Giovinazzi, l'Italia torna in F1, sarà pilota del team Alfa-Sauber nel 2019

Giovinazzi sarà pilota del team Alfa-Sauber nel 2019, l'Italia torna in F1

By:
1183

Si sapeva, già da tempo, che nel 2019 sarebbe arrivata la grande chance per Antonio Giovinazzi di debuttare in Formula Uno a tempo pieno.

Si, a tempo pieno perché, a onor del vero, va detto che l'italiano il suo debutto lo ha già effettuato, visto che ha già nel suo palmares due Gran Premi di F1 con il team Sauber nel 2017 quando venne chiamato in extremis a sostituire l'infortunato Pascal Wehrlein nei Gran Premi di Australia e Cina, e svariate sessioni di test e prove libere con Haas, Sauber e Ferrari.

Ora però è arrivata l'ufficialità, il pilota di Martina Franca sarà titolare nel team Alfa Romeo-Sauber nel 2019, quando affiancherà Kimi Raikkonen nel team Svizzero, andando a completare una line-up che si preannuncia estremamente interessante.

Una notizia che non fa clamore dato che, dal momento in cui la Sauber aveva annunciato Raikkonen come pilota 2019 sul sedile di competenza della squadra, al posto di Marcus Ericsson (che resterà in Sauber come terzo pilota), e la Ferrari aveva annunciato Leclerc, a Hinwill è rimasto libero un solo sedile, quello opzionato Ferrari che di fatto, aveva in canna solo Giovinazzi da lanciare in F1.

Un annuncio non clamoroso come detto per quanto riguarda le reazioni che ha suscitato, ma clamorosa, o meglio, importante per l'Italia che, dopo 7 anni di digiuno, dopo Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi titolari nel 2011, tornerà ad avere un pilota impegnato a tempo pieno nel Circus Iridato.

Notizia bella, per lo stesso driver pugliese, anche se la cosa appare scontata, che dopo due anni di panchina in Ferrari e in Alfa-Sauber, e di poca abitudine nel salire in macchina, avrà la chance della sua vita, quella di dimostrare tutto il suo valore che ha già espresso nelle categorie propedeutiche (chiudendo secondo il Campionato GP2, ora F2, nel 2016) e che lo hanno portato fino a questo punto.

Un successo anche per la Ferrari, che dopo aver creduto fortemente nell'italiano, vedrà ripagati i suoi investimenti su di lui, con l'arrivo del loro prodotto in un team satellite di Maranello, che chissà, potrebbe come già fatto con Charles Leclerc, preparare un altro Ferrarista di domani, magari per il dopo Vettel.

Più che della Ferrari però, il successo sarebbe stato di Sergio Marchionne, primo e più grande sponsor di Antonio, visto che fu lui a volerlo fortemente a Maranello a fine 2016, andando a mettere un altro tassello alla sua Ferrari "made in Italy".

E non è forse un caso che Giovi sia stato annunciato oggi, 25 settembre, a due mesi esatti dalla scomparsa di Sergio Marchionne che con la giornata di oggi, avrebbe visto coronati tutti i suoi sogni legati al Motorsport, ovvero riportare la Rossa a giocarsi il Titolo, riportare l'Alfa Romeo in Formula Uno e riportare un Italiano al volante di una monoposto della massima Formula.

Ora, non resta che aspettare l'inizio della stagione 2019 per vedere ufficialmente Antonio con tuta a casco pronto al debutto e iniziare a fare il tifo per lui, che malgrado i colori per cui gareggerà, andrà tifato perché sarà colui che rappresenterà, alla grande (non abbiamo dubbi) la nosta nazione in tutto il Mondo.



Tag
f1 | ferrari | giovinazzi | alfa romeo | sauber | alfasauber | 2019 |


Commenti
- Formula1.it
Antonio Giovinazzi è stato annunciato nella giornata di oggi come pilota ufficiale del team Alfa-Sauber ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it