Ferrari 2018, miglior telaio e più potenza

Ferrari 2018, più potenza e telaio migliore

By:
4821

Ci siamo ormai, mancano pochissimi giorni al lancio dalla Ferrari 2018, e da Maranello, dopo molti silenzi invernali, si iniziano ad ascoltare delle voci, delle indiscrezioni sul progetto del prossimo anno.

Partiamo dal telaio, che come prevedibile sarà un evoluzione del modello SF70-H, con concetti aereodinamici rivisti e migliorati.

Grande lavoro fatto nella zona centrale della vettura, con una rivisitazione dei convogliatori aereodinamici nella zona della pance, che saranno ristretti in larghezza ed aumenti in altezza, per aumentare la portata d'aria al loro interno.

Rimandando sempre nella zona del cockpit, a Maranello sembrano aver capito più degli altri come sfruttare aeredinamicamente l'Halo, la protezione per la testa del pilota, che verrà introdotta nel 2018.

Infatti gli uomini del Cavallino sembrano essere molto più avanti della concorrenza sull'integrazione dell'Halo nella vettura, sia in termini di peso, che sarà un grande problema per il bilanciamento dell'auto, visto che per integrare l'Halo e rimanere nei limiti di peso, i tecnici, dovranno almeno in un primo momento, elimire le zavorre che servivano per avere un bilancio ottimale.


Staff della Rossa, che è in vantaggio sugli altri, per quanto riguarda l'introduzione dell'aureola di protezione anche in termini aereodinamici, poiché questo sistema causerà dei porbelmi al raffreddato delle vetture, perché data la sua posizione limiterà in parte la quantità di aria alla presa dinamica.

Da questo deriverebbe infatti la frettolosa bocciatura dell'aeroscreen decretata da Sebastian Vettel lo scorso Luglio durante il GP di Silverstone, proprio per massimizzare il vantaggio che la Ferrari ha in questo settore.

Passando poi al retrotreno, troveremo un nuovo fondo, utile per ritrovare i benfici che la SF70-H aveva dal fondo della prima metà del 2017, che è poi stato bandito dalla FIA, il quale flettendo garantiva efficienza in rettilineo e grande downforce nelle curve, e che con un opportuno studio dei regolamenti potrebbe essere ricreato.

Passiamo ora alle parti nascoste della vettura, iniziando dalla Power Unit.

Power Unit che al banco ha fatto un grande step in avanti in termini di affidabilità, riuscendo a coprire la distanza minima di sette gare, che nel 2018 le PU saranno chiamate a coprire.

Primo passo affidabilità, e una volta raggiunta gli uomini di Corrado Iotti, passeranno a ricercare la potenza, introducendo un corposo programma di sviluppi durate la stagione, a partire da una nuova testata.

Un motore che andrà sempre più in crescendo durante l'anno, ma che ha già delle sostanziali novità rispetto al 2017 come ad esempio i pistoni in lega di acciaio, che garantiranno maggiore durata e minor peso. 

Novità che hanno migliorato in modo sensibile l'affidabilità, mentre in un primo tempo, lo 063 in specifica 2018, sarà di poco migliore al motore 2017 in termini di cavalli.

Rimanendo nella zona del propulsore e del cambio, tra questi due elementi dovrebbe essere inserito uno spacer per allungare, non di molto, il passo della Rossa 2018, che sarà più lunga del 2017, ma sempre più corta dei rivali, per avere grande agilità e guidabilità nelle piste lente e tortuose, ma migliorando le performance su piste veloci e con curvoni veloci.

Passiamo infine alle sospensioni, che a Maranello hanno dovuto rivedere lo scorso Dicembre, a causa delle normative tecniche introdotte dalla FIA, in avanzata fase di progettazione, ma che ora sembra abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, malgrado gli inconvenienti accaduti durante l'inverno.

Non ci resta ora che aspettare il prossimo 22 Febbraio, alle ore 15:00, quando via Web cadranno i veli sulla nuova Ferrari, per vedere tutte le novità tecniche, anche se non è da escludere la possibilità che quella che vedremo non sarà la vera Ferrari 2018, e che i veri upgrade arriveranno solamente durante i test di Barcellona.


Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen |


Commenti
- Formula1.it
Mancano 10 giorni al lancio dalla Ferrari 2018, e da Maranello arrivano delle voci sul nuovo progetto ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it