Giovinazzi: Esco dalla F1 a testa alta, non sono l'unico ad aver perso il posto per i soldi

Antonio Giovinazzi, ex pilota dell'Alfa Romeo, ha lasciato la scuderia dopo tre stagioni, raccogliendo 21 punti in totale. Il miglior risultato resta il quinto posto nel GP del Brasile del 2019. La Formula 1, dunque, resta senza piloti italiani. Al suo posto è stato ingaggiato il giovane cinese Guanyu Zhou, spinto da ricchi sponsor asiatici. Il pilota pugliese, però, resterà in F1 come terzo pilota Ferrari; ruolo che dividerà con il pilota della Haas, Mick Schumacher. Giovinazzi ha raccontato la sua esperienza in Formula 1 ai microfoni del Corriere della Sera.

Giovinazzi sull'addio all'Alfa Romeo e l'arrivo di Zhou

"Eppure questa era stata la mia migliore stagione in F1, al di là della classifica. È il brutto di questo sport, purtroppo è sempre stato così. Spero di potermi ricredere in futuro: se penso da dove partivo e dove sono arrivato. Purtroppo c'è delusione. Mesi difficilissimi. C’erano voci sempre più forti su di me. Io ho sempre cercato di tenerle lontane, ma stavolta non era facile. Perciò sono contento di come ho reagito, esco dalla F1 a testa alta". Poi sul cinese Zhou: "Fortunato lui che ha l'appoggio dello stato cinese. Anche se poi i punti della superlicenza di F1 li ha ottenuti da solo. È vero, ora ci sono piloti che decidono le politiche finanziarie di intere squadre. Ma non sono l’unico ad aver perso il posto per questo".


Sulla prossima esperienza in Ferrari

"Non è un addio ma un arrivederci. Nel frattempo continuerò a correre, in Formula E con il team Dragon, e poi sarò al servizio della Ferrari. È un grande impegno, è la squadra che mi ha dato tutto".

Sull'Alfa Romeo

"Perché avrebbero dovuto osteggiarmi? Non lo so, e non ci voglio pensare: l’obiettivo era portare a casa più punti possibile. In Messico mi sono sfogato, ero dispiaciuto per non aver raccolto quanto meritavamo. Ma ormai non conta più niente. Conta solo essere arrivato alla fine senza rimpianti".

Su Verstappen, Hamilton e Raikkonen

"Verstappen ed hamilton sono simili, molto aggressivi entrambi. Una stagione storica. Ad Abu Dhabi mi è dispiaciuto ritirarmi, ma almeno dai box mi sono goduto l’ultimo giro. Meritavano il titolo tutti e due. Raikkonen? È sempre stato il compagno di squadra ideale, ma anche prima nel 2007 quando gli preparavo la macchina al simulatore della Ferrari ci eravamo trovati subito. Che strano: il campione del mondo 2007, che avevo visto trionfare dal divano di casa insieme a papà, ci ho corso accanto. Sempre leale, sempre fondamentale per la mia crescita. Ci risentiremo".

Giudicate positivamente le tre stagioni di Giovinazzi in Formula 1?

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Abu Dhabi 2021


Tag
formula 1 | alfa romeo | giovinazzi | zhou | raikkonen | verstappen | hamilton |


Commenti
-
Formula1.it

Il pilota italiano ha perso il posto in Alfa Romeo a causa dell'ingaggio del giovane pilota cinese Zhou, ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it