Mercedes e la «tabella del destino» della W13. In fabbrica arriveranno i veri progressi
Tempo di lettura: 7 minuti

La Mercedes ha iniziato la stagione 2022 di Formula 1 ben lontana dal ritmo di Red BullFerrari. Sebbene il team abbia gradualmente fatto progressi con la W13, nel finale di stagione abbiamo scoperto che la vettura funzionava molto meglio su alcuni circuiti rispetto ad altri.

Questo aspetto è stato evidenziato negli ultimi due appuntamenti. La Mercedes ha vinto a Interlagos, ma una settimana dopo a Yas Marina è stata solo la terza forza in pista con un distacco in qualifica che ricordava quello di metà stagione.

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, ha rivelato che la "tabella del destino" preparata dai suoi tecnici aveva previsto questa oscillazione delle prestazioni.


"Abbiamo sempre saputo che dovevamo essere prudenti e non fissare le nostre aspettative in base al risultato del Brasile. Credo che quel circuito si adattasse perfettamente alla nostra vettura e tutto è filato molto, molto liscio. E Abu Dhabi, nella nostra 'tabella di sfortuna', era uno dei circuiti peggiori".

Il capo stratega del team, James Vowles, ha spiegato le ragioni che hanno portato alla creazione della "tabella del destino".

"Si tratta di qualcosa che abbiamo costruito internamente e che ci permette di prevedere in qualche modo dove si troverà la nostra vettura rispetto alle auto più veloci in pista e ha funzionato abbastanza bene. È un sistema che ha avuto un'ottima correlazione nel corso della stagione e che ci ha permesso di dire che, ad esempio, in Messico e in Brasile saremmo stati molto più competitivi che ad Abu Dhabi. È una funzione delle proprietà che rendono la nostra vettura sia forte che debole e questo si è rivelato vero".

La corretta proiezione delle prestazioni in ogni circuito è qualcosa che Vowles ritiene molto positivo 

"Per quanto possa sembrare negativo, è una cosa molto positiva, perché significa che le proprietà della nostra vettura che comprendiamo, le abbiamo effettivamente afferrate a sufficienza, quindi sembrano essere reali nella vita reale e le ragioni che ne stanno alla base sembrano essere correlate".

Mercedes e la «tabella del destino» della W13. In fabbrica arriveranno i veri progressi

La Mercedes ritiene di aver capito perché sia la Red Bull che la Ferrari erano più forti di loro ad Abu Dhabi.

"In parte credo che la Ferrari abbia fatto passi indietro in Messico e in Brasile. È difficile spiegarne il motivo, ma sicuramente non erano così competitivi come lo erano verso la fine della stagione ad Abu Dhabi. Ad Abu Dhabi era una rivale agguerrita, molto, molto veloce sul rettilineo e competitiva nel complesso con un buon degrado degli pneumatici. Questo non spiega ovviamente la Red Bull e il motivo del nostro arretramento rispetto a loro. Credo che questo si spieghi con le proprietà della nostra vettura, dove è debole e dove è forte. In Brasile c'erano molte sequenze di curve, tipi di curve, velocità di curva che si adattano davvero alle caratteristiche della nostra vettura, cosa che purtroppo non è avvenuta ad Abu Dhabi. Infine, ad Abu Dhabi le condizioni erano molto fredde, una volta che abbiamo corso di notte, e abbiamo visto alcune proprietà del pneumatico, un po' di graining sull'asse anteriore e sull'asse posteriore, che sicuramente ci ha danneggiato in gara".


Nonostante i miglioramenti apportati dalla Mercedes alla comprensione della vettura, Vowles ha dichiarato di non dare per scontato che saranno in grado di compiere i progressi necessari con la W14 del prossimo anno.

"Non credo che si possa veramente affermare ora, o anche durante l'inverno, che sappiamo tutto della W13. Nel corso dell'anno abbiamo imparato e scoperto tutta una serie di novità che abbiamo dovuto imparare, capire e sviluppare molto rapidamente. Ci sono stati alti e bassi, molto alti, e questo è ciò che intendevo quando ho detto che questa macchina ha elementi che crediamo di aver capito e alcuni che non sono ancora del tutto spiegati. Ma se si guarda alla direzione da seguire, ai distacchi dai primi, soprattutto sul passo gara, abbiamo fatto enormi progressi e questo si ottiene solo capendo dove sono i problemi, lavorandoci su e lavorando come squadra".

L'ultima gara della stagione mostra la "mancanza" in cui la Mercedes deve migliorare ulteriormente per essere competitiva il prossimo anno, ha chiuso Vowles.

"La fiducia che abbiamo è che ora abbiamo i nostri strumenti, gli strumenti della galleria del vento, gli strumenti di sviluppo, gli strumenti di prestazione qui nell'organizzazione che producono prestazioni superiori a quelle dei nostri concorrenti, che ci permettono di progredire ulteriormente rispetto a loro. Questo deficit]deve essere recuperato durante l'inverno e penso che abbiamo un ottimo processo e sistema per farlo. Lo sviluppo che avete visto durante la stagione continuerà anche durante l'inverno e credo che il prossimo anno saremo in una posizione molto forte".

Leggi anche: Mercedes, Wolff: «Le penalizzazioni in galleria del vento avranno effetto su Red Bul»

Leggi anche: Mercedes, Wolff: «Un risultato da buttare nel cesso»


Tag
mercedes | w13 | vowles |


Commenti
-
Formula1.it

Un documento interno del team aveva previsto quali sarebbero stati i circuiti migliori e peggiori per ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it