Verstappen e Albon, domande e risposte in vista del prossimo Gp di Sakhir

Verstappen e Albon, domande e risposte in vista del prossimo Gp di Sakhir

By:
514

Max Verstappen

Il doppio podio dello scorso fine settimana per la squadra è stato una bella spinta per tutti. Com'è stato?

Sì, è passato un po' di tempo dall'ultima volta che abbiamo avuto un doppio podio ed è stato fantastico per tutti i membri del Team. 
Sono rimasto abbastanza sorpreso da quanto tempo è passato e anche che non sia successo nel 2018, visto che avevamo un pacchetto decente. Questo è quello che si vuole come Team e naturalmente al momento siamo un po' più lenti della Mercedes, ma quando commettono un errore dobbiamo essere lì per capitalizzare ed è quello che abbiamo fatto, entrambi abbiamo massimizzato tutto quello che potevamo. Anche da parte mia è stato bello tornare sul podio dopo che le ultime due gare non sono andate come previsto e ora si tratta solo di cercare di concludere la stagione con i migliori risultati possibili.


Questo fine settimana correremo su una pista diversa e più corta. Vi aspettate una gara caotica?

Con una pista così corta sarà difficile ottenere un giro pulito in qualifica, soprattutto se si tratta di circa 54 secondi. Credo che tutti in pista saranno entro i 150 metri! Penso che le bandiere blu saranno interessanti, ma i tempi sul giro dovrebbero essere un po' più vicini, quindi non mi aspetto che i distacchi siano così grandi.

Cosa intendevi con i tuoi commenti post-gara sull'incidente di Romain?

Credo che la gente abbia frainteso quello che volevo dire. Quello che cercavo di dire è che come piloti conosciamo i rischi quando saliamo in macchina e se qualcuno ha dei dubbi dovrebbe considerare di smettere di correre. Non c'è niente di male se ti senti a disagio a correre, ma noi facciamo parte di una squadra e loro contano su di noi per fare il nostro lavoro che è guidare la macchina. Se Romain non fosse scappato via, ovviamente le cose sarebbero state molto diverse domenica. Penso che negli anni '60 e '70 era molto più pericoloso e i piloti di quell'epoca andavano ancora in pista perché sapevano che era il loro lavoro ed è quello che amavano fare, anche se sapevano che il rischio di perdere gli amici intorno a loro era molto alto. La sicurezza che c'è ora è incredibile e rispetto le decisioni di ognuno, ma è così che mi sento. Nessuno vuole mai vedere un incidente del genere, ma quello che conta davvero è che Romain stia bene.


Alex Albon

Il Gran Premio del Bahrain dello scorso fine settimana ti ha visto conquistare il tuo secondo podio in F1. Quanto sei contento di questo fine settimana?

E' stato sicuramente bello tornare sul podio ed è stato anche il primo doppio podio del Team da un po' di tempo, quindi è positivo. Ma soprattutto è stata una buona quantità di punti e ora dobbiamo solo continuare così. Cosa ne pensate della revisione del tracciato di questo fine settimana e a cosa devono prestare attenzione i tifosi? Beh, stiamo correndo sullo stesso circuito in Bahrain, ma con un tracciato rivisto ed è sicuramente molto diverso. Penso che se facciamo un doppio appuntamento sullo stesso circuito, come sta avvenendo qui, allora è un'ottima idea cambiare il layout del circuito per rendere le cose più piccanti. Questo layout sarà molto particolare e credo che ci permetterà di fare delle belle gare, inoltre, con un giro così breve, sarà il maggior numero di giri che abbiamo fatto in un Gran Premio. Le qualifiche saranno molto difficili per ottenere un giro pulito e questo aggiungerà un'altra dimensione e lo renderà interessante. Ma guardando indietro a circuiti come la Turchia e il Mugello, questi circuiti "diversi" tendono a fare grandi gare, quindi speriamo che sia così questo fine settimana.

Alcuni altri piloti hanno detto che questo tracciato potrebbe creare condizioni caotiche. Qual è la sua opinione?

Non c'è molto che si possa fare oltre a stare all'erta e ad adattarsi alla situazione. Le qualifiche potrebbero essere disordinate, ma dovrebbe esserci abbastanza tempo per fare un giro ragionevolmente buono. Prima di tutto devi fare un giro pulito, ma anche non intralciare qualcun altro. Sarà complicato là fuori e solo guardando Sakhir sulla carta, lavorare con il vostro ingegnere sull'assetto della vettura e sulla comunicazione sarà fondamentale in un circuito nuovo e unico come questo. Dato che la pista è così corta non mi sorprenderei se ci fosse un treno DRS, dato che c'è poco da separare le auto in pista e non possiamo socializzare a distanza! 

La RB16 era piuttosto stabile lo scorso fine settimana, ma pensi che il cambiamento di layout potrebbe influire negativamente?

Penso che potrebbe essere più una sfida per noi questo fine settimana perché il layout è più sensibile alla potenza. Mi aspetto che con un giro così breve i tempi saranno molto vicini, quindi dovremo fare in modo di avere il set-up della vettura davvero stabile. Sappiamo che rispetto allo scorso fine settimana abbiamo cose da migliorare e quindi ci baseremo su questo fino a venerdì, sabato e continueremo a mettere a punto la macchina per la gara di domenica.

E' la penultima gara di questa condensata stagione agonistica. Come ti senti a partecipare a queste due ultime gare?

E' stata una stagione molto frenetica per tutti e stiamo finendo con una tripletta che è dura per i meccanici, ma la mia attenzione è rivolta a finire meglio possibile, e la motivazione per andare avanti e ottenere i migliori risultati possibili è forte come sempre.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Sakhir 2020


Tag
gp sakhir | dichiarazioni verstappen | dichiarazioni albon |


Commenti
- Formula1.it
Cosa intendeva dire Max Verstappen dopo l'ultimo Gp in merito a Grosjean? Quali sono le aspettative ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it