Gp Monaco - Le pagelle
By:
2800

Glamour, elegante, speciale, unico, anacronistico, atipico, noioso. Chi più ne ha più ne metta, di aggettivi per descrivere il Gran Premio di Monaco che, come sempre accade, è un appuntamento unico ed irrinunciabile per il Circus della F1 che, in un modo o nell'altro, regala sempre spettacolo.

A differenza di quanto visto sino a questo momento durante la stagione, la gara nel Principato ha regalato un grande rimescolamento in termini di prestazioni dei vari team, consegnandoci una Ferrari al top, confermando una Red Bull davvero forte, ma mostrando, al contempo, una Mercedes opaca.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista non è stata molta, ma i colpi di scena non sono mancati, soprattutto prima del via quando la Ferrari ha rientrato la macchina di Charles Leclerc, privando la gara di uno dei maggiori protagonisti e di una possibile lotta per la vittoria tra il monegasco e l'olanedese della Red Bull.

Non solo, ma il quinto round stagionale, oltre ad evidenziare nette differenze nei confronti interni tra driver, ha stravolto la classifica piloti e costruttori, poiché Max Verstappen, grazie al trionfo conseguito, ha ottenuto la leadership della graduatoria, così come la Red Bull, da oggi, comanda la classifica per i team.

Svolta questa introduzione, andiamo ad analizzare il rendimento durante il Gran Premio di Monaco, di team e piloti, con le nostre pagelle.

Mercedes: 5
Prestazione opaca per tutto il fine settimana, a cui si aggiungono errori di set-up e problemi al pit stop. Date queste premesse il risultato del fine settimana è pessimo, tanto che il team di Toto Wolff perde anche la testa della classifica costruttori. Urge reset.

Hamilton: 5
Ok, gli ingegneri non lo accontentano con le sue richieste di set-up, ma lui non fa mai la differenza per tutto il fine settimana. Ridimensionato anche da Bottas, chiude opaco settimo, perdendo la testa del mondiale a favore di Verstappen.


Bottas: 8
In un brutto fine settimana del team, è l'unico elemento del team Mercedes che si salva. Fa una buona qualifica e una bella prima parte di gara. Alla fine però deve ritirarsi per un dado spanato al pit. Poteva fare bene, ma la mala sorte non si dimentica di lui.

Red Bull: 9
Concretizzano al massimo il potenziale che hanno, complici anche le sfortune altrui. Escono da Monaco con la testa del mondiale piloti e costruttori, consapevoli di avere una gran macchina. Devono sfruttare il momento.

Verstappen: 9.5
Bravo ed esente da ogni tipo di errore per tutto il weekend. Sfrutta la sfortune Ferrari e la poca performance Mercedes per vincere una gara iconica ed arpionare la leadership del mondiale. Davvero super.

Perez: 7.5
Male in qualifica dove, guidando una Red Bull, è evanescente e solamente nono. In gara invece è davvero super, attacca, supera e rimonta, chiudendo appena ai piedi del podio. In gara è super, deve sistemare la qualifica.

Ferrari: 6.5
Weekend a due facce per il team di Maranello, che da una parte può sorridere per la performance della macchina, ma che dall'altra deve rammaricarsi per le noie di affidabilità che infrangono ogni speranza di vittoria. Lasciano Monaco con molto amaro in bocca.

Leclerc: N.C.
Impossibile valutare un pilota che non prende neppure parte alla gara a causa di problemi di affidabilità sulla sua SF21. Fino alla Domenica mattina il suo fine settimana era stato positivo per la performance ma non per la mancanza di errori. I punti però, si fanno alla Domenica...

Sainz: 9
Ottimo fine settimana per Carlos che, sin dal Giovedì si dimostra davvero competitivo. Bravo ma sfortunato in qualifica, dove è solo quarto, mentre è super in gara dove sfrutta ogni occasione e chiude, strepitoso, a podio.

McLaren: 6.5
Podio nel Principato che salva alla grande il bilancio del team, su una pista dove la MCL35M non è completamente a suo agio. Il voto è relativamente basso perché il risultato arriva sempre da una punta e non da entrambe.

Norris: 8
Dopo il passo falso di Barcellona, Lando torna a fare un super fine settimana, massimizzando le prestazioni della vettura su una pista sfavorevole e, cosa non da poco, distruggendo e doppiando il compagno di squadra che a Monaco ha già vinto una volta...quasi due.

Ricciardo: 4
Dopo il bel weekend della Spagna era atteso ad una conferma a Monaco, dove ha già vinto una volta (quasi due), e invece crolla malamente navigando in ogni sessione nella parte bassa della classifica e subendo anche l'onta del doppio da parte di Norris.

Aston Martin: 7
Gran boccata di ossigeno per il team di Lawrence Stroll che, dopo un pessimo avvio di stagione, torna quasi ai livelli del 2020 mettendo entrambe le macchine a punti. Tutto ciò, però, non dovrà essere solo un episodio.

Vettel: 9.5
Grandissimo fine settimana per il Tedesco che, come da tempo non faceva, si è dimostrato impeccabile in ogni sessione, chiudendo una super qualifica in Q3 ed una grandissima gara al quinto posto, anche aiutato dalla strategia del team.
Bentornato Seb?

Stroll: 7
Continua la sua crescita, che lo porta a chiudere un gran bel fine settimana, privo di errori. Non super in qualifica, dove è battuto da Vettel, ma davvero bravo in gara dove, complice una strategia diversificata, chiude buon settimo.

Alpine: 5.5
Continua il loro percorso fatto di alti e bassi. In apparenza il risultato è buono, tanto che mettono una macchina a punti, ma il realtà la performance non è super, anzi. Devono trovare la quadra di una vettura che, se nelle giuste condizioni, sembra non essere poi così male.

Alonso: 4.5
Fa male dirlo, ma probabilmente è la più grande delusione del 2021. Vero, arriva da due anni di inattività, ma in sei gare non ha mai mostrato un lampo od uno sprazzo della sua bravura e ormai è puntualmente battuto dal team mate Ocon. Monaco non fa eccezione dove, sin dal Giovedì è inconsistente. Peccato, davvero.

Ocon: 7.5
Davvero un bel weekend per il Francese che, come ci ha abituato a fare, batte Alonso sia in qualifica che in gara. Era chiamato ad una prova di carattere davanti all'arrivo del campionissimo Spagnolo e, ad oggi, sta rispondendo presente.

Alpha Tauri: 6
Quando non vanno incontro a problemi e riescono a mettere insieme i pezzi, sono capaci di un bel fine settimana. Peccato che, come sempre accade in questo 2021, gareggiano ad una sola punta.

Gasly: 7.5
Non perde mai occasione di dimostrare quanto veloce sia, soprattutto in qualifica, battendo ancora una volta il compagno di squadra. In gara è davvero competitivo, tanto che si tiene alle spalle Lewis Hamilton per 78 giri e alla fine chiude ottimo sesto.

Tsunoda: 3
Ha molta grinta, molta aggressività, che lo porta a generare tensione nel team e a non concretizzare il potenziale che ha, visto che è puntualmente battuto, e sonoramente, da Gasly. Non solo, ma è ancora a zero punti in classifica. Deve calmarsi e iniziare a cogliere risultati, poiché in Red Bull non si faranno molti scrupoli per metterli sulla graticola.

Alfa Romeo Racing: 6.5
Probabilmente il miglior fine settimana della stagione, su una pista dove i piloti possono fare la differenza. Mettono una macchina in Q3 e una a punti. Finalmente smuovono la classifica anche se date le circostanze, potevano cogliere di più.

Raikkonen: 6
Con una Alfa molto buona, non chiude un weekend esaltante, ma esente da errori, tanto che sia in qualifica che gara è battuto da Giovinazzi. Non fa errori e chiude 11esimo, appena dietro ad Antonio.

Giovinazzi: 7.5
Ottimo fine settimana per Antonio che, come da inizio stagione, batte Raikkonen sia in qualifica che in gara. Non solo, ma per la prima volta in stagione mette la macchina in Q3 e la porta a punti. Sta dimostrando di essere davvero competitivo.

Haas: 5
Cosa possono fare con la stessa vettura della passata stagione se non navigare nelle retrovie e chiudere in ultima e penultima posizione?
Poco valutabile un team che punta a sopravvivere, con la speranza di voltare pagina nel 2022.

Schumacher: 5
Date le premesse del team con cui gareggia poco può fare. Non autore di un gran fine settimana dato che sbatte per due volte nel corso delle libere, e in gara è battuto da Mazepin. Un passo falso dopo un buon inizio di stagione.

Mazepin: 6
A differenza delle prime gare e delle previsioni di molti, non commette errori, nom sfiorando neppure una barriera. Arriva sotto la bandiera a scacchi battendo persino il team mate Schumacher. Nel complesso, un buon fine settimana per lui.

Williams: 6
La crescita rispetto al 2020 è visibile soprattutto in qualifica, dove sono performanti. In gara non sono altrettanto veloci e poco possono fare se non mettersi alle spalle le due Haas.

Russell: 6.5
Non sorprende più, visto che ormai ci ha abituato a portare la Williams in Q2 e dare il suo meglio, sempre.
Fa quel che può, ma la Williams in gara non è affatto veloce e perciò chiude nelle retrovie, battendo però, come sempre, il team mate.

Latifi: 6
Rispetto al team mate Russell è un pilota di livello inferiore ma, rispetto alla scorsa stagione mostra passi in avanti importanti, non sbagliando e non rimediando grossi gap. Non un fenomeno ma quantomeno non manca di umiltà e dedizione nel lavoro. 

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Monaco 2021


Tag
gp monaco | monacogp | pagelle gp monaco |


Commenti
- Formula1.it
Come sempre, il GP di Monaco si è rivelato una tappa irrinunciabile per la F1, regalando colpi di scena, ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it