Horner scioglie le riserve: nel 2026 vedrete un nuovo costruttore in Red Bull Powetrains

Si sta avvicinando sempre di più il momento della messa in funzione del nuovo reparto Powertrains del team Red Bull. Come sappiamo la squadra austriaca ha preso in custodia i motori preparati dalla Honda a Sakura e grazie al supporto dei nipponici sta lentamente procedendo con la messa in funzione dell’impianto di Milton Keynes.

Il trasferimento delle strutture è stato avviato all’inizio del 2022 e, secondo quanto riferito da Horner, il reparto entrerà in funzione entro la fine del prossimo mese, con il primo motore realizzato in fabbrica che inizierà a girare non più tardi di dicembre: Ci trasferiremo nella nostra nuova struttura a maggio. Il primo motore Red Bull inizierà a funzionare al banco prova entro la fine dell'anno riporta ‘GpFans.com’.


Con le power unit congelate fino a tutto il 2025, gli aggiornamenti che il team apporterà sui propulsori Honda non saranno di grandissima entità in questo periodo, ma la squadra guarda avanti, al 2026. Data per la quale il team principal ha dichiarato apertamente di voler debuttare come costruttore.

Red Bull subentrerà in qualità di nuovo costruttore dal 2026

“Il progetto è super eccitante. Abbiamo attratto alcuni talenti fenomenali per questo nuovo capitolo. Il 2026, anche se lontano è più vicino di quanto sembri. La spesa a livello economico, per un nuovo arrivato è abbastanza ragionevole attualmente. Parliamo di 10 milioni di dollari per i primi due anni e di 5 milioni nel terzo, ed è questa la cifra che spenderemo come Red Bull Powertrains per essere presenti nel 2026 ha dichiarato il manager britannico.

Sappiamo tutti dello stato delle trattative tra Porsche e Red Bull. La casa austriaca, però a quanto pare non sta cercando un motorista, ma un vero e proprio partner, disposto a lavorare assieme e a mettere le proprie conoscenze a disposizione del team di F1. Il reparto Powertrains non è stato creato per poi esser smantellato da qui a 4 anni. Red Bull vuole produrre dei motori in casa, proprio come Mercedes, Ferrari e Renault, ma per farlo le occorre aiuto. Il gap, a livello di know-how sarebbe difficile da colmare...


“Ovviamente, non possiamo pretendere di esser subito a livello dei nostri concorrenti che vantano 70 anni di investimenti alle loro spalle. Quindi sperare di avere una struttura perfettamente competitiva entro i prossimi otto-nove mesi non è realistico. Si tratta di un aspetto che dobbiamo considerare, ma per quanto riguarda il nostro livello di preparazione, siamo sicuramente in linea sulla tabella di marcia” ha concluso.

Foto: Red Bull


Tag
red bull powertrains | honda | red bull | horner | power unit | f1 | stagione 2022 | stagione 2026 |


Commenti
-
Formula1.it

Si sta avvicinando sempre di più il momento della messa in funzione del nuovo reparto Powertrains del ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it