La Ferrari vuole tornare a stupire come nel 2017, preziosa l'esperienza di Byrne: il motivo

La Ferrari nel 2022 vuole tornare a stupire. L’ultima volta c’era riuscita nel 2017 e nel 2018, facendo scuola con macchine che avevano soluzioni aerodinamiche poi riprese perfino dalla Red Bull del mago Adrian Newey. L’obiettivo è lo stesso quest’anno, approfittando della grande rivoluzione nei regolamenti che ha obbligato tutte le squadrearipartire dal foglio bianco per disegnare le vetture che vedremo al via in Bahrain il 20 marzo. Secondo quanto riporta l'edizione odierna della Gazzetta dello Sport, la Ferrari ha adottato lo stesso approccio innovativo che fu alla base del progetto della SF70H e della monoposto successiva, entrambe in grado di sfidare la Mercedes di Lewis Hamilton per buona parte della stagione. E l’ottimo precedente di allora, quando erano state reintrodotte le gomme larghe in F1 obbligando gli ingegneri a uno sforzo di creatività, fa ben sperare. "La vettura del 2022 è la più aggressiva, in termini di approccio, fra quelle recenti", dicono a Maranello.


Ferrari 2022, l'esperienza di Byrne può essere decisiva

Le nuove norme volute da Fia e Liberty Media per favorire i duelli ravvicinati e i sorpassi sono in realtà molto restrittive. Le ali, il telaio e la geometria del fondo si somiglieranno da vettura a vettura. Ma l’aspetto della carrozzeria potrà essere assai diverso, e anche molto bello, a quanto si dice. Lo stesso vale per la disposizione degli organi interni. Pare che la Ferrari abbia spinto molto la ricerca sul carico aerodinamico e il bilanciamento. La competitività della Ferrari 2022, inoltre, dipenderà molto anche dalla nuova power unit. Lo stesso vale per l’utilizzo delle nuove gomme Pirelli da 18 pollici, un’incognita per tutti. Il punto interrogativo più grande, però, è legato ai concetti stessi del regolamento attuale. Pochissimi degli ingegneri oggi presenti nelle squadre di F1 hanno mai lavorato sulle vetture a effetto suolo. Alla Ferrari c’è il super consulente Rory Byrne che porta l’esperienza degli anni 80, ma i confini a cui si potrà arrivare con lo sviluppo odierno sono inesplorati.


Tag
ferrari | ferrari 2022 | byrne | f1 2022 | formula 1 |


Commenti
-
Formula1.it

La Ferrari che affronterà il campionato F1 2022 può fare scuola tra le altre scuderie con un progetto ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it