Vettel, incidente solo colpa mia, potevamo fare podio

Vettel, incidente solo colpa mia, potevamo fare podio

By:
969

Per come si era messa dopo la prima curva, la gara delle due Ferrari, specie quella di Sebastian Vettel è terminata nel migliore dei modi, con i danni, in termini di punti nella classifica piloti, limitati alla grande da Seb autore di una grandissima rimonta.

Il problema di base della trasferta della Rossa al Paul Ricard è che non doveva mettersi come si è messa, in quanto le due Rosse, non solo quella numero 7 di Kimi Raikkonen sarebbero dovute uscire indenni dalla prima curva, invece le cose non sono andate in questo modo.

Infatti, dopo lo spegnimento dei semafori, Vettel è scattato molto bene(grazie anche alle gomme Ultrasoft che fornivano più grip delle due Mercedes), si è messo in scia e Lewis Hamilton, ma è rimasto incastrato tra le due W09, fino alla staccata di curva uno, dove Hamilton ha staccato, essendo nella parte di pista meno gommata rispetto alla parte esterna, con lieve anticipo rispetto a chi era all'esterno.

Seb invece ha staccato allo stesso modo dei driver all'esterno, e per evitare di tamponare Hamilton ha bloccato l'anteriore sinistra e ha allargato la traiettoria centrando la W09 di Valtteri Bottas, compromettendo la sua gara e quella del Finlandese, e vanificando ogni chance se non di vittoria, quantomeno di podio.

Alla fine della gara, Vettel si è perso la responsabilità dell'accaduto, e dopo essersi scusato sia via radio che di persona con la squadra, si è presentato al ring delle interviste visibilmente deluso per commentare la sua gara.

Appena arrivato davanti ai microfoni dei media, Seb ha iniziato la sua analisi della gara partendo dell'episodio della partenza, decisiva, in negativo, per la sua gara:

"E' stato un mio errore, ho ricevuto la penalità e l'ho incassata. E' un peccato perché credo che avessimo il potenziale per provare ad arrivare più in alto"

Un'analisi onesta dell'accaduto, con il pilota numero cinque della Ferrari si assume senza mezzi tenermi le colpe dello start, e non cerca il minimo alibi, ed anzi si dice rammaricato per la grande occasione sprecata in virtù del potenziale messo in mostra al venerdì dalla sua SF71-H.

Quando gli viene chiesto se il crash possa essere stato causato da una staccata volutamente anticipata di Lewis Hamilton per far si che Bottas uscisse in seconda posizione dalla prima curva, il quattro volte Campione del Mondo ha replicato:

"No, non credo che Lewis abbia frenato. Penso di avere fatto una buona partenza, di essere stato il migliore dei primi te, però non avevo più spazio. Il problema è che la partenza di Bottas è stata abbastanza buona, quindi non potevo andare a destra o a sinistra, perché Lewis copriva l'interno: dovevo uscire dalla pista oppure cercare di fare più piano la curva 1. Valtteri e Verstappen hanno cercato di sfilarmi all'esterno con più velocità, ho provato ad uscirne, ma ho fatto un bloccaggio e quindi non avevo più aderenza".

Grande partenza, quella del Ferrarista, che gli ha causato il "blocco" tra le due Mercedes, poiché Lewis essendo partito primo ha coperto l'interno, mentre Bottas, partito bene forse quanto Vettel ha mantenuto la sua linea esterna, e di fatto questa morsa argentata ha costretto Sebastian ad alzare il piede prima della staccata vera e propria, e di fatto si è trovato in una scomoda.

Situazione scomoda poiché dovendo alzare il piede, il pilota Ferrari avrebbe preso la posizone a favore di Max Verstappen che, incrociando la traiettoria, avrebbe sorpassato la SF71-H.
Per evitare tutto ciò il pilota di Heppenheim ha ritenuto corretto, in quegli istanti frenetici, forzare la staccata per far allargare Bottas, prendere l'interno e passare il Finnico.

Purtroppo, per entrambi i piloti, non è andata così, con Valtteri che ha chiesto in modo deciso la curva, entrando in collisione con la Rossa.

In seguito il Tedesco ha commentato la decisone dei commissari di gara di assegnagli una penalità di 5 secondi per aver causato la collisione alla prima tornata:



"La colpa è mia, quindi la penalità credo che sia stata equa e alla fine non ha contato neanche più di tanto. E' un peccato per Valtteri, perché ho rovinato la sua gara, ma anche per noi, perché non abbiamo ottenuto un risultato migliore".

Colpa che Sebastian si assume senza se e senza ma, ed accetta la penalità che non ha alla fine inciso sulla sua gara, ed anzi si dice anche dispiaciuto per aver compromesso la gara di Valtteri Bottas, costringendolo alla rimonta, con una vettura danneggiata nel fondo durante il contatto.

Per finire, Vettel ha risposto alle domande di chi gli ha chiesto se senza l'incidente, la Ferrari avrebbe potuto vincere:

"Non lo so, è difficile dire quanto saremmo stati veloci in una gara normale. Però avevamo una buona macchina, quindi avremmo potuto puntare almeno al podio".


 


Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene |


Commenti
- Formula1.it
Alla fine della gara, Sebastian Vettel si assume la responsabilità dell"incidente alla prima curva ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it