Gp Turchia - Gara - Vince Bottas
By:
2168

Piove per tutta la mattina sul circuito di Istanbul ed anche se il meteo ostile offre una lunga tregua prima della partenza del Gran Premio, le monoposto si schierano in griglia con gomme intermedie su una pista molto bagnata e che fatica ad asciugarsi.

La partenza, che nella passata stagione era stata caotica, quest'anno è molto più tranquilla con solo un contatto tra Alonso e Gasly che manda lo spagnolo in ultima posizione e costa anche una penalità di 5 secondi per il pilota AlphaTauri. Tutti gli altri mantengono con ordine la posizione, incluso il poleman Valtteri Bottas che non deve difensersi dagli attacchi di Verstappen e Leclerc.

Nei primi 15 giri la pista resta molto bagnata e nessuno valuta di passare su gomme slick. La pista è scivolosa, ma molto meno dello scorso anno grazie al trattamento effettuato sulla superficie dell'asfalto. In queste condizioni ci sono comunque alcuni piloti che vanno fortissimo, tra questi Hamilton che recupera rapidamente fino alla quinta posizione e Carlos Sainz che dal fondo si porta fino alla zona punti con una serie di ottimi sorpassi.


In questa fase il ritmo dei primi tre è molto simile, con un distacco tra Bottas, Verstappen e Leclerc che si mantiene sempre entro i 5 secondi. Più lento invece Perez che sa che alle sue spalle sta arrivando un indemoniato Lewis Hamilton e sa che la squadra si aspetta che faccia da tappo per frenarne la rimonta.

Il primo a rientrare ai box è Daniel Ricciardo che torna in pista ancora con gomme intermedie, scelta che inizialmente non sembra pagare con i suoi tempi che sono anche più lenti di chi ha intermedie usate, e quindi quasi slick, su una pista che lentamente si sta asciugando.

Nel frattempo arriva il testacoda di Tsunoda che commette un errore che rovina parzialmente il suo buon weekend finendo in P13.

E' il giro 32, oltre la metà dei 58 giri previsti, quando Alonso rientra ai box per scontare una penalità di 5 secondi per un contatto con Mick Schumacher (gara rovinata), e sebbene la pista sia asciutta per lunghi tratti, delle gocce di pioggia in alcune curve spingono Alpine a scegliere di montare ancora gomme intermedie nuove.

Arrivato alle spalle di Perez, Hamilton accusa maggiori difficoltà ad effettuare il sorpasso con il messicano molto abile ed aggressivo in difesa, per la gioia del muretto Red Bull che vede concretizzarsi la sua strategia in ottiva mondiale.

In questa fase le intermedie nuove di Alonso e Ricciardo cominciano a funzionare meglio e quindi la Red Bull decide di agire subito chiamando ai box Max Verstappen per tentare undercut su Bottas. Reagisce subito anche la Ferrari richiamando Sainz che però ha un pit stop lento a causa di una gomma che non si vuole fissare e del traffico in pitlane. A questo punto infatti rientrano quasi tutti, da Bottas a Vettel che è l'unico però a scegliere di tornare in pista con gomma slick (media), ma è una scelta che non paga con il 4 volte campione del mondo in grandissima difficoltà e costretto a rientrare nuovamente per montare le slick.

Non si ferma invece Charles Leclerc che diventa quindi momentaneamente leader della corsa nel tentativo di andare fino alla fine, con tempi che però sono più alti di chi lo insegue. Stessa strategia che sembra scegliere Hamilton che richiamato ai box al passaggio 42 di 58 chiede "perchè?" e non rientra ai box.

Sainz nel frattempo ha recuperato su Ocon dopo la sosta molto lenta e tenta subito l'attacco che gli riesce prendendo la P8.

Anche Bottas si è rapidamente incollato a Leclerc, che chiede via radio in che posizione arriverebbe se si fermasse in quel momento, con il muretto che risponde "se tieni dietro Bottas sei primo". Ma il pilota Ferrari nulla può sull'attacco della Mercedes di Bottas con gomma nuova, e dai box decidono quindi di richiamarlo ai box. Leclerc rientra in pista alle spalle di Hamilton che però non si è ancora fermato e via radio chiede ai box di scaldare le gomme slick morbide, altrimenti non si fermerà. Il box però non lo ascolta, lo fa rientrare per montare ancora gomma intermedia nuova, ed Hamilton rientra in pista in P5 alle spalle di Perez.

Leclerc con gomma intermedia nuova non si trova nelle condizioni migliori, forse per del graining o forse perchè le condizioni sono quasi da asciutto ed alle sue spalle Perez ha intermedie già in temperatura e lo attacca e lo supera agevolmente. Stessi problemi per Hamilton che viene rapidamente raggiunto da Gasly e Norris, ma Lewis resiste il tempo necessario per far tornare in vita le sue gomme e mantiene la posizione.

Vince Valtteri Bottas, una gara ottima per il pilota finlandese che consente alla Mercedes di mantenere il distacco nel campionato costruttori. Dietro di lui le due Red Bull con Verstappen che grazie al secondo posto porta a sei punti il suo vantaggio su Hamilton.

Solo quarto Leclerc che paga una timing non ottimale per l'unica sosta ai box di oggi.

Grande gara di Sainz che chiude in ottava posizione con una bellissima rimonta dall'ultima fila che consente alla Ferrari di ridurre il divario con Mclaren per il terzo posto nella classifica costruttori, adesso solo di 8 punti. 

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Turchia 2021


Tag
turkishgp | gp turchia gara |


Commenti
- Formula1.it
Gara emozionante su un circuito che non si è mai asciugato. Tutti i piloti sempre su gomme intermedie ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it