Gp Canada 2017 - Gara

Il gran premio canadese si conferma assoluta terra di conquista per Lewis Hamilton, qui superiore a tutti sia in qualifica che in gara, re del tracciato intitolato a Gilles Villeneuve per la sesta volta in carriera (la terza consecutiva). E’ stato qui che Lewis, ben dieci anni fa, ha trionfato per la prima volta, quando correva al fianco di Alonso in McLaren. Ed è stato qui che ieri il tre volte campione del mondo ha conseguito la sua pole numero 65, lo stesso incredibile numero di pole ottenuto dal leggendario Ayrton Senna. E’ qui che Hamilton ha pareggiato il numero di vittorie 2017 col suo rivale Sebastian Vettel: i due, adesso, sono su un tre a tre.

Nonostante il venerdì sembrasse dare pronostici leggermente favorevoli alla Ferrari, le cose sono cambiate nel corso del weekend di gara. La pista di Montreal probabilmente è una delle più adeguate allo stile di guida di Hamilton, che è andato oltre le potenzialità della sua Mercedes e ha sfoderato una velocità inarrivabile sul giro secco, riservandosi preziosi decimi di vantaggio su Sebastian Vettel, partito dalla seconda posizione. Al tedesco sarebbe servita una partenza in stile edizione 2016, quando fulminò le Mercedes piazzandosi in testa alla prima curva. Stavolta il “fulminato” è stato lui: nonostante uno start discreto, Vettel è stato facilmente attaccato da Bottas e soprattutto da Verstappen, che di fatto ha condizionato l’esito della gara del ferrarista.


Alla prima staccata, infatti, Max ha sfiorato e danneggiato nel cambio di direzione la paratia destra dell’ala anteriore di Vettel. Sembrava un danno contenibile, ma non appena si è usciti dal regime di safety car (provocato dal crash Sainz-Massa) il pezzo lesionato si è staccato e ha costretto Seb a una sosta in più, costringendolo a ripartire praticamente dall’ultima posizione. Ciononostante, la gara di Vettel è stata comunque stupenda. Conta relativamente poco che il tedesco non ha concluso nelle prime due posizioni (cosa avvenuta in tutte le gare tranne questa): ciò che conta è che sia riuscito, con una rimonta clamorosa, a chiudere quarto e a contenere i danni. C’era il pericolo che Hamilton finisse a pari punti con lui in classifica, mentre il vantaggio di Sebastian è sceso dai 25 punti post-Monaco a 12 punti odierni.

A posteriori è facile immaginare che meglio di un secondo o di un terzo posto, oggi, non sarebbe stato facile per la Ferrari. Al di là di una gara non fortunata, probabilmente fattori come il vento e le temperature hanno influenzato e modificato il rendimento delle Rosse. Vettel, comunque, per buona parte della gara è riuscito a girare su tempi analoghi a quelli del leader, confermando uno stato di forma che purtroppo i risultati hanno minimizzato (complice una gara un po’ incolore di Kimi Raikkonen, solo settimo al traguardo).

Gara molto interessante per la Red Bull, che è andata ancora una volta a podio con Daniel Ricciardo, mentre ha visto il ritiro con Verstappen per problemi di natura tecnica. Gara super per le incredibili Force India, che in alcuni frangenti si sono trovate nelle primissime posizioni: dopo una battaglia interna tra i due piloti del team, Perez e Ocon hanno concluso in quinta e sesta posizione, confermando che la loro squadra ha il rendimento migliore in rapporto al budget disponibile. Ottava posizione per la Renault di Hulkenberg e primi punti nel gran premio di casa per Lance Stroll, autore di una gara finalmente interessante e combattiva.

Mentre i team si preparano per il prossimo appuntamento, a Baku, tra due domeniche, ci piace sottolineare la ritrovata spettacolarità della Formula 1 non soltanto in pista: subito dopo le qualifiche, a Lewis Hamilton è stato donato un casco originale di Senna per celebrare lo stesso numero di pole dei due campioni. Un momento emozionante, “vivo”, così come l’improvvisa irruzione di Fernando Alonso (ritirato per l’ennesima volta a causa del motore Honda…) in tribuna tra i tifosi per un vero e proprio bagno di folla. Sintomo che la Indy 500 ha lasciato un profondo segno in questo pilota, più “americano” che mai. E’ grazie a episodi come questi che questo sport può tornare a farsi sentire più vicino alla gente che lo ama e lo segue: non può esserci direzione migliore da prendere.


Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio del Canada 2017



Commenti
-
Formula1.it

Terza vittoria stagionale per Lewis Hamilton! Sebastian Vettel è autore di una grande rimonta e mantiene ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it