Grazie F1, tra immagini leggendarie, lacrime e destino si chiude il 2018

Grazie F1, tra immagini leggendarie, lacrime e destino si chiude il 2018

By:
641

La stagione 2018 di Formula Uno si è ufficialmente conclusa oggi ad Abu Dhabi, con  la vittoria di Lewis Hamilton.

Vittoria dell'inglese a Yas Marina, la numero 11 della sua stagione, dopo una gara gestita senza problemi sin dal via, grazie ad una Mercedes tornata al top. (anche, per caso? Chi lo sa. grazie ai cerchi forati nuovamente aperti sulle W09).

Secondo posto per Sebastian Vettel, che in qualche modo mette a tacere tutte le voci sul suo conto che lo hanno accompagnato in questo finale di anno, rendendosi autore di una gara solida e consistente, nella quale ha tirato fuori il massimo dalla sua monoposto, veloce si ma ancora (e oggi se ne è avuta la conferma) a livello Mercedes.

Terzo e quarto posto per Max Verstappen e Daniel Ricciardo che hanno ribadito la crescita esponenziale della Red Bull nelle ultime gare, proiettando il team di Chris Horner al 2019 con grande fiducia.

Quinto, solo quinto Valtteri Bottas che dopo un buon via, alle spalle di Hamilton è stato in grado di gestire il ritorno di Vettel fino a 10/15 giri dalla fine, ma poi si è trovato a dover fare i conti con dei probemi alla sua vettura, che lo hanno obbligato ad una sosta aggiuntiva, dopo la quale è tornato in pista 5°, per restarci fino alla fine.

Ottima gara per Carlos Sainz e Charles Leclerc, che hanno rispettivamente chiuso al sesto e settimo posto, con delle ottime performance nell'ultima gara con i loro team, dato che Sainz andrà in McLaren e Leclerc in Ferrari.

Particolarità della gara, i molti problemi di affidabilità alle vetture, molti rispetto alla media stagionale, sintomo forse della volontà di ogni team di spremere al massimo ogni componente, anche sino alla rottura, per massimizzare le prestazioni.

Ma mettendo da parte i risultati finali, la gara di oggi ci ha fornito quella che è la vera essenza della F1, un mix di velocità si, ma anche di sentimenti, rispetto e stima ma anche crudeltà agonistica, insomma una somma di fattore umano e destino.

Infatti, molte e molto molto belle sono state tutte le immagini prima del via tributate ai vari piloti alla loro ultima gara con i rispettivi team.
Molti sono stati corridoi umani organizzati per applaudire Kimi Raikkonen, Daniel Ricciardo, Fernando Alonso al loro ultimo round con Ferrati, Red Bull e Mclaren, e già da questi momenti era ben visibile la commozione tra alcuni addetti ai lavori, meccanici e dirigenti.

Commozione che, ha ben presto lasciato spazio, almeno formalmente allo show, anche se non sono mancati alcuni avvenimenti, bellissimi, che ricordano sempre quanto sia, la componente umana, parte integrante di questo sport.

Partita la gara, dopo pochi giri si è registrato il ritiro di Raikkonen, che ha dunque terminato nel peggiore dei modi la sua avventura con Ferrari, quando magari avrebbe potuto conquistare un podio, a sublimare un'addio speciale, ad un team speciale, per un pilota a suo modo davvero speciale.

Episodio che, in questa giornata così piena, ha ricordato a tutti quanto nel Circus sia ben presente, da quasi 1000 gare, una parte "crudele" dello sport, non soggetta al controllo umano, destino dunque, che va a rovinare degli eventi destinati ad essere speciali.

La scena più bella, anzi la Scena, l'immagine di questo 2018, è quella di Fernando Alonso nel suo ultimo giro con una F1, scortato nel giro d'onore da Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, che lo hanno anche affiancato nei donuts di festeggiamento.

Stupenda, bellissima immagine, di un campione che si appresta a lasciare questo sport, dopo anni di poca competitività con la Mclaren, che però viene accompagnato al traguardo vero e proprio della sua storia nella massima serie, da due dei campioni più affermati degli ultimi 10 anni, a simboleggiare un rispetto, una stima tra campioni, forse leggende, che è ben presente, semrpe, anche quando le rispettive vetture li portano a non gareggiare ruota a ruota.

Una F1 che quindi si congeda nel migliore dei modi, con delle immagini destinate ad entrare nell'immaginario collettivo anche dopo questo 2018, che dà appuntamento ai suoi fan tra 111 giorni, per una stagione che si preannuncia come spettacolare, con almeno tre piloti in lotta per il Mondiale, Lewis Hamilton che vorrà confermarsi campione, Vettel che vorrà a tutti i costi realizzare il suo sogno, e Max Verstappen che con la Red Bull-Honda avrà delle ottime chance di dire la sua.

Molti temi e gare appassionati ci attendono nel 2019, che però è già dietro l'angolo, visto che in settimana ci saranno i test delle gomme del futuro, a fine Gennaio si sveleranno le vetture, a Febbraio ci saranno i test a Barcellona, e sarà di nuovo Marzo, tempo di iniziare un'altra bellissima annata di F1.



Tag
f1 | ferrari | scuderia | 2018 | pu | vettel | raikkonen | mercedes | hamilton | bottas | red bull | ricciardo |


Commenti
- Formula1.it
Si chiude il Mondiale di F1 2018 con la vittoria di Lewis Hamilton, ma ad essere ricordata sarà l'immagine ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it