GP Italia, prove libere: le Mercedes volano, le Ferrari stentano

Gp Italia, prove libere: le Mercedes volano, le Ferrari stentano

By:
3848

Sono state settimane di grande attesa, quelle delle migliaia di tifosi che aspettavano il ritorno, per la nuova stagione, della Formula 1 in Italia. Lo splendido circuito di Monza, negli anni, ha fatto sognare ed emozionare a ritmo di velocità folli e sorpassi al cardiopalma. Ingredienti che non mancheranno in questo weekend, ma che vedranno molto probabilmente la Ferrari non tra i protagonisti principali. Dopo il disastroso fine settimana di Spa, la prima tappa italiana stagionale si apre con due sessioni di prove libere certamente non entusiasmanti. Dati e tempi alla mano, Vettel e Leclerc pagano tantissimo la mancanza di potenza del motore Ferrari rispetto alla concorrenza. In particolare, Leclerc ha provato in tutti i modi di tenere il passo dei battistrada ma i limiti sono stati evidenti. L’obiettivo è quello di ottenere una buona qualifica per giocarsi tutto in gara con una strategia ben ragionata. Tornando alla pista, le Mercedes continuano nel loro percorso da “cannibali” non lasciando nulla al caso. Hamilton e Bottas mantengono un ritmo unico ed i principali antagonisti restano Verstappen e Ricciardo. Le sorprese del giorno sono Norris e Gasly. Nella giornata di domani si prevede una lotta serrata della pole, magari con qualche nuovo record da sbriciolare.


Prove Libere – Prima sessione

Condizioni atmosferiche ideali, quelle mattutine sul circuito di Monza. Sole, poche nuvole ed una temperatura di 24° alzano il sipario sul weekend del gran premio d’Italia. I primi a scendere in pista sono i ferraristi per un’installation lap di routine prima di rientrare ai box. Dopo i primi venti minuti di calma piatta in pista e grande lavoro ai box, Albon fa segnare il primo tempo della giornata in 1’24”088 con gomma gialla. Dietro il pilota Red Bull, si piazzano subito le Mercedes di Bottas ed Hamilton alla ricerca dei giusti equilibri su un circuito molto veloce come quello italiano. Tornando in casa Ferrari, il primo tempo di Vettel non è eccezionale e si piazza ben fuori dalla top ten. Il compagna di squadra Leclerc fa molto meglio prendendosi l’ottavo posto. A meno di un’ora dalla conclusione della sessione, Hamilton comincia a fare sul serio prendendosi la prima posizione in 1’21”676. Dietro al campione britannico, c’è Max Verstappen voglioso di battagliare anche in questo weekend. Ottimi tempi, come di consueto in questa stagione, anche per la Racing Point con Stroll e Perez. A dettare il passo, però, c’è sempre la Mercedes con Bottas ed Hamilton che si alternano al comando. Una situazione agevolata anche dall’uscita di pista di Verstappen che finisce nella ghiaia dopo la curva Ascari: la bandiera rossa blocca le qualifiche mentre l’olandese riesce a rientrare ai box sulla sua monoposto. A trentacinque minuti dalla conclusione, riprende la sessione con Kimi Raikkonen in pista con la sua Alfa Romeo Racing. L’ex campione del mondo lamenta la presenza di detriti e pietre sulla pista e non migliora la sua prestazione precedente. Nell’ultima mezzora, tutti i piloti tornano sul circuito per concludere la sessione mattutina ed il primo colpo lo batte Bottas al comando in 1’20. Il confronto con la Ferrari è ancora impietoso: Leclerc gira quasi un secondo e mezzo più lento in settima posizione. L’ultima parte della sessione mattutina viene dedicata alle prove di partenza da parte dei piloti, mentre si lavora a gran ritmo nei box per migliorare i settaggi delle monoposto in vista del pomeriggio. La classifica della FP1 finale recita: Bottas, Hamilton, Albon. Le ferrari chiudono con l’undicesimo posto di Leclerc e, addirittura, il penultimo di Vettel.

Prove Libere – Seconda sessione

Il pomeriggio si apre come la sessione mattutina: Albon con la sua Red Bull è il primo a scendere in pista. A mettersi al comando, però, è la Racing Point con Stroll che fa segnare un tempo di 1’22”556, superato poco dopo da Gasly in 1’22”034. I primi tentativi mettono in luce un ritmo più alto e convinto rispetto alla sessione mattutina. Il pilota dell’Alpha Tauri è scatenato nella prima fase e si migliora in 1’21”578 con gomma gialla. In casa Ferrari si lavora tanto ai box e Leclerc, nel suo primo tentativo, gira in 1’22”579. Dopo venti minuti scendono in pista Lewis Hamilton e Max Verstappen. L’olandese, al primo tentativo, fa segnare il quarto tempo mentre Hamilton è una furia e si prende il comando in 1’21”085. Il campione del mondo si migliora, ad un’ora dalla conclusione, in 1’20”645 precedendo il compagno di squadra Bottas, subito veloce al primo giro lanciato. Dietro di loro, conferma le buone prestazioni mattutine Carlos Sainz con gomma rossa distanziato di +0.6. A quarantacinque minuti dalla conclusione, tornano in pista le due Mercedes alla ricerca di un’ulteriore miglioramento dei tempi insieme ad altre quindici monoposte. Lewis Hamilton si migliora ancora una volta in 1’20”192 davanti a Bottas e Verstappen mentre viene cancellatoun super giro da top 3 di Daniel Ricciardo. Dietro il treno dei più veloci, c’è Charles Leclerc che prova in tutti i modi di tenersi vicino ai più veloci. Negli ultimi venti minuti di sessione, i piloti si dedicano alle prove di partenza e alle simulazioni di passo gara. Quest’ultime certificano gli ottimi tempi di Bottas, migliori rispetto ad Hamilton. Qualche brivido, invece, per Vettel che va in testa coda e rischia l’impatto con Ricciardo. La sessione si chiude con questa classifica: Hamilton, Bottas, Norris.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio d'Italia 2020


Tag
gp italia | gp italia prove libere |


Commenti
- Formula1.it
Sono state settimane di grande attesa, quelle delle migliaia di tifosi che aspettavano il ritorno, per ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it