Minardi

Domenica è andato in scena il Gran Premio di Ungheria, tredicesimo appuntamento della stagione 2022 di Formula 1. All'Hungaroring ha vinto ancora Max Verstappen, autore di una strepitosa rimonta dalla decima posizione. Mentre la Ferrari è incappata nell'ennesima "disavventura strategicia", terminando la corsa con entrambe le vetture fuori dal podio. Carlos Sainz ha finitio in P4, Charles Leclerc addirittura fuori dalla top-5, precisamente in sesta posizione, per un pit stop di troppo dopo aver montato una (pessima) gomma bianca.

Come di consueto dopo ogni evento, Gian Carlo Minardi ha analizzato le vicende della gara a Budapest sul proprio sito ufficiale. L'imprenditore, nonché presidente della Commissione FIA Monoposto, ritiene che in quel di Maranello abbiano qualcosa da analizzare durante questo periodo di sosta di tre settimane.


Di seguito le sue considerazioni.

Minardi: "Ferrari non pronta per il titolo. Leclerc e Sainz senza colpe"

verstappen

Analizzando il Gran Premio di Ungheria, Minardi innanzitutto ha affermato: "Doveva essere il fine settimana della doppietta Ferrari e invece sia Sainz che Leclerc sono finiti già dal podio. E’ certamente una giornata da mettere sotto analisi in casa Ferrari poiché sono stati commessi diversi errori, sia sotto l’aspetto della strategia che durante i pit-stop in particolare con lo spagnolo. In queste circostanze anche la vettura non è stata all’altezza di Red Bull e Mercedes. A parità di mescole, la Mercedes con Lewis Hamilton è stata decisamente più performante, tant’è che il campione britannico ha marchiato il giro più veloce della corsa".

Soffermandosi ancora sulla situazione in casa della Rossa, ha aggiunto: "In questo momento il pacchetto Ferrari non è pronto a vincere il mondiale. Esenti da colpe, Carlos Sainz e Charles Leclerc, protagonisti di ottimi sorpassi e difese. Col quarto e sesto posto finale, lasciano però ai diretti avversari molti punti così come Ferrari in favore di una Mercedes in forte crescita. Hanno davanti tre settimane per meditare e programmare al meglio l’ultima parte di stagione, con l’obiettivo di salvare perlomeno il secondo posto nel campionato costruttori e piloti".


Poi ha voluto spendere qualche parola di elogio per Verstappen e la Red Bull: "Non è una sorpresa perché ci ha abituati a rimonte ancora più eclatanti, ma Max Verstappen merita il titolo di “pilota del giorno”. Protagonista di una gara corsa tutta all’attacco, arrivando poi a gestire il vantaggio acquisito. Ha commesso solamente un errore, che poteva costargli molto caro, ma è stato bravo e fortunato a riprendere la vettura. E’ appoggiato da un team consapevole della sua forza, che lavora in serenità senza commettere errori. A questo punto del mondiale devono solamente gestire il grande vantaggio accumulato".

Infine ha concluso: "Per il secondo gran premio consecutivo, la Mercedes conquista il podio con entrambi i suoi piloti facendo un bel balzo avanti in classifica. Le modifiche portate stanno ripagando gli sforzi e hanno portato via punti preziosi alla Ferrari il cui vantaggio si è ridotto a soli 30 punti".

TURRINI: «È STATA UNA COMMEDIA DEGLI ERRORI, BINOTTO COME LIPPI NEL 2010»



Tag
minardi | gp ungheria | ferrari | leclerc | sainz | verstappen | red bull | mercedes | formula 1 | stagione 2022 |


Commenti
-
Formula1.it

Come di consueto dopo ogni GP, Gian Carlo Minardi ha analizzato le vicende della gara a Budapest sul ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it