato, sulle tribune. Le due sessioni di prove libere confermano le previsioni della vigilia riguardanti un weekend caratterizzato da altissime velocità e dal ruolo fondamentale ricoperto da gomme ed assetto aerodinamico. Le Mercedes si confermano le più veloci con Bottas ed Hamilton a precedere le Red Bull di Verstappen ed Albon. Entrambe le scuderie hanno dimostrato di essere molto competitive anche sul passo gara. Timidi segnali di vita da parte della Ferrari dopo gli ultimi due weekend horror: Vettel e Leclerc non fanno registrare tempi da urlo ma c’è qualche segnale di fiducia e speranza in vista delle qualifiche di domani. 



Prove Libere – Prima sessione

La sessione mattutina viene aperta da Sainz e dalle Ferrari, per l’occasione di colore amaranto come la macchina del 1950. Il primo tempo lo fa segnare la Mercedes di Bottas in 1’22”124, di poco più veloce rispetto al vincitore del gran premio d’Italia Gasly (1’22”311). Sono loro a guidare, inizialmente, la classifica davanti a Verstappen, Raikkonen ed Albon. Ci prende gusto Pierre Gasly che si migliora ancora in 1’19”859, mentre il primo tentativo di Vettel gli vale il dodicesimo posto. Fa meglio il compagno di squadra Leclerc prendendosi il settimo posto. Ad un’ora dalla conclusione, gli unici a rimanere ancora senza tempo sono Hamilton, Stroll e Perez. Chi, invece, è molto aggressivo fin dall’inizio è Max Verstappen: l’olandese si mette al comando in 1’19”439 dimostrando grande voglia di rivalsa dopo il risultato dello scorso gran premio. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Charles Leclerc che batte un colpo prendendosi la terza posizione (+0.495). Davanti al monegasco, si alza il livello della competizione con Verstappen e Bottas che lottano per il primo posto a ritmo di giri veloci. L’olandese conduce in 1’19”017 ma dietro di lui si piazzano Hamilton (+0.052) e Leclerc (+0.451). Una bellissima bagarre prima del ritorno ai box di tutti i piloti per gli interventi di routine sulle monoposto. A 35 minuti dalla conclusione, riprende l’attività in pista con Lando Norris che si mette al comando in 1’18”981. Un tempo migliorato da Hamilton grazie ad uno spettacolare giro in 1’18”409. Ma non c’è tempo per abbassare l’attenzione: Leclerc batte il tempo di Hamilton prima del mostruoso 1’17”979 di Bottas. Si avvicina al finlandese Max Verstappen in seconda posizione (+0.048). Agli ottimi tempi di Leclerc si contrappongono le difficoltà di Vettel fuori dalla top ten. I piloti terminano la sessione con prove di partenza e simulazioni di passo gara. Bottas il più veloce davanti a Verstappen e Leclerc. 


Prove Libere – Seconda sessione

I primi test della mattina ed i tempi più alti lasciano spazio ad un pomeriggio infuocato come dimostrato da Lando Norris. Il pilota McLaren è il primo a mettersi al comando in 1’18”658. La Ferrari scende subito in pista con tempi leggermente alti e con gomma gialla: in particolare Leclerc è autore di un errore che gli costa un testacoda. Dopo il primo quarto d’ora scendono in pista le Mercedes e Max Verstappen. L’olandese si mette al comando in 1’18”281 superato, poco dopo, da Bottas in 1’18”019. Come nella sessione mattutina, Lewis Hamilton è più lento e cauto rispetto agli avversari ma gira con gomma dura. A meno di un’ora dal termine, riprende l’attività in pista con Vettel che, per la prima volta, si piazza in top ten precisamente al quinto posto. Il tedesco precede il compagno di squadra Leclerc per una Ferrari in netto miglioramento rispetto alle ultime settimane. Rispetto alla sessione mattutina, alzano il ritmo anche Ricciardo e Perez. Lando Norris, uno dei più positivi della mattinata, invece perde il controllo della sua McLaren e termina contro il muro ad una velocità di 227 km/h. Bandiera rossa in pista e nessuna conseguenza fisica per il pilota. L’attività in pista riprende con due fulmini chiamate Mercedes: Bottas disintegra il record mattutino chiudendo in 1’16”989 davanti ad Hamilton distanziato di pochissimo (+0.207). Strategia diversa, invece, in casa Ferrari: gli ultimi trenta minuti infatti vengono dedicati alle simulazioni di passo gara per Leclerc e Vettel. Il pilota tedesco fa segnare un tempo non esaltante di 1’24”5 con gomma gialla. Poco dopo finisce anche in testacoda, mentre Leclerc si adopera in prove di partenza con gomma rossa. Sul passo gara, fa segnare un grande ritmo Max Verstappen che si attesta sull’1’22 con gomma rossa. Ottimo ritmo per le Red Bull addirittura più veloci della Ferrari di due secondi. Ad un quarto d’ora dalla conclusione seconda bandiera rossa del pomeriggio per il contatto tra Perez e Raikkonen all’uscita dalla Pit Lane. Prima dell’incidente, Lewis Hamilton aveva fatto segnare il miglior tempo in simulazione passo gara: 1’22”3. Distante due secondi sul passo gara Sebastian Vettel in 1’24. La sessione si chiude con la classifica che recita: Bottas, Hamilton, Verstappen.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio d'Italia 2020


Tag
gp toscana | gp 1000 ferrari | prove libere mugello f1 |


Commenti
- Formula1.it
Si alza il sipario su un weekend storico ed unico per la Formula 1. Lo spettacolare circuito toscano ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it