Gp Austria, prove libere: dominio Mercedes tra Das e polemiche

Gp Austria, prove libere: dominio Mercedes tra Das e polemiche

By:
4013

4326 metri, Red Bull Ring, Austria. La Formula 1 riparte ufficialmente da qui. L’attesa è finita per quella che sarà ricordata sicuramente come una stagione unica. Si alza il sipario, quindi, con il circuito di Spielberg: veloce, tecnico e spettacolare. Dopo le dichiarazioni dei venti piloti nella consueta conferenza del giovedì, inizia la caccia ad un Lewis Hamilton sempre più sulla cresta dell’onda.

Il pilota britannico, alla ricerca del suo settimo titolo, affronta questa nuova stagione come simbolo della lotta al razzismo e con un “pesante” contratto in scadenza. Alle sue spalle si preannuncia una lotta serrata tra i giovani LeclercVerstappen e gli esperti VettelBottas alla ricerca di un nuovo rilancio. In un’atmosfera molto particolare a causa del rigido protocollo sanitario e dell’assenza di pubblico, il primo dato significativo riguarda le condizioni atmosferiche. La pioggia ha reso il circuito umido anche se le previsioni fanno ben sperare in vista di domenica. Nelle ultime due stagioni, in Austria, è stato Max Verstappen a trionfare. Il record della pista appartiene a Leclerc con 1’03”003.


Prove Libere – Prima sessione

Sotto un cielo grigio e con un circuito umido, si accendono i motori per queste prime prove libere della stagione. Nonostante previsioni caute ed aspettative basse, i piloti hanno fatto subito sul serio a testimonianza di una gran voglia di tornare a correre. Dopo i primi giri di riscaldamento, è Norris su McLaren a segnare il primo tempo (1’10”251).

La Mercedes scende in pista con le gomme dure ed è subito Bottas a mettersi al comando (1’07”005). La pioggia intermittente sul circuito costringe i piloti a cambiare più volte gomme: Vettel opta per la mescola intermedia per tornare in pista. Tuttavia la scena se la prende Hamilton affiancando il compagno di squadra al comando (1’07”006); ma il vero argomento di discussione mattutino riguarda il DAS. Il nuovo sistema del volante mobile è l’arma in più sfoderata dalla casa tedesca Mercedes. Una “rivoluzione” vietata dalla FIA a partire dal 2021 ed aspramente criticata dalle altre scuderie. Tornando in pista, ottimi tempi da parte di Perez con la Racing Point (1’05”889), ma Bottas ed Hamilton si riprendono la vetta scendendo sotto l’1’04 con gomma rossa. Molte difficoltà iniziali per il tanto atteso Verstappen alle prese con pneumatici non in temperatura. Il pilota olandese, dopo un testacoda, riesce a prendersi la terza posizione in 1’06. La sessione si chiude con una simulazione di passo gara da parte della Ferrari con gomma gialla. La Mercedes riparte dalle sue certezze con Hamilton (1’04”816) e Bottas. Alle loro spalle Verstappen chiude al terzo posto (+0.602), mentre Leclerc è solo decimo (+1.108).

Prove Libere – Seconda sessione

Pronti, via e la Racing Point batte subito un colpo con Stroll (1’05”469) seguito dal compagno Perez. Due giri veloci repentini che dimostrano l’ottima giornata da parte della scuderia britannica. La risposta non si fa attendere e porta il nome di Max Verstappen: 1’05”379 e primo gradino del podio. Una condizione climatica migliore rispetto alla sessione mattutina favorisce i tentativi dei piloti. La Mercedes si riprende la vetta con Bottas (1’04”501), mentre la Ferrari finalmente dà segnali di vita. La scossa del cavallino arriva con il terzo tempo di Vettel (+0.460) ed il sesto di Leclerc che migliorano, decisamente, i tentativi della prima sessione. A rimettere le cose in chiaro, però, ci pensa il solito Lewis Hamilton con un super giro veloce (1’04”304) che gli vale il comando. Negli ultimi trenta minuti di seconda sessione, grandi segnali ancora da parte della Racing Point sul passo gara. In particolare Sergio Perez dimostra di essere l’unico a tenere il ritmo delle Mercedes. Ferrari, invece, che prosegue sulle montagne russe: Vettel più costante, mentre Leclerc molto in difficoltà e lontano dal podio con gomma rossa. Allo sventolare della bandiera a scacchi, le Mercedes si confermano in testa con Hamilton e Bottas testimoniando il loro dominio. Al terzo posto si piazza, invece, il sorprendente Perez che rilancia le sue ambizioni in vista delle qualifiche di domani. Vettel chiude al quarto posto, solo nono Leclerc.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Austria 2020


Tag
gp austria libere | gp austria fp1 | gp austria fp2 | gp austria mercedes |


Commenti
- Formula1.it
4326 metri, Red Bull Ring, Austria. La Formula 1 riparte ufficialmente da qui. L’attesa è finita ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it