I top e flop del Gran Premio d'Austria, Ferrari bene ma non benissimo, malissimo Mercedes

Top e flop del Gran Premio d'Austria, Ferrari bene ma non benissimo...malissimo Mercedes

By:
854

Archiviato il Gran Premio d'Austria, è ora tempo di focalizzarsi sul prossimo Gran Premio di Gran Bretagna, a Silverstone, ma in questi giorni abbiamo tempo per analizzare più in profondità la gara Austriaca, mettendo in luce i top e i flop.

TOP:

Partiamo dal team che è uscito meglio dal Red Bull Ring, la Ferrari, che dopo una prima parte di gara, nella quale sembrava destinata a dover soccombere allo strapotere Mercedes, si è rivelata la squadra maggiormente affidabile e consistente.
Grande affidabilità come detto, con una Power Unit che non ha perso un colpo, e ha permesso di centrare la zona punti a tutti i team motorizzati dal Cavallino.
Oltre a questo, il team di Maurizio Arrivabene si è rivelato come il migliore nella gestione delle gomme.
Bene ma non benissimo però per la Casa Italiana, che esce da Zeltweg con una piccola nota dolente, la qualifica, nella quale le SF71-H soffrivano leggemete le due Mercedes, e di fatto gli uomini in Rosso dovranno lavorare proprio su questa parte del weekend di gara, per partire davati e avere più probabilità di vittoria, come accaduto nella prima parte di stagione.

Top anche la Red Bull, che dopo delle prove libere disastrose è stata capace di ribaltare la macchina per renderla performante, dimostrando una grande abilità del team nel lavorare sul set-up.
Bene anche la performance su una pista di motore, il che dimostra che anche con una PU non proprio a livello della concorrenza, il team di Chris Horner riesce a sopperire alla minore potenza con un telaio strepitoso, e ciò lascia immaginare come il team di Milton Keynes potrà essere decisiva, se non protagonista del Mondiale fino ad Abu Dhabi.
Da migliorare forse la gestione dei piloti per evitare il ripetersi dei battibecchi tra Riccardo e Verstappen come accaduto in qualifica.

Top senza ombra di dubbio anche la Haas, che porta a termine una straordinaria gara, a punti con entrambi i piloti, e soprattutto con un rigenerato Grosjean.
Una squadra che si dimostra abilissima nello sfruttare la PU Ferrari, e che è sempre pronta ad issarsi in posizioni nobili quando si presenta l'occasione propizia, e che a questo punto della stagione non è poi così lontana dal poter lottare con Renault per il quarto posto nella classifica costruttorim

Force India, dopo una prima parte di anno molto travagliata, entra nei top del Red Bull Ring con una gara solida con entrambi i piloti in zona punti, e primo team dei motorizzati Mercedes al traguardo.

Top, forse il team che compie enormi passi in avanti gara dopo gara, l'Alfa Romeo-Sauebr, che dopo i test a Barcellona dove sembrava costretta ad essere il fanalino di coda della griglia, si sta dimostrando team solido e forse la sorpresa in positivo.
Grandissimi step in avanti, anche grazie alla PU Ferrari, e alla collaborazione con Maranello, che consentono al fenomeno Charles Leclerc di essere costantemente in zona punti, ma che a partire da questa gara, hanno permesso anche ad un buon pilota, non a livello di Leclerc, come Marcus Ericsson, di centrare i punti.

TOP/FLOP

Nel limbo tra top e flop si colloca la McLaren, che si affaccia a Silverstone dopo una gara a due facce, quella straordinaria di Fernando Alonso, che centra la zona punti grazie al suo talento e alla sua esperienza, dando però l'impressione di aver fatto più di quanto la vettura consenta.
Gara incolore per Stoffel Vandoorne, semrpe sotto pressione, che a causa di un crash in curva tre è per tutta la gara staccato di quasi un giro dal penultimo in classifica, e la sua gara è di fatto non valutabile.

FLOP

Entriamo nella zona "nera" nella quale al primo posto troviamo la Mercedes che dopo un sabato nella quale era tornata a far paura come in passato, vive forse la peggior gara dopo il suo rientro nel Circus della F1, con un doppio ritiro a causa di problemi tecnici, e come se non bastasse mette anche in mostra probemi di gestione delle gomme e delle strategie di gara.


Altro flop, il team Toro Rosso che dopo una prima parte di Campionato incoraggiante, si trova a fare i conti con i problemi di affidabilità della Power Unit Honda.
Per quanto riguarda i piloti, Gasly è attualmente l'unica nota positiva del team Faentino, mentre Hartley continua sin dal suo esordio nella passata stagione a fare una tremenda fatica, e non appena la cantera di Helmut Marko produrrà un nuovo talento, sarà destinato ad abbandonare la F1.

Inaspettatamente nei flop anche la Renault, che accusa probemi di affidabilità alla PU, e scarsa velocità nel corso della gara con il reduce Carlos Sainz, che non si dimostra a causa della sua vettura, all'altezza delle aspettative per un team che ambisce ad essere quarta forza del Campionato.

Ultima della lista, come ultima in griglia, ma prima dei flop la Williams, che continua ad essere la peggior monoposto del Circus, che è nata male, e sta crescendo anche peggio, anche a causa di un team in crisi nera, dalla quale non vede assolutamente una via d'uscita.
Anche i piloti, non certo dei fenomeni, non sono valutabili in questa situazione di crisi, e rischiano di compromettere le loro carriere (ed anche budget in quanto sono entrambi paganti) per delle colpe non certo loro.


Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | arrivabene |


Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it