Perché la Ferrari era così veloce a Silverstone
Fino ad ora avevamo visto una Ferrari competitiva solo nei circuiti cittadini, con parecchi problemi su piste che stressano la gomma anteriore. Tuttavia, la Ferrari ha quasi vinto a Silverstone …

By:
3200

Fino ad ora avevamo visto una Ferrari competitiva solo nei circuiti cittadini, con parecchi problemi su piste che stressano la gomma anteriore. Tuttavia, la Ferrari ha quasi vinto a Silverstone, mostrando un buon passo gara. Quello che potrebbe aver aiutato la scuderia del Cavallino è una buona analisi dei problemi di gomme e le alte temperature.

A Monte Carlo la Ferrari avrebbe potuto vincere. A Baku, nonostante la pole position, era più difficile. Il GP di Francia è stato un disastro, con la Ferrari devastata da problemi con le gomme che è tornata a casa con zero punti. La somiglianza con le scarse prestazioni a Portimao ha rivelato dove la Ferrari soffre con le gomme, ovvero sui tracciati in cui il carico principale è sul pneumatico anteriore, con prestazioni che crollano velocemente.


Anche Silverstone è una pista di questo tipo. Eppure Charles Leclerc è partito dal quarto posto e ha quasi vinto il GP Inghilterra. Gli mancavano solo tre giri alla sua terza vittoria in carriera. 

Il capo della squadra Mattia Binotto ha attribuito il miracolo di Silverstone al buon lavoro analitico che la squadra aveva fatto dopo il fiasco del Paul Ricard.

"Siamo felici nonostante la sconfitta perché la squadra ha capito i punti deboli e ha reagito correttamente. Nelle ultime tre gare, la nostra velocità in gara è stata giusta".

Leclerc è d'accordo: "Al 50% di frustrazione è associata il 50% di gioia. Non mi sarei mai aspettato di correre per la vittoria qui".

La Ferrari aveva già migliorato le prestazioni in gara nelle due gare austriache. Solo che non è apparso così chiaramente nei risultati perché i piloti partivano da molto indietro e hanno dovuto lottare per tornare davanti. A quel punto Lando Norris era già imprendibile. "Nella seconda gara di Spielberg, siamo stati altrettanto veloci di Norris. L'unica differenza era che Lando aveva strada libera e i nostri piloti erano bloccati nel traffico", ha dichiarato Binotto.

Ma la differenza è stata anche che Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno sacrificato posizioni in qualifica per guidare una macchina che potesse gestire gli pneumatici in gara. Uno ha condizionato l'altro. A Silverstone, invece, Leclerc ha già mostrato i suoi artigli in qualifica e nella gara sprint con il 4 ° posto. E sarebbe stato della partita anche Sainz se non fosse sceso al 10° posto nella qualifica sprint dopo una collisione con George Russell. In gara poi è rimasto bloccato dietro Daniel Ricciardo, anche se Sainz aveva un passo decisamente migliore non è riuscito a passarlo per il vecchio problema di mancanza di velocità massima.

Il problema dei gettoni

Nella prima parte del Gp sembrava incredibile vedere Leclerc controllare il divario da Lewis Hamilton con apparente facilità. E tutto questo nonostante nel frattempo si lamentasse dei malfunzionamenti del motore, che sono stati in gran parte risolti attraverso l'intervento del muretto. "Rispondeva ad ogni mio giro veloce", ha elogiato Hamilton. Leclerc si è entusiasmato: "Con le gomme medie la macchina stava volando. Con le gomme dure è diventato più difficile, soprattutto nel traffico. L'asse posteriore non era più così stabile. Ero assolutamente al limite, ma i tempi di Lewis erano troppo veloci per noi. Tuttavia, credevo ancora di poter vincere finché non mi ha superato".

Leclerc dubita che la prestazione a Silverstone abbia risolto completamente tutti i problemi di pneumatici. "Non abbiamo ancora tutte le risposte e non siamo ancora del tutto fuori pericolo. Quando avremo capito tutto, sarà un grande passo per noi. Solo allora saremo in grado di fornire costantemente quelle prestazioni".

A Silverstone, il calore ha aiutato. Le alte temperature dell'asfalto e le curve veloci hanno fatto sì che le temperature sul battistrada e sulla carcassa del pneumatico non divergessero troppo.

Leclerc dovrà aspettare fino al 2022 per una soluzione completa del problema. C'erano limiti a ciò che la Ferrari poteva fare per risolvere i problemi di pneumatici che erano già evidenti nel 2020. A causa del regolamento, gli ingegneri hanno potuto migliorare solo una parte della vettura. Hanno scelto la parte posteriore per ragioni aerodinamiche. Per una migliore gestione delle gomme anteriori, la Ferrari avrebbe avuto bisogno di modifiche all'asse anteriore e ai cerchi. Ma i gettoni erano già stati investiti altrove.

17 punti in più rispetto alla scorsa stagione

Nonostante i 26 punti, la Ferrari ha preso solo quattro punti sulla McLaren. Il rivale britannico ha ancora un cuscino di 15 punti. Binotto cerca di minimizzare l'importanza del terzo posto, preferendo puntare al quadro generale. "Dopo dieci gare abbiamo 17 punti in più rispetto a tutta la stagione 2020. Questo dimostra che siamo sulla strada giusta".

Come nella corsa al titolo, la battaglia per il terzo posto si riduce a cogliere tutte le possibilità ed evitare gli errori. A Silverstone, la Ferrari ha sfruttato meglio il potenziale della sua auto rispetto alla McLaren. Le scuderie hanno commesso errori simili ed entrambe hanno avuto un cattivo pit stop che a Lando Norris è costato il 3° posto su Valtteri Bottas, a Carlos Sainz il 5° su Ricciardo. Lo spagnolo aveva già il vantaggio per uscire davanti ma ha perso 12,8 secondi durante il cambio gomme. Un problema con la pistola anteriore sinistra, ha riferito Binotto.

Alla fine, Leclerc ha salvato il secondo posto per la Ferrari. Il duello con Hamilton alla Copse è stato una copia del duello con Max Verstappen ma con un risultato diverso. Perché Leclerc ha dato al suo avversario lo spazio per passare.
"Sapevo che Lewis era accanto a me. Ecco perché ho preso un'altra linea. Se non avessi sbandato per un attimo, sarei rimasto davanti anch'io". Hamilton ha usato l'episodio per una frecciatina a Verstappen. "Nel duello con Charles, entrambi abbiamo perso il controllo per un momento. Questo dimostra che si può superare la curva senza incidenti".

Foto Scuderia Ferrari Facebook 

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Gran Bretagna 2021


Tag
prestazioni ferrari | britishgp |


Commenti
- Formula1.it
Fino ad ora avevamo visto una Ferrari competitiva solo nei circuiti cittadini, con parecchi problemi ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it