Gp Italia: Gasly vince la gara più pazza della stagione

Gp Italia: Gasly vince la gara più pazza della stagione

By:
3343

Una gara assolutamente pazza. Non esiste aggettivo migliore per definire il gran premio di Monza, prima tappa italiana in questo mondiale 2020. L’ottava gara stagionale, infatti, ci regala un pomeriggio all’insegna dei colpi di scena: sorpassi, velocità folli, incidenti e penalità hanno caratterizzato i 53 giri totali. In questo uragano di emozioni, trionfa Gasly su Alpha Tauri difendendosi dalla rimonta veloce e decisa di Carlos Sainz. A completare il podio c’è la Racing Point di Stroll. Il campione del mondo Hamilton, penalizzato di dieci secondi ai box, è autore di una grande rimonta dall’ultima posizione e si classifica in settima posizione. Ed i suoi avversari? Bottas chiude quinto, mentre Verstappen si ritira per problemi alla power unit. Cala l’ennesimo sipario imbarazzante, invece, sulla Ferrari. Vettel è costretto al ritiro già al sesto giro per la rottura dei freni, mentre Leclerc finisce contro le barriere ad altissima velocità.


La Gara

Sullo splendido circuito di Monza, si alza il sipario sull’ottava tappa di questo mondiale 2020. Uno splendido sole fa da contorno al gran premio d’Italia ed alle due Mercedes che partono, nuovamente, in prima fila. Male, invece, le Ferrari in qualifica che partono molto attardate. Allo spegnimento dei semafori, splendida partenza delle McLaren che fulminano con Sainz e Norris il finlandese Bottas mentre il compagno di squadra Hamilton prova subito ad allungare approfittando della bagarre dietro di lui. Male Verstappen con la sua Red Bull che perde ben tre posizioni dopo la partenza mentre molto lontane le Ferrari dalla top ten. Prosegue l’ennesimo weekend nero in casa Ferrari: al sesto giro si rompe il sistema frenante della Ferrari di Vettel costretto al ritiro. Crisi anche per il team Mercedes, in particolare con un Bottas in grande difficoltà ed inglobato dal gruppo con problemi di potenza. Superati i primi dieci giri, Hamilton allunga registrando giri veloci e staccando Sainz insieme agli altri inseguitori. Un monologo al comando a cui si contrappone una bella lotta per il resto del podio con tanti piloti in ballo.

Prosegue, invece, il cammino negativo della Ferrari con Leclerc costretto a guidare una monoposto lenta e non competitiva. Il monegasco rientra ai box prima del ventesimo giro e si ritrova terzultimo con un ritardo enorme. Il ferrarista anticipa tutti gli altri piloti che, poco dopo, si ritrovano in regime di safety car per l’uscita di pista di Magnussen. Ma arriva la clamorosa svolta con l’investigazione nei confronti di Hamilton e Giovinazzi, rei di aver effettuato il pit stop in regime di chiusura della pit lane. Una situazione inaspettata che cambia tutte le gerarchie esattamente a metà gara. Charles Leclerc, clamorosamente ritrovatosi in quinta posizione, finisce contro le barriere alla parabolica distruggendo la sua vettura. Il giovane pilota, fortunatamente, esce dall’abitacolo sulle sue gambe ma chiude un altro weekend horror per la Ferrari. Nel frattempo vengono inflitti dieci secondi di penalità a Giovinazzi mentre si entra, nuovamente, in regime di bandiera rossa e safety car. Si riparte ufficialmente dalla griglia di partenza al ventisettesimo giro e con una grande novità: Hamilton viene penalizzato con uno stop/go ai box di dieci secondi.

Allo spegnimento dei semafori, si riaccende una seconda parte di gara folle fin da subito con uno scatenato Sainz e Raikkonen. Lewis Hamilton decide di effettuare subito l’entrata ai box per scontare la penalità e rientra naturalmente in ultima posizione. Al trentesimo giro Gasly è al comando davanti alle due Alfa Romeo di Raikkonen e Giovinazzi. Gli altri due contendenti al mondiale Bottas e Verstappen si ritrovano molto lontani dalla testa della corsa. L’olandese addirittura è costretto al ritiro, poco dopo, perdendo una grande occasione in ottica classifica generale. All’alba del quarantesimo giro, Gasly prova ad allungare davanti ma deve difendersi da un Sainz scatenato che punta alla vittoria. Scivola molto indietro, invece, Kimi Raikkonen che paga problemi con le gomme e punta a rimanere in zona punti. Nel frattempo Hamilton, in quindicesima posizione, prova una clamorosa rimonta per cercare di portare qualcosa a casa. A dieci giri dalla conclusione, il britannico si ritrova in dodicesima posizione con Latifi nel mirino. Ma tutta l’attenzione è calamitata sulla rimonta di Sainz che mette nell’obiettivo Gasly per la vittoria del gran premio. Il pilota spagnolo spinge la sua Mclaren ma non riesce ad attaccare in maniera decisiva uno strepitoso Gasly che vince clamorosamente il gran premio d’Italia. In terza posizione sale sul podio la Racing Point con Stroll. Le Mercedes, nonostante le difficoltà di vario genere, chiudono in zona punti: Bottas in quinta posizione ed Hamilton in settima.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio d'Italia 2020


Tag
gp italia | vittoria gasly | gp italia ferrari |


Commenti
- Formula1.it
Una gara assolutamente pazza. Non esiste aggettivo migliore per definire il gran premio di Monza, prima ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it