Gp Turchia - Le pagelle
By:
2345

Ormai è cosa certa: la pioggia in Formula Uno è garanzia di show, spettacolo e gare di assoluto livello.
Il dato poi è ancor più reale in Turchia, all'Istanbul Park che, per il secondo anno consecutivo, ha regalato ai fan della F1 un GP ricco di azione, proprio grazie alla caduta della pioggia poco prima del via della gara.

Un GP, come detto, spettacolare, ricco di azione, giocato sul ritmo gara e sulla gestione delle gomme che ha visto la vittoria della Mercedes di Valtteri Bottas, che va a confermare una grande forma del team della Stella, sul circuito Turco, dove si è corso per il secondo anno consecutivo, dopo una assenza che durava dal 2011.

Il sedicesimo round stagionale ha riservato un bel rimescolamento, in termini prestazionali, dei vari team di centro classifica, consegnandoci una Ferrari in gran forma, capace di lottare per il podio e di mostrare una buona velocità di punta, su una pista dove non mancano né le curve veloci e nemmeno gli allunghi importanti.
Contemporaneamente, si è vista una Mercedes nella condizione di macchina da battere, performante in ogni scenario, capace di rimettersi alle spalle la battagliera Red Bull.
Al contempo, il team di Milton Keynes ha interpretato il ruolo di inseguitore, a causa delle caratteristiche del tracciato, capace però di piazzare la zampata decisiva per limitare alla grande i danni in classifica costruttori dalla Mercedes.
Infine, da Istanbul, emerge una McLaren davvero opaca, incapace di lottare, come negli scorsi weekend, per pole e vittoria oltre che, chiaramente, non grado di primeggiare sul midfiel, in particolar modo su Ferrari.

Parlando della gara in senso stretto, l'azione in pista è stata di livello, in termini di sorpassi ma soprattutto in termini di ritmo, sin dall'inizio forsennato e tale da produrre una gara da vivere con il fiato sospeso, complice anche la non facile gestione degli pneumatici intermedi, su una pista che si stava via via asciugando.
Svolte queste premesse, andiamo allora ad analizzare il rendimento di team e piloti nel Gran Premio di Turchia, con le nostre pagelle.


 

Mercedes: 9.5

Tornano ad essere al top in termini di prestazione, tanto che trovano la vittoria, con distacco. Fanno il massimo con il pacchetto a disposizione, allungando di 3 punti su Red Bull in classifica costruttori.

Hamilton: 8.5
Weekend con handicap per Lewis, causa penalità in griglia per la sostituzione della PU. Parte 11°, rimonta, gestisce benissimo le gomme sino ad essere a ridosso di Verstappen. Alla fine il box lo fa pittare forzatamente, chiudendo al quinto posto, che lo porta a otto punti da Max.

Bottas: 10
Bene in qualifica, impeccabile in gara, sia nella gestione di Verstappen che nella gestione delle gomme. Poleman, giro veloce e vittoria: non male per aver appena ricevuto il benservito da Stoccarda.

 

Red Bull: 9

Bel fine settimana per il team Red Bull, capace di piazzare due macchine a podio, limitare i danni in classifica costruttori su una pista, sulla carta, sfavorevole.

Verstappen: 8
Bene ma non super, il weekend di Max che chiude secondo, dietro Bottas, senza avere mai la possibilità di vincere per piazzare un gran colpo ai danni di Lewis Hamilton. Nel complesso può essere soddisfatto, ma forse un po di amaro in bocca può averlo.

Perez: 7.5
Buona tre giorni per il Checo, sia in qualifica che in gara. In zona podio per gran parte della distanza di gara, super nel resistere al ritorno di Hamilton. Alla fine massimizza il potenziale che ha, chiudendo gran terzo.

 

Ferrari: 8.5

Gran bella prestazione per la SF21 all'Istanbul Park, sia in qualifica che in gara. Passo solido per la Rossa, buona gestione gomme e soprattutto buone risposte dalla PU che, finalmente, è davvero competitiva e fa sperare per il 2022.

Leclerc:  9
Grande qualifica e grande gara per Charles che non perde occasione per estrarre il massimo da una pimpante Ferrari. Buon passo e tyre management, prova anche l'azzardo di non fermarsi per vincere, ma non paga e chiude quarto.

Sainz: 8.5
Gara dopo gara dimostra di essere un pilota completo, "passista" quando necessario ma che non disdegna neppure l'aggressività quando serve. Grande gara di rimonta per lo Spagnolo, ottavo al traguardo, non lontano dalla zona podio.

 

Mclaren: 5.5

Dopo due gara davvero positive, il team di Woking inciampa in un fine settimana non esaltante in termini di prestazione, poiché solo una macchina è in top 10, l'altra arranca per 58 giri. Limitano i danni da Ferrari nella classifica costruttori.

Norris: 7
Fine settimana senza infamia e senza lode per Lando, incapace di lampi ma senza commettere errori in un GP in cui la sua vettura non è al top. Chiude settimo davanti a Carlos Sainz.

Ricciardo: 3
3 come il suo numero, è il voto adatto per riassumere il weekend davvero complesso per Daniel, escluso nel Q1, partito ultimo causa sostituzione della PU, evanescente per tutta la gara e sonoramente battuto da Norris. Dopo due buone gare, torna a vivere un momento negativo.

 

Aston Martin: 5

Gara a due facce per il team Aston, capace di piazzare solamente una delle due vetture in Q3 e a punti. Errori importanti da parte del muretto nella scelta delle gomme, tagliano fuori dalla lotta ai punti la seconda vettura.
Chiaramente proiettati al 2022.

Vettel: 5
Fine settimana complesso per il Tedesco, alle spalle di Stroll sia in qualifica che in gara.
Lotta per gran parte dei giri a centro gruppo, tenta l'azzardo delle gomme slick con pista umida, ma distrugge la sua gara, chiudendo 18esimo, malamente suggerito dalle scelte del muretto.

Stroll: 7.5
Buon fine settimana per il Canadese che, per la terza volta consecutiva, batte Vettel sia in qualifica che in gara. Lotta in zona punti per tutta la gara, non commette errori e centra la top10, salvando la giornata del team Aston.

 

Alpine: 6.5

Weekend che lascia molto amaro in bocca ai ragazzi del team Alpine.
Dopo una buona qualifica, il team Francese non riesce a replicare il risultato in gara, sia per una partenza sfortunata, sia per una tattica discutibile. Attenzione al ritorno dell'Alpha Tauri in classifica costruttori.

Alonso: 5.5
Grande in qualifica, sfortunato in gara, questo è il fine settimana del pilota di Oviedo. Scatta dalla quinta piazza, ma un contatto alla prima curva con Gasly lo costringe a navigare a fondo gruppo fino alla bandiera a scacchi, aiutato anche dalla penalità che incassa, dopo aver speronato Schumacher. Peccato.

Ocon: 6.5
Weekend tutto cuore per il Francese, non super in qualifica ma davvero arrembante in gara, capace di centrare la top10, senza aver fatto la sosta, finendo sulle tele. Davvero una bella prestazione per il pilota Alpine.

 

Alpha Tauri: 7

Dopo due gare sfortunate, il team di Faenza torna a ben figurare ad Istanbul, piazzando due macchine in Q3 e una in top10, mostrando un gran bel passo. La lotta per la quinta piazza tra i costruttori con Alpine è aperta più che mai.

Gasly: 8
Buon fine settimana sin dalle qualifiche, per Pierre, che mostra un'ottima velocità per tutti e tre i giorni. Arrembante nei primi giri di gara, chiude gran sesto, appena alle spalle di Lewis Hamilton. Ancora una volta annichilisce il team mate Tsunoda.

Tsunoda: 5
Passano le gare, aumenta la sua esperienza ma non cambiano i risultati. Non male in qualifica dove è, come sempre, dietro a Gasly, ma in Q3. In gara lotta con coraggio nei primi giri, ma commette un errore che lo relega a fondo gruppo, vanificando ogni possibilità di punti.

 

Alfa Romeo Racing: 5.5

Dopo tre gare davvero solide, il team Alfa torna a far fatica e lottare a fondo gruppo. In gara sfuttano al massimo le condizioni meteo, gli errori altrui e non commettono sbavature, ma malgrado tutto chiudono ai margini della zona punti.

Raikkonen: 6
Dopo la super gara di Sochi, Kimi torna a gareggiare nella seconda metà del gruppo, causa un'Alfa tutt'altro che spumeggiante. Battuto da Giovinazzi sia in qualifica che in gara, dove è solo 12esimo.

Giovinazzi: 6.5
Con la vettura che ha tra le mani, poco può se non confrontarsi con il compagno di squadra. Batte Kimi sia in qualifica che in gara, chiude undicesimo, senza errori, in un periodo cruciale per la sua carriera.

 

Haas: 6.5

Come sempre navigano nelle retrovie, lottando per le ultime due posizioni. Mettono una macchina in Q2 che, per loro è gran cosa. In gara portano entrambe le macchine al traguardo, massimo che possono fare.

Schumacher: 7.5
Come sempre non sbaglia, è davanti a Mazepin in qualifica, e alla grande, visto che piazza la sua Haas in Q3. In gara viene speronato da Alonso al primo giro, ma con il passo che aveva poco avrebbe potuto fare. Come sempre però, batte Nikita Mazepin.

Mazepin: 5
Fine settimana davvero negativo per il Russo, soprattutto se paragonato a quello del team mate. Ultimo in qualifica, mentre Schumacher piazza la macchina in Q2, e ultimo in gara, sempre dietro a Mick.

 

Williams: 5.5

Dopo la super estate di cui è stato protagonista, il team di Grove torna nelle retrovie come ad inizio anno. Male in qualifica, così come in gara. Speriamo sia un passo falso che non andrà a compromettere il trend davvero positivo, recentemente imboccato.

Russell: 6
Fine settimana non certo esaltante per George, sia un qualifica, dove commette qualche sbavatura, sia in gara. Termina P15, davanti a Latifi.

Latifi: 5.5
Continua a lavorare bene, confermando la sua tendenza ad essere concreto. Non sfigura ai danni di Russell, ma in gara non è impeccabile, poiché sbaglia nel corso dei primi giri, perdendo varie posizioni che poi fatica a recuperare.

Tutte le news, le foto, il meteo, gli orari delle sessioni ed i tempi del Gran Premio di Turchia 2021


Tag
Turkishgp | pagelle gp turchia |


Commenti
- Formula1.it
Pioggia, piloti costretti alla rimonta, incognita nella gestione gomme: questi gli ingredienti capaci ...

Lascia un commento

Per commentare gli articoli è necessario essere iscritti alla Community F1WM.

Inserisci i dati del tuo account dal link "Log In" in alto, se non sei ancora un utente della nostra Community, registrati gratuitamente qui.

Registrati



Community Formula1.it