Gp d'Ungheria - Le pagelle
By:
3023

Da sempre additato come circuito dove non si sorpassa e che regala delle gare noiose, l’Hungaroring ha regalato, come sempre più spesso accade nelle ultime annate, una gara di assoluto livello.
Di fatto il GP andato in scena in terra Magiara, ha prodotto uno show davvero bello e movimentato, caratterizzato dalla pioggia, da innumerevoli colpi di scena, oltre che da una lotta per la vittoria dall'esito incerto fino alla bandiera a scacchi.

L'undicesimo round stagionale ci ha riservato un bel rimescolamento in termini prestazionali dei vari team di centro classifica, consegnandoci una Ferrari in lieve affanno, incapace di giocarsi il podio agevolmente su una pista che, sulla carta, doveva essere favorevole.
Allo stesso tempo, si è vista una Red Bull non più nella condizione di macchina da battere, forte in ogni condizione, e impossibilitata, anche e soprattutto per episodi sfavorevoli, di portare a casa molti punti iridati, a favore di una rinata Mercedes.
Non solo, ma la gara a Budapest, ci ha consegnato una Alpine davvero in forma e in grandissima. Infine, dalla gara che precede la pausa estiva, emerge, come detto, una Mercedes tornata al top e di nuovo in grado di battagliare agevolmente per pole e vittoria, sublimata da uno straripante Lewis Hamilton.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista non è mancata, sin dalle prime curve che, sono state a dir poco, esplicite. La giornata ha consegnato ai fan una gara tirata, piena di sorprese e protagonisti inattesi, dall'esito tutt'altro che scontato sino ad una manciata di metri dalla bandiera a scacchi.
Di fatto, l'undicesimo round stagionale ci ha regalato un nuovo vincitore, Esteban Ocon su una monoposto messa in pista da un team alla prima vittoria con questa denominazione: Alpine.

Svolta questa introduzione, andiamo ad analizzare il rendimento durante il Gran Premio di Ungheria, di team e piloti, con le nostre pagelle.

Mercedes - Lewis Hamilton - P3 Gp Ungheria


Mercedes: 6.5

Tanta prestazione ma anche tanta sfortuna. Cosi si potrebbe riassumere il fine settimana Ungherese del team della stella che, tra crash al via e tattiche sbagliate non concretizza la velocità della sua auto, portando a casa solamente un podio.

Hamilton: 7.5
Cattivo e deciso per tutta la gara ma non nel momento clou del via quando non va ai box per passare dalle inter alle slick. Per il resto rimonta alla grande per 70 giri e, aiutato dalla strategia, recupera fino al podio, tornando leader del mondiale.

Bottas: 3
Lo diciamo? Grazie. Grazie Valtteri per il crash in curva uno che, oggettivamente, è l'episodio che rende la gara spettacolare. Scherzi a parte, commette un pessimo errore, per lui, per il team per gli altri piloti. Inconsapevolmente aiuta però Hamilton, mettendo quasi K.O Verstappen.

 

Lewis Hamilton e Max Verstappen

Red Bull: 5.5

Insufficiente non per mancanza di performance, ma per insufficienza di elementi di valutazione. Bene ma non benissimo in qualifica. In gara hanno una macchina K.O e l'altra semi distrutta, e portano a casa solamente 1 punto.

Verstappen: 8
Bene ma non super in qualifica. In gara è messo quasi K.O. da Bottas al via. Con mezza macchina rimanente, non molla e lotta come un leone per 70 giri, arpionando un punto tutto cuore e orgoglio. Due gare dove la sfortuna non si dimentica di lui.

Perez: N.C.
Cosa si può dire della gara di un pilota che termina dopo 300 metri? Poco se non nulla, poiché senza colpe è out a causa del crash con Bottas. Fino al Sabato però non era stato male...

 

Gp Ungheria - Incidente primo giro

Ferrari: 6

Date le premesse, il weekend Ungherese è un fallimento quasi totale per il team di Maranello, sia per la deludente qualifica, sia per la gara nel quale il team non è in grado di sfruttare le occasioni che si presentano, chiudendo dietro persino ad Alpine e Aston Martin.

Leclerc: N.C.
Stesse considerazioni svolte per Perez. Non classificabile per mancanza di prove, poiché la sua gara è terminata dopo una curva, messo fuori da una manovra kamikaze di Stroll. Peccato, poiché certamente il Monegasco sarebbe stato capace di cogliere ogni occasione.

Sainz: 7.5
Fine settimana a due facce per lo Spagnolo che, in qualifica sbaglia e si compromette la Domenica. Al via parte alla grande sino a girare quarto alla prima curva. Per il resto fa quel che può senza però mostrare grossi lampi anche, e soprattutto, per la non esaltante SF21 che ha tra le mani. Sfuttando la penalità a Vettel, alla fine è terzo.

 

McLaren: 6

Fine settimana davvero negativo per il team di Woking, non tanto per la mancanza di prestazioni, ma per la sfortuna che si accanisce sui piloti che, al via, sono entrambi coinvolti nel caso. Alla fine uno è ritirato e l'altro fuori dai punti a causa di una vettura danneggiata.

Norris: N.C.
È lui la prima vittima dell'errore di Bottas, che lo tampona dopo aver sbagliato la staccata.
Di fatto la sua gara quasi non inizia e non è affatto valutabile. Unica nota positiva? Mantiene la terza piazza nel mondiale piloti.

Ricciardo: 6
Andamento altalenante che, ahilui, si conferma anche in Ungheria. In qualifica è dietro a Norris. In gara fa quel che può con una macchina davvero danneggiata dopo il crash in curva uno. Alla fine porta a casa la macchina ma fuori dalla zona punti.

 

Gp Ungheria - P2 e squalifica per Sebastian Vettel

Aston Martin: 7.5

Mediamente non sono competitivi, ma in questo 2021 non mancano i lampi del team che, in terra Magiara, bissa il podio di Baku. La performance, di fatto, è stata davvero buona. Peccato per l'erroraccio di Stroll e per la questione benzina di Vettel a fine gara che rovina la festa del team.

Vettel: 9
Dopo dei fine settimana non esaltanti, arriva una grande prestazione del quattro volte Campione del mondo che bissa il podio di Baku (poi perso per scarsa quantità di benzina a fine gara). Bella gara, tutta in pressione su Ocon. Peccato per il pit stop più lento che lo fa rientrare dietro a Ocon e per qualche piccola sbavatura. Forse il killer istinct si è perso.

Stroll: 3
Stesse valutazioni fatte per Bottas. Parte bene ma, alla staccata di curva uno, si fa prendere dalla foga e sbaglia completamente la staccata facendo strike di Leclerc e Ricciardo.

 

Gp Ungheria - Vittoria Esteban Ocon

Alpine: 10

Davvero un super fine settimana per il team Alpine che si rende autore di tre giorni perfetti. Bene al Sabato dove mettono entrambe le macchine in Q3. Da applausi alla Domenica dove sfruttano ogni occasione che si presenta e non sbagliano una virgola. Il tutto sublimato da due piloti super e da da una macchina in crescita.

Alonso: 10
Quando ha la macchina dimostra sempre al mondo di quali magie è capace. Peccato per la prima parte di gara dove è imbottigliato nel gruppo. Nel finale rimonta alla grande fino alla zona podio e lotta come un leone con un certo Lewis Hamilton. 40 anni ma quando abbassa la visiera è come se ne avesse 20.

Ocon: 10 e lode
Benvenuto nel club dei grandi! Fine settimana da applausi a scena aperta per Esteban Ocon che, dopo una super qualifica dove è davanti ad Alonso è un mastino implacabile in gara dove gestisce magistralmente ogni situazione, e tiene dietro per settanta giri un certo Sebastian Vettel. Prima vittoria della carriera. Davvero davvero bravo.

 

Alpha Tauri: 7.5

Massima capacità di sfruttare le occasioni. Questo è lo spirito del team Alpha Tauri durante il weekend d'Ungheria. Davvero solida la giornata del team Italiano che, dopo essersi tenuto fuori dai guai, porta entrambe le macchine a punti, ottenendo punti molto importanti.

Gasly: 7.5
Ebbene, dopo gare con poca fortuna, riesce a sfruttare la sfortuna altrui per mettere la macchina a punti e chiudere grande sesto dopo essere passato indenne al caos di curva uno. Come sempre, davanti al team mate, seppur aiutato da un ordine di scuderia.

Tsunoda: 7.5
Ormai da qualche gara, il giovane Giapponese sembra essersi calmato e aver iniziato a concretizzare il suo potenziale. Autore di un buon fine settimana (iniziato con un crash in FP1), chiuso alle spalle di Pierre Gasly, seppur a causa di un team order e dopo aver lottato con onore con piloti ben più blasonati.
 

 

Alfa Romeo Racing: 3

Continuano con la loro stagione di alti e bassi, mancando la zona punti per la quinta gara consecutiva (se non fosse per la penalizzazione a Vettel). Weekend pieno zeppo di errori, soprattutto nella gestione delle operazioni ai box e caratterizzato da una complessiva mancanza di performance.
Oltre il danno anche la beffa, poiché Williams è ormai davanti in classifica costruttori.

Raikkonen: 6
Bene in qualifica, dove batte Antonio Giovinazzi. In gara parte bene e sfrutta il caos del via, ma un errore del team per unsafe release al pit stop gli compromette la gara a causa della conseguente penalizzazione. Ennesima occasione persa per fare punti.

Giovinazzi: 5.5
Non benissimo nella gara del Sabato, dove è battuto da Raikkonen. In gara ha un colpo di genio di montare le slick prima degli altri ma la bandiera rossa rovina tutto. Non solo, ma a causa di eccesso di velocità in pit lane viene penalizzato perdendo molto tempo e chiedendo in ultima posizione.

 

Haas: 5.5

Cosa possono fare con la stessa vettura della passata stagione se non navigare nelle retrovie?
Poco valutabile un team che punta a sopravvivere, con la speranza di voltare pagina nel 2022.

Schumacher: 6
Ha solo due obiettivi in questa stagione,: battere Mazepin e non commettere errori.
Come sempre, sin da inizio anno, non commette errori (in gara almeno, poiché in FP3 distrugge la macchina) e batte Mazepin che è out. In realtà ad inizio gara ha il suo momento di gloria essendo in top10, ma alla fine soccombe alla pochezza della sua Haas.

Mazepin: 6
Continua la stagione confermandosi sui livelli finora mostrati, non compiendo clamorosi errori nel corso del fine settimana. A dispetto delle aspettative e di quanto mostrato fino a questo momento, batte Mick Schumacher in qualifica (causa errore del tedesco). In gara lotta all'inizio ma alla fine è out dopo pochi giri a causa di un crash dovuto all'unsafe release da parte di Raikkonen.

 

Williams: 7.5

La crescita rispetto al 2020 è visibile. Per la prima volta in stagione, sono meglio in gara che in qualifica, sfruttando il caos della partenza. Alla fine, sfruttando la velocità della monoposto, mettono entrambe le macchine a punti, cogliendo uno storico risultato e mettendosi alle spalle Alfa Romeo in classifica costruttori.

Russell: 7
Siamo alla svolta della carriera? Forse.
Fatto sta che nel giorno in cui Bottas fa strike in curva 1, George coglie i suoi primi punti in 3 anni di Williams, dimostrando di saper cogliere le occasioni che si presentano. Alla fine, tale è l'emozione, si commuove anche.

Latifi: 7.5
Nel gran giorno per il team, piazza la gara della vita, non commettendo la minima sbavatura, cogliendo ogni occasione e chiudendo addirittura davanti al team mate Russell...cosa assai rara. Davvero bravo.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Ungheria 2021


Tag
gp ungheria | HungarianGP | pagelle gp ungheria |


Commenti
- Formula1.it
Pioggia, incidenti, strategie pazze e outsider. Tutto questo e molto altro ha caratterizzato un bellissimo ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it