Gp degli Stati Uniti: Leclerc chiude quarto una gara disastrosa per la Ferrari

Gp degli Stati Uniti: Leclerc chiude quarto una gara disastrosa per la Ferrari

By:
525

La Ferrari oggi si è trovata ad affrontare una delle sue gare più brutte della stagione.Non tanto per la performance, ma per ciò che è successo. Vettel avverte subito che qualcosa non va alla monoposto, dopo tre giri si ritrova a sopravvivere in settima posizione per poi doversi ritirare improvvisamente all'ottava tornata per il cedimento della sospensione posteriore destra. Sicuramente un problema con cui ha iniziato la gara... La squadra indagherà sulle cause che hanno portato a questa rottura. Il primo stint di Leclerc invece non va. Il pilota dice che l'anteriore sinistra appartenente al treno di gomme che ha usato al via non ha funzionato come avrebbe dovuto. Il Gp di Charles è finito praticamente lì. La cosa strana (anche se guardando il bicchiere mezzo pieno meglio così) è che poi nei successivi due run, il Monegasco è stato compettivo e spesso è riuscito a replicare ai tempi dei rivali. L'importante ora è capire cosa effettivamente non ha funzionato e che la macchina (almeno quella di Charles) fosse ok. Dispiace aver buttato una gara per un treno di gomme, ma molto meglio un treno di gomme difettato (fosse relmente questo il motivo) piuttosto che avere problemi di altro tipo legati alla vettura.


Sebastian Vettel (ritirato per cedimento sospensione posteriore destra):
"È stato molto difficile far funzionare la macchina. Non avevo grip nel primo giro e ho dovuto lasciar passare tante persone senza riuscire a resistere. Ho faticato tantissimo a far funzionare le gomme e a percorrere le curve e poi si è rotta la sospensione. Avevo fatto tanti giri nelle prove libere, anche diversi long run, senza problemi. Non so cosa sia successo. Motore? No, non credo sia quello. Credo sia una questione più strutturale della sospensione posteriore. Ora esamineremo e vedremo cosa è successo, ma evidentemente qualcosa è andato storto”.

Charles Leclerc (4° e giro veloce in 1'36''169):
"Onestamente non capisco cosa sia andato storto nel primo stint. Solitamente ho un’idea di quello che non è andato bene, però stavolta non ho proprio una spiegazione. Dobbiamo analizzare bene le gomme, come ho detto via radio in macchina. Non avevo grip soprattutto sull’anteriore sinistra. Una gomma non funzionava come previsto, dobbiamo concentrare la nostra analisi su questo. Sugli altri due set non siamo andati così male, ma comunque abbiamo fatto molta fatica oggi. Se ha influito tornare alla Spec-2 della Power Unit? Sicuramente non è stata una situazione ideale, ma sicuramente il gap che abbiamo visto oggi non dipende da quello. Abbiamo faticato un po’ come in Ungheria. O almeno, io in macchina ho avuto questa sensazione. Di certo è qualcosa di più strano rispetto a Budapest, perché lì le difficoltà si sono viste dal primo all’ultimo stint”.

Mattia Binotto (Team Principal):
"Spiegazione? Non ce l’abbiamo. Gara in generale molto difficile. Quasi disastrosa, se si guarda dal punto di vista del risultato. Vettel ha subito il cedimento del braccetto della sospensione posteriore destra, un problema che a giudicare dalle sue sensazioni c’è stato fin dal via. Dovremo indagare l’origine di questo cedimento. La gara di Leclerc invece è stata decisa in negativo dal primo stint di gara, non sappiamo perché non ha funzionato a dovere quel treno di gomme. Negli stint successivi il ritmo era buono e con le Soft ha registrato anche il giro più veloce. Siamo fortemente delusi, questo weekend non rispecchia il nostro valore in questo momento e quello che abbiamo fatto nelle ultime gare. Vettel si è andato a congratulare con Hamilton? Seb è un signore da questo punto di vista. È un 4 volte Campione del Mondo, sa quanto è bello e importante vincere. Si è congratulato e anche noi dobbiamo congratularci con Lewis. Ha fatto una bellissima stagione. Lui come pilota e la Mercedes come squadra, un titolo meritato. Bravo e bravi. Quando parti con buone basi e mentalità vincente sono tutte cose che ti aiutano a fare bene. Un team così forte credo non ci sia mai stato nel passato. Battere loro è sicuramente un’impresa diffiicile. Da parte nostra ci stiamo allenando per farlo”.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio Stati Uniti 2019


Tag
Ferrari | Lelcerc | Vettel | Binotto |


Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it