Red Bull, test decisivo per il DRS a Baku: «Problema risolto, ma sarebbe sciocco rilassarsi»
Tempo di lettura: 2 minuti

Nonostante la Red Bull venga da quattro vittorie consecutive, dobbiamo ricordare che la cavalcata di Max Verstappen verso la prima posizione ottenuta durante il GP di Spagna non è stata sicuramente tranquilla e priva di imprevisti. Il team austriaco aveva introdotto un importante pacchetto d’aggiornamenti che oltre ad aver ridotto sensibilmente il peso della RB18, aveva per contro anche indebolito la struttura dell’ala mobile presente sulla vettura di Verstappen (Perez non godeva dell’upgrade), non permettendo a Max di poter usufruire del DRS sia in Q3 che durante gran parte della gara catalana.


Dopo aver approfittato di una settimana di pausa e del weekend monegasco (in cui il team è potuto tornare momentaneamente alla vecchia specifica data la scarsa influenza dell’effetto peso tra le stradine del Principato), il capo tecnico della Red Bull ha potuto confermare di aver risolto tutti i problemi in vista dell’appuntamento azero, tappa in cui, dato il lungo rettilineo di 2,2 km, l’ala mobile tornerà a giocare un ruolo decisamente più importante.

Red Bull, GP Spagna 2022, RB18

Problemi risolti

“Credo che, volendo essere onesti, il problema riscontrato con il sistema DRS ce lo siamo autoinflitto”, ha affermato Paul Monaghan ad ‘Autosport.com’. “Abbiamo imparato delle lezioni piuttosto dolorose. Adesso possiamo tirare un sospiro di sollievo. Fortunatamente possiamo contare su delle persone molto intelligenti che hanno condotto un ottimo lavoro di controllo e ricerca che ci ha permesso di risolvere il problema in dei tempi piuttosto brevi”.

Fiducia in vista della tappa azera

“Ovviamente le sfide riguardanti il dispositivo DRS cambiano da tracciato a tracciato con diverse velocità di apertura, tempi di attesa e condizioni d’utilizzo”. Il tecnico della Red Bull può dirsi dunqueFiducioso in vista dell’Azerbaijan. Abbiamo imparato tanto dal weekend spagnolo. La parte irritante è stato venire a conoscenza di quei problemi tra qualifica e gara, ma facciamo tesoro degli insegnamenti appresi e andiamo avanti”.

Red Bull, Verstappen, GP Spagna 2022


Sarebbe sciocco rilassarsi

In Azerbaijan l'ala sarà dunque sottoposta ad una vera e propria prova del nove: A Baku dovremo affrontare sfide diverse. Mentre a Monaco l’ala mobile veniva aperta mentre l’auto aveva una velocità di 160 km/h, a Baku lo si farà intorno ai 300 Km/h. Capite bene che non si tratta tanto del peso dell’ala in sé, ma del carico aerodinamico a cui è sottoposta. Sappiamo dove abbiamo sbagliato, l’abbiamo aggiustato e ora siamo in una buona posizione, ma sarebbe sciocco da parte nostra adagiarsi sugli allori”, ha conlcuso Monaghan.

DRS-Red Bull, Horner avvalora la teoria di Marko: «Siamo stati troppo ambiziosi»

Foto: Red Bull Racing

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Azerbaijan 2022


Tag
monaghan | verstappen | perez | red bull | f1 | formula1 | stagione 2022 | azerbaijangp |


Commenti
-
Formula1.it

Nonostante la Red Bull venga da quattro vittorie consecutive, dobbiamo ricordare che la cavalcata di ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it