Quarto e quinto posto per una Ferrari al di sotto delle attese

Quarto e quinto posto per una Ferrari al di sotto delle attese

By:
1062

La Rossa oggi non è apparsa sottotono solo dal punto di vista delle prestazioni, ma anche riguardo alla gestione dei piloti... A tal punto che uno dei temi principali delle dichiarazioni è stato proprio quello degli ordini di scuderia.

Sebastian Vettel (4°):
"Oggi per come sono andate le cose abbiamo ottenuto il massimo bottino di punti possibili, siamo arrivati vicini al podio. Con il bloccaggio in curva 1 ho compromesso la mia gara. Sapevo che non avrei vinto in partenza, ma ho pensato che mettendomi tra le Mercedes avrei potuto sparigliare le carte e lottare meglio con gli altri. Dopodiché io e Charles eravamo su strategie diverse e con la Safety Car queste strategie sono state gettate al vento. Abbiamo provato a lavorare insieme nel miglior modo possibile, ma ogni volta che proviamo a fare qualcosa tutti ne parlano tanto in seguito e questo non ci aiuta ad essere reattivi al volo. Oggi però credo che non ci siano stati problemi. Pensare gara per gara? Lo abbiamo fatto finora, per nessuno in questo momento è utile pensare al campionato. Dobbiamo affrontare una gara alla volta, vedremo, chiaramente è un weekend deludente per noi. Non siamo veloci come speravamo, ma dalla posizione in cui siamo possiamo solo reagire“.


Charles Leclerc (5°):
"Non abbiamo perso tempo. È sempre difficile gestire i piloti, ma mi è sembrato tutto ok oggi. Sicuramente speravamo in qualcosa di più. Avevamo portato qualche aggiornamento e l’upgrade del motore, ma non è stato un weekend facile. Dobbiamo lavorare e capire, avremo due giorni di test e spingeremo per capire al massimo questa macchina. Abbiamo fatto tante prove anche in questi giorni e vedremo“.

Mattia Binotto (Team Principal e Direttore Tecnico):
"Innanzitutto peccato per la partenza. Sebastian era partito molto bene ma ha bloccato la ruota anteriore e perso qualche posizione in questo modo. La strategia non è stata fatta ad inizio gara. In base a come si è sviluppata la corsa abbiamo deciso di fare strategie diverse. Credo che sia stata giusta la scelta di invertire i piloti avendo strategie diverse e di averla anche fatta al momento giusto. Non è mai facile decidere di farlo. Come fai sbagli. Devi essere certo che il pilota dietro sia più veloce. Anche nel primo caso Sebastian non ha mai comunicato per radio di poter andare più veloce, abbiamo aspettato che fosse il momento giusto per farlo. Finiti dietro a Max? Verstappen ha sempre fatto bene in questo inizio di stagione. Ma anche lui deve essere uno stimolo, possiamo fare meglio di lui e di loro. Anche oggi c’è stata la Safety Car quando Charles era terzo, anche se con gomme dure. Avrebbe dovuto difendere la posizione e qui superare non è facile. Poi con la SC abbiamo chiamato Charles al box perché con gomme dure in ripartenza non avrebbe avuto possibilità di difendersi. Due giorni di test saranno importanti per noi per esplorare i limiti della vettura e provare sviluppi e aggiornamenti. Monaco è gara a sé, pista atipica, i nostri piloti sono forti su questo tipo di tracciato, ma anche i loro avversari“.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Spagna 2019


Tag
Ferrari | Lelcerc | Vettel | Binotto |


Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it