Gp USA - Le pagelle
Gara tirata, giocata sui millesimi, decisa dalle strategie e dalla gestione gomme, dall'esito incerto sino all'ultima curva e non priva di azione: questo il GP degli Stati Uniti. Analizziamo allora il rendimento di team e piloti con le nostre pagelle.

2845

Pista o non pista, pioggia o non pioggia, lo spettacolo e gare di assoluto livello sono cosa certa in questa stagione 2021 di Formula Uno.
Non fa eccezione il Gran Premio degli Stati Uniti, ad Austin in Texas che, dopo un anno di assenza dal calendario causa Covid ha regalato ai fan della F1 un GP emozionante, tirato e incerto sino all'ultimo giro.

Una gara, come detto, spettacolare, ricco di pathos, giocata sul ritmo, sulla gestione gomme e sui pit stop, che ha consegnato la vittoria alla Red Bull di Max  Verstappen, che va a confermare una grande forma del team Anglo-Austriaco, sul circuito USA, dove si è tornato a gareggiare, dopo l'edizione 2019.

Il diciassettesimo round stagionale ha riservato un bel rimescolamento, in termini prestazionali, dei vari team di centro classifica, consegnandoci una Ferrari in gran forma, capace quasi di lottare per il podio, su una pista dove non mancano né le curve veloci e nemmeno gli allunghi importanti.
Contemporaneamente, si è vista una Red Bull nella condizione di macchina da battere, performante in ogni scenario, capace di rimettersi alle spalle il team Mercedes.
Al contempo, il team di Toto Wolff ha interpretato il ruolo di inseguitore, a dispetto delle caratteristiche del tracciato che, sulla carta, dovevano arridere al team della stella.
Infine, dal Texas, emerge una McLaren opaca, incapace di primeggiare sul midfiel, in particolar modo su Ferrari.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista è stata di livello, in termini di sorpassi ma soprattutto in termini di ritmo gara e di tattica, sin dall'inizio e tale da produrre una gara da vivere con il fiato sospeso sino all'ultima curva.
Svolte queste premesse, andiamo allora ad analizzare il rendimento di team e piloti, durante il Gran Premio degli Stati Uniti, con le nostre pagelle.

 


Mercedes: 8.5

Non hanno la miglior macchina in griglia, dunque perdono pole e vittoria a scapito della Red Bull. A complicare le cose ci pensa anche una gestione di gara tutt'altro che inappuntabile. Per vincere il titolo urge correggere il tiro.

Hamilton: 9
Con la macchina che ha tra le mani fa il massimo ed anche di più. Scatta magistralmente secondo e gira primo alla prima curva. Il team gli complica la gara con una tattica discutibile ma lui lotta fino all'ultima curva. Davvero, non può recriminarsi nulla.

Bottas: 6.5
Fine settimana con handicap per Valtteri, causa sostituzione della PU. Quarto in qualifica, nono al via e anonimo per gran parte di gara. Solo nel finale si accende e chiude sesto, senza infamia e senza lode.

 

Red Bull: 10

Ottimo weekend per il team Red Bull, capace di tornare ad essere la macchina da battere, in grado di centrare pole e vittoria, grazie anche ad una gestione di gara eccellente.
Vittoria in pista, ma anche psicologica, ai danni di Mercedes, causa pista pro Stoccarda.

Verstappen: 10
Super tre giorni per Max, autore di pole e vittoria. Al via perde la testa della gara ma non la sua testa, gestendo alla grande la gara e aiutando il team con la strategia. Vittoria dal peso specifico davvero importante per L'Olanedese.

Perez: 8.5
Questo è il tipo di weekend che ci si aspetta dal Checo Perez: solido in qualifica, strategico in gara, capace di massimizzare il bottino di punti per il team e di disturbare la gara dei rivali Mercedes. Davvero bravo.

 

Ferrari: 8.5

Gran bella prestazione per la SF21 ad Austin, sia in qualifica che in gara, che conferma il trend positivo imboccato da Maranello, su una pista sulla carta sfavorevole. Passo solido, buona gestione gomme e, ancora una volta, buone risposte dalla PU che, finalmente, è davvero competitiva.

Leclerc:  9
Grande qualifica e grande gara per Charles che non perde occasione per estrarre il massimo da una pimpante Ferrari, su una pista non affine. Buon passo e tyre management, arriva quasi ad impensierire Perez per il podio.

Sainz: 8
Gara dopo gara dimostra di essere un pilota completo, "passista" quando necessario e aggressivo quando serve. Gara in lotta con le Mclaren per Carlos, compromessa da un pit stop lento e da un contatto nel finale, che lo vede settimo che, tranquillamente poteva essere quinto.

 

Mclaren: 6

Fine settimana senza acuti per il team di Woking, capace di piazzare entrambe le macchine in Q3 e in top10, ma complessivamente dietro alla Ferrari che, per la lotta al terzo posto nei costruttori, non è l'ideale. Sembrano in leggera flessione.

Norris: 5.5
Fine settimana senza infamia e senza lode per Lando, incapace di lampi ma senza commettere errori in un GP in cui la sua vettura non è al top. Chiude ottavo, dietro a Carlos Sainz e battuto da Daniel Ricciardo.

Ricciardo: 7
Buona prestazione per Daniel che, per tutto il weekend si mette alle spalle il team mate Lando Norris e battaglia a viso aperto con le Ferrari. Alla fine è quinto, dietro Leclerc ma davanti a Sainz.

 

Aston Martin: 6.5

Gara a due facce per il team Aston, capace di piazzare solamente una delle due vetture in zona punti. A differenza delle scorse gare, tornano pimpanti e soprattutto non sbagliano le tattiche di gara. Avanti di up e down, pensando al 2022.

Vettel: 7.5
Dopo una serie di gare complesse, Seb torna a fare bene ad Austin, rendendosi autore di una gara solida, senza errori e con una strategia audace che, dal fondo della griglia (causa sostituzione della PU) lo riporta in top10.

Stroll: 5.5
Bene in qualifica, non tanto in gara. Questo potrebbe essere il riassunto del GP di Stroll che, dopo un contatto con Latifi in curva uno, poco può se non tentate di risalire quanto più possibile per portare la macchina al traguardo.

 

Alpine: 4

Weekend da dimenticare per il team Francese, compromesso sin dal Venerdì da problemi di affidabilità e annesse penalità.
Alla fine, entrambe le vetture sono K.O. per problemi di affidabilità, portando a casa zero punti.

Alonso: 7
Parte dal fondo causa cambio motore. Nei primi giri lotta come un leone, regalando spettacolo e grandi sorpassi, sino a lottare per i punti. Alla fine però è out, causa cedimento dell'ala posteriore, dovuto ai bump del tracciato Americano.

Ocon: 6
Fine settimana poco valutabile per il Francese che, dopo una buona partenza, è costretto ad un pit anticipato per danni all'ala anteriore. Pochi giri dopo però è costretto al ritiro per problemi meccanici, terminando così un fine settimana davvero negativo.

 

Alpha Tauri: 6.5

Continuano a dimostrarsi davvero solidi a centro gruppo, capaci di entrare in Q3 e competere per la zona punti. Peccato per i problemi di affidabilità che non consentono di mettere due macchine in zona punti, sfruttando la giornata nera della Alpine.

Gasly: 6.5
Buon fine settimana sin dalle qualifiche, per Pierre, che mostra un'ottima velocità per tutti e tre i giorni. Arrembante nei primi giri di gara, è costretto allo stop dopo pochi giri a causa di noie alla sospensione posteriore. Peccato.

Tsunoda: 7
Importanti segnali di vita, sono quelli mostrati dal giovane Tsunoda in questo GP, per la prima volta davvero convincente da inizio anno. Bene in qualifica, dove è in Q3 e in gara dove lotta con coraggio nei primi giri, per poi chiudere saldamente a punti.

 

Alfa Romeo Racing: 6

Così come in Turchia, il team Alfa mette in pista una buona vettura, incapace però di piazzare la zampata per entrare in top10. I piloti non sbagliano, chiudendo appena fuori dalla zona punti.

Raikkonen: 5.5
Tutto bene, sino a pochi giri dalla fine: questo il weekend di Kimi. Male in qualifica, KR7, che è dietro ad Antonio Giovinazzi, bene invece nella prima parte di gara, dove lotta con la Alpine di Alonso e non solo, sino ai margini della zona punti. L'errore finale, però, lo porta a finire 13esimo.

Giovinazzi: 6
Con la vettura che ha tra le mani, poco può se non confrontarsi con il compagno di squadra. Batte Kimi sia in qualifica che in gara, sfuttando però il brutto errore di Kimi nel finale. Malgrado tutto però, lotta con coraggio per gran parte di gara, termindo ad una manciata di secondi dai punti.

 

Haas: 6

Come sempre navigano nelle retrovie, lottando per le ultime due posizioni, sia in qualifica che in gara, dove portano entrambe le macchine al traguardo. Vista la stagione che stanno affrontando, questo è il massimo che possono ottenere.

Schumacher: 6.5
Come sempre non sbaglia, è davanti a Mazepin in qualifica e in gara.
Con la vettura che ha tra le mani, può solo lottare con il compagno di squadra che, come sempre, si mette alle spalle, facendo il massimo che può.

Mazepin: 5.5
Fine settimana "piatto" per il Russo, senza lampi e senza errori. Battuto in qualifica, cosi come in gara, da Mick Schumacher, dimostrandosi lievemente inferiore rispetto al Tedesco, confermando un trend ormai consolidato in questa stagione.

 

Williams: 5.5

Dopo la super estate di cui è stato protagonista, il team di Grove torna nelle retrovie come ad inizio anno. Male in qualifica, così come in gara. Speriamo sia un momento no che non andrà a compromettere il trend davvero positivo, recentemente imboccato.

Russell: 6
Fine settimana non certo esaltante per George, sia un qualifica, dove è ultimo, causa sostituzione della power unit, sia in gara dove termina P14, appena davanti a Latifi.

Latifi: 6
Continua a lavorare bene, confermando la sua concretezza. Non sfigura ai danni di Russell, ma in gara non è impeccabile. Sbaglia alla prima curva, centrando Stroll, perdendo svariati secondi che però, va detto, recupera con grande consistenza, sino a chiudere P15, appena dietro Russell.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio Stati Uniti 2021


Tag
Usgp | Austin pagelle | gp usa pagelle |


Commenti
-
Formula1.it

Gara tirata, giocata sui millesimi, decisa dalle strategie e dalla gestione gomme, dall'esito incerto ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it