Anteprima GP Australia - Pirelli - Layout rivisitato e asfalto liscio le cause del salto di mescola

La Formula 1 vola a Melbourne per la terza tappa del mondiale 2022. Sono due anni che il Circus non visitava l’Albert Park e in questo periodo gli organizzatori hanno deciso di apportare delle interessanti modifiche che hanno reso il tracciato molto più veloce rispetto al passato. Tra gli obiettivi quello di migliorare l’azione e di creare più opportunità di sorpasso per i piloti (qui i dettagli).

Pirelli per l’occasione ha deciso di fare una nomination del tutto particolare scegliendo la C2 come mescola Hard, la C3 come Medium e la C5 come Soft. Il salto rappresenterà una vera e propria novità dal momento che la casa della P Lunga non aveva mai portato in Australia una gomma più morbida della C4.


Indicazioni Pirelli

È la prima volta che il tracciato viene interessato da dei lavori di ristrutturazione dal 1996, anno del suo debutto. Nel 2022 i piloti correranno dunque su un nuovo layout completamente riasfaltato. Trattandosi di un tracciato temporaneo, l’asfalto dell’Albert Park risultava solitamente piuttosto irregolare e i lavori potrebbero aver migliorato questo aspetto.

Secondo i tecnici Pirelli il manto stradale dovrebbe offrire un’aderenza abbastanza scarsa (pari a 2 punti su 5) con dei livelli ragionevolmente contenuti di abrasione. Ci si attende dunque un’usura moderata. La pista sarà probabilmente molto "verde" e scivolosa all'inizio del weekend, il che comporterà un alto grado di evoluzione di sessione in sessione.

Godere di una buona trazione giocherà un ruolo importante. Le forze laterali e il carico aerodinamico richiesto sono nella media con lo stress sugli pneumatici che farà registrare un punteggio di 3 punti su 5.

Le considerazioni di Mario Isola

“Rispetto al passato, e con i piloti che non hanno corso a Melbourne per due stagioni, quest'anno arriviamo all’appuntamento australiano con alcune incognite: innanzitutto il layout del circuito è stato pesantemente rivisto per favorire i sorpassi e, di conseguenza, c'è anche un asfalto nuovo che dovrebbe essere abbastanza liscio" ha affermato il direttore motorsport della casa della P Lunga. "Ciò comporterà dei livelli di aderenza molto bassi all'inizio, con un alto grado di evoluzione previsto nel fine settimana e una superficie estremamente scivolosa in caso di pioggia.”


Faremo tappa a Melbourne un paio di settimane più tardi rispetto al passato (generalmente si era soliti andarci a metà marzo), ora l'autunno è già iniziato nell'emisfero australe quindi le condizioni climatiche potrebbero essere variabili. Infine, ma non meno importante, quest’anno c'è una generazione completamente nuova di auto e pneumatici con cui i piloti stanno ancora cercando di prendere confidenza" ha proseguito.

“Per tutti questi motivi, team e piloti avranno molto lavoro da fare nelle sessioni di prove libere. Abbiamo deciso di optare per il salto di mescola nella nomination perché nei test di sviluppo abbiamo notato un divario di prestazioni relativamente piccolo tra le mescole C3 e C4 e crediamo che Albert Park, con asfalto e layout nuovi, sia un buon circuito per provare questa opzione”.


Foto: Twitter, Pirelli, Formula1

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Australia 2022


Tag
australiangp | melbourne | f1 | stagione 2022 | albert park | pirelli | isola |


Commenti
-
Formula1.it

La Formula 1 vola a Melbourne per la terza tappa del mondiale 2022. Sono due anni che il Circus non ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it