Anteprima GP Canada 2022 - Pirelli - Gomme meno problematiche rispetto al 2019

Grandi spostamenti per il Paddock di Formula1 che sta facendo rotta verso Montréal dopo aver corso a Baku, Azerbaijan, appena due giorni fa. Un altro circuito semi-cittadino sul quale il costruttore di pneumatici, proprio come avvenuto per l’evento monegasco e per quello azero ha deciso di nominare le mescole più morbide del lotto: C3 Hard, C4 Medium e C5 Soft. Il motivo? Scopriamolo grazie al consueto comunicato proposto dal costruttore in anteprima del weekend.

Indicazioni Pirelli

Dopo due anni di assenza si torna a Montraéal per Gran Premio del Canada con le mescole più morbide della gamma. Scelta effettuata, anche se ovviamente non parliamo delle stesse specifiche, anche in occasione dell’ultimo evento corso nel 2019. Allora la strategia vincente si rivelò ad una sosta, con partenza su Medium e arrivo su Hard.


Il circuito presenta alcuni elementi in comune con Baku, come ad esempio il focus riguardante la trazione e la frenata. La superficie stradale subirà una rapida evoluzione anche se rispetto al circuito dell'Azerbaijan le velocità che si raggiungeranno saranno più basse e le temperature più fresche.

GP Canada 2022, Anteprima Pirelli

Il meteo a Montréal diventa spesso il protagonista: la gara del 2011, a causa dei sei periodi di safety car e della lunga interruzione che ha bloccato l’evento per diverse ore, detiene il record della più lunga nella storia della Formula 1. Non è mai facile prevedere le condizioni e c’è anche una ragionevole possibilità di pioggia.

Isola: “Rischio di surriscaldamento più basso rispetto all’ultima volta”

“Il Gran Premio del Canada 2022 presenterà una serie di incognite ai team: il meteo è spesso variabile, i dati a loro disposizione sono vecchi di tre anni e la gamma di pneumatici è completamente diversa rispetto all’ultima volta dal momento che le mescole e la struttura sono state rinnovate. Il tutto su una pista che viene usata raramente, cosa che determinerà un livello di evoluzione molto alto. Rispetto all’ultima volta a Montréal, le mescole dovrebbero risultare più stabili e con finestre di utilizzo più ampie. Questo consentirà ai piloti di spingere di più in ogni stint, con un rischio di surriscaldamento molto più basso, riferisce il direttore motorsport Pirelli alle colonne ufficiali dell’azienda.


“Un aspetto interessante di questo circuito che potrebbe influenzare le strategie è il tempo che richiede il passaggio in corsia box: un pilota può entrare e uscire dalla pit lane in meno di 20 secondi. Tra i tempi più bassi del calendario”, ha concluso.

Binotto: «Abbiamo tanti problemi da risolvere. Dobbiamo capire cosa ci manca»

Foto: Pirelli, Ferrari

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Canada 2022


Tag
canadiangp | pirelli | isola | gomme | tyre | f1 | formula1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Grandi spostamenti per il Paddock di Formula1 che sta facendo rotta verso Montréal dopo aver corso ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it