Quando credevamo di aver sentito tutto sono arrivati i complimenti di Brawn a Masi
Tanti gli episodi controversi nel corso di questa stagione. Non vogliamo condannare a prescindere chi dirige le gare, ma come si fa ad essere contenti della recente gestione?

Sono stati tanti gli episodi controversi che si sono verificati nel corso della stagione 2021 (che si concluderà domenica ad Abu Dhabi). Fare un elenco sarebbe difficile, quasi impossibile, così come ricordali tutti a memoria. Quel che resta, però, è la sensazione che molti di questi episodi siano stati giudicati in maniera alquanto discutibile da chi è chiamato a dirigere le gare. È il caso, ad esempio, di quello che è accaduto qualche giorno fa in Arabia Saudita, teatro della penultima prova del Mondiale. Sia per quanto riguarda la famosa "trattativa" in occasione della seconda ripartenza, sia per quanto riguarda l'ennesimo incontro-scontro tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, con l'olandese penalizzato di 15 secondi (10 a gara finita) e di due punti sulla patente per... essere stato tamponato dal suo sfidante.  


Due decisioni che hanno suscitato infinite ed accese polemiche. Due decisioni a parer nostro sbagliate. La seconda, in particolare, sa anche abbastanza di presa in giro visto che non ha determinato alcuna conseguenza ai fini dell'ordine d'arrivo (che senso ha?). Che Masi abbia fatto come gli arbitri quando prima danno un rigore che non c’è e poi vogliono rimediare? Compensando, è matematico, si sbaglia due volte. 

Ma secondo Ross Brawn va tutto bene...

Le parole di Ross Brawn

A riguardo, queste le parole di Ross Brawn, direttore generale e responsabile sportivo della Formula 1:

"Mi piacerebbe complimentarmi con la FIA e con Michael Masi per aver ben gestito una gara estremamente complessa. So che alcune persone pensano che diverse decisioni siano state controverse, ma non per il sottoscritto. La situazione creatasi con Max e Lewis alla ripartenza, quando Michael ha raccomandato a Verstappen di retrocedere alle spalle di Hamilton ed Ocon, è stata gestita bene come una valida alternativa alla segnalazione ai commissari, i quali avrebbero potuto procedere con una penalità di tempo. Penso che Masi abbia affrontato la circostanza in modo pragmatico. È un tipo di circostanza che si verifica più volte nel corso di una gara: se un pilota supera un concorrente, o si difende da quest’ultimo scorrettamente, è il Direttore di Gara a dire alla squadra di cedere la posizione. A molti è sembrato che Michael stesse facendo una sorta di accordo, ma non era così. È semplice: o si accetta la decisione del Direttore di Gara, con una conseguenza già nota, o si passa l’analisi agli stewards".

Adesso, lungi da chi scrive voler condannare a prescindere l'operato di chi è chiamato a prendere decisioni complicate. Anzi, di base non siamo proprio interessati a farlo. Il rispetto per gli addetti ai lavori viene prima di tutto, la tensione in alcuni momenti è tanta e sbagliare è umano. Ma come si può, a giorni di distanza, fare un discorso del genere? Brawn non si è accorto che la condanna è stata praticamente unanime?

Se ne sono dette di ogni nelle ultime ore. Credevamo di aver sentito tutto, poi sono arrivati i complimenti di Brawn a Masi...

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio dell'Arabia Saudita 2021


Tag
brawn | formula 1 | fia | masi | gp arabia saudita |


Commenti
-
Formula1.it

Tanti gli episodi controversi nel corso di questa stagione. Non vogliamo condannare a prescindere chi ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it