GP Turchia, prove libere: Verstappen il più veloce sul ghiaccio di Istanbul

GP Turchia, prove libere: Verstappen il più veloce sul ghiaccio di Istanbul

By:
798

Il countdown è iniziato. Si apre il weekend in Turchia con la consapevolezza che Hamilton ha il primo match point per laurearsi campione per la settima volta nella sua carriera in Formula 1. Un circuito caro al pilota britannico che, nel lontano 2006, iniziò a dimostrare il suo talento in GP2. Dopo una prima sessione “falsata” a causa di un circuito completamente bagnato e difficile da percorrere, il pomeriggio fornisce dei dati interessanti anche se influenzati dalle condizioni non ottimali della pista. Grandi protagonisti di giornata, sicuramente, i piloti di Red Bull e Ferrari che si sono sfidati in vetta alla classifica dei miglior tempi. Leggermente indietro la Mercedes con un Bottas più in palla rispetto ad un “riflessivo” Hamilton attento a studiare i dettagli della sua monoposto. La giornata di prove libere si chiude con Verstappen al comando, davanti a Leclerc e Bottas. C’è grande attesa per le qualifiche di domani. Toccherà riconfermarsi su una pista decisamente diversa rispetto alla giornata odierna. Lewis Hamilton, sicuramente, alzerà il ritmo per conquistare l’ennesima pole position. La concorrenza, però, si preannuncia agguerrita e competitiva. 


 

Prove Libere – Prima sessione

Rispetto alle gare precedenti, si scende in pista di buon mattino sul circuito di Istanbul. Un inizio molto difficoltoso, però, per i piloti come evidenziato dal team radio di Verstappen: “Sembra di essere sul ghiaccio”. Con una pista bagnata in molti punti ed un asfalto nuovo, quel che manca in questa prima sessione è sicuramente il grip. Una situazione non di facile gestione per i piloti come dimostrano i primi tempi cronometrati: Vettel va al comando in 2’01”145. L’idea, da parte degli organizzatori, di bagnare la pista per pulirla non si rivela vincente e la sessione viene interrotta con la prima bandiera rossa del weekend. Alla ripresa, ci prova Bottas a fare un giro cronometrato ma finisce fuori in curva 1. Il finlandese, al secondo tentativo, si mette al comando in 1’43”009. Migliora il suo tempo anche Vettel in 1’49. Sono tempi molto lontani rispetto ad una stima della pole position che dovrebbe attestarsi sul 1’24. Mentre proseguono i lunghi ed i testacoda da parte di diversi piloti, Max Verstappen si iscrive alla mattinata in 1’41”741. Tornando in casa Ferrari, Leclerc è al terzo posto in 1’43”297. Le due rosse girano bene ma il primo a battere il muro del 1’40 è Bottas: il pilota Mercedes fa segnare un 1’38”915. Con il passare dei minuti, la pista continua ad essere umida falsando di fatto una prima sessione con pochi dati interessanti. A venti minuti dalla conclusione, si ferma Sainz per un possibile problema elettrico alla sua monoposto. Il grande assente è proprio l’atteso Lewis Hamilton: il pilota britannico scende in pista solo a quindici minuti dalla fine. Il suo primo tentativo cronometrato è molto cauto e gli vale il diciassettesimo posto. Davanti, invece, battagliano i ferraristi con Verstappen. Leclerc si mette al comando in 1’35”507 davanti a Vettel(+0.113). A pochi minuti dalla conclusione, Albon vola al comando migliorando il tempo di Leclerc in 1’35”318. Allo stesso tempo un nuovo testacoda in pista: questa volta è il turno di Bottasa dimostrazione di un circuito ancora in condizioni pessime. La temperatura di 16 gradi non aiuta certamente il miglioramento dell’asfalto. A 36 secondi dalla fine, arriva il colpo di coda di Verstappen che si prende il primo posto: per l’olandese il tempo è di 1’35”077. La mattinata si chiude con le due Red Bull davanti a tutti seguite da Leclerc al terzo posto. In casa Mercedes: Bottas è nono mentre Hamilton quindicesimo. 

Prove Libere – Seconda sessione

Si riparte con condizioni ancora non ideali dell’asfalto. Le temperature atmosferiche, non elevate, non aiutato il circuito ad asciugarsi. Il primo a scendere in pista è Giovinazzi con l’Alfa Romeo, mentre buoni segnali arrivano da Sainzche, in mattinata, era stato costretto a fermarsi per qualche problema alla sua monoposto. Dopo i primi dieci minuti di attività in pista, Bottas guida la classifica in 1’35”107 davanti a Vettel e Raikkonen. Il pilota finlandese continua a migliorarsi in 1’34”300 nella speranza di avere maggiore grip sul circuito e poter scendere con i tempi. Su questa scia si inizia a battagliare per il primo posto: Max Verstappen si mette al comando ma viene sopravanzato dal compagno di squadra Albon in 1’31”916. La sensazione è che i piloti inizino a provarci con maggiore convinzione ad un’ora dalla fine della sessione. Proseguono i testacoda, come nel caso di Grosjean, ma i tempi continuano ad abbassarsi in attesa del primo pilota sotto il muro del 1’30. Nel frattempo iniziano i primi tentativi anche con gomma rossa: Vettel conquista un ottimo sesto posto con la nuova mescola. Di parere opposto, invece, il compagno di squadra Leclerc che lamenta problemi con le gomme soft tramite team radio. Nonostante questo, il monegasco si mette al comando in 1’30”751 davanti ad Albon ed Hamilton. 

Oltre ai problemi di grip e graining, i piloti fanno i conti anche con i tanti tempi cancellati per track limits. A meno di quaranta minuti dalla conclusione, ci pensa uno scatenato Albon a scendere sotto il muro del 1’30: il pilota thailandese, al comando, fa segnare un tempo da 1’29. Il primato gli viene scippato dal ferrarista Leclerc in 1’28”731 con gomma rossa. I tempi cominciano ad essere più indicativi e Verstappenmigliora ancora in 1’28”330.

Chi, invece, rimane a controllare gli avversari e valutare la pista è Lewis Hamilton: il pilota britannico non è nella top 3 e lamenta problemi all’anteriore destra. A venti minuti dalla conclusione, i piloti iniziano le simulazioni di passo gara. Sorprendente MaxVerstappen che, con la sua Red Bull, fa registrare un tempo di 1’31. Decisamente più lenta la Mercedes con Bottas che chiude in 1’32”4. Ottimo passo anche per le Ferrari con Leclerc e Vettel. Allo sventolare della bandiera a scacchi, il più veloce di giornata è Max Verstappen. Dietro di lui inseguono Leclerc e Bottas.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Turchia 2020


Tag
gp turchia | prove libere instanbul | max verstappen |


Commenti
- Formula1.it
Il countdown è iniziato. Si apre il weekend in Turchia con la consapevolezza che Hamilton ha il primo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it